Mercato forex: alcuni concetti base

mercato forex

Che cosa è il mercato forex? Quali sono i principali operatori? E come si guadagna con il trading?  In questo articolo trovate un’analisi approfondita che può essere utile per chi ha intenzione di iniziare a fare trading.

Il mercato forex è il mercato internazionale delle valute: su questo mercato si scambiano tra di loro le divise dei vari paesi, ad esempio euro contro dollaro. In effetti, per essere precisi, sul forex non si scambiano le singole valute ma si scambiano sempre coppie di valute. Quindi non è possibile comprare una valuta senza venderne corrispondentemente, un’altra. Quindi parliamo di quotazione di Eur / USD (coppia euro dollaro) piuttosto che di quotazione dell’euro.

Plus500

 

Mercato forex: che cosa è

Si tratta del mercato in assoluto piùmercato forex grande al mondo: nessun altro mercato finanziario può vantare dei volumi di transazioni giornalieri così elevati e un numero così grande di operatori.

Non stiamo però parlando di un unico mercato: non esiste, quindi, un’entità come il New York Stock Exchange che regola le transazioni: queste vengono regolate in maniera bilaterale tra i vari attori di questo mercato.

Ma chi sono questi attori? Spesso chi vuole fare trading a fini speculativi sul mercato forex pensa che la maggior parte degli altri attori del mercato siano essi stessi speculatori. Ma non è così: la grande maggioranza degli operatori del forex non sono speculatori e questi costituiscono solo un’esigua minoranza. Di fatto è un aspetto positivo, significa che gli speculatori non possono con le loro manovre influenzare il mercato. Ad onor del vero è molto difficile influenzare un mercato così grande e così variegate: soltanto le banche centrali e soltanto con un’azione coordinata possono provare a influenzarlo ma di solito questo tipo di manovre falliscono perché il forex è troppo grande.

Mercato forex: Come investire

Tornando agli attori, al primo posto possiamo mettere proprio la banche centrali che regolano tra di loro le masse monetarie in circolazione. Al secondo posto vediamo senza dubbio le grandi banche commerciali e le grandi imprese multinazionali. In un mondo sempre più globabilizzato, l’importanza del commercio internazionale è enorme e i volumi di scambi sono davvero impressionanti. E per commerciare con l’estero è evidentemente necessario effettuare cambi di valuta sul mercato forex. Uno degli esempio più lampanti di questo tipo è il mercato del petrolio. Tutti sanno che il petrolio è quotato rigorosamente in dollari e che solo nella valuta a stelle e striscie è possibile regolare la maggior parte dei contratti. Quindi chi vuole comprare del petrolio deve necessariamente comprare dei dollari sul forex, mentre chi lo vende si ritroverà con dei dollari che potràù conservare (trattandosi della valuta di riserva per eccellenza succede spesso) o cambiare in altre valute. Insomma, il commercio internazionale di materie prime e non solo dipende strettamente dal mercato forex.

Sul forex operano poi i grandi speculatori internazionali che hanno a disposizioni enormi riserve (anche di decine di miliardi di dollari) accumulate in fondi speculativi. Uno dei più famosi è George Soros, che nel 1992, secondo la vulgata corrente, sconfisse la gloriosa Banca Centrale Inglese e la molto meno blasonata Banca d’Italia costringendo lira e sterlina a uscire dallo SME. Mi sia consentito un appunto, però: Soros non ha sconfitto nessuno ne ha determinato la situazione di crisi profonda di lira o sterlina. Viceversa sono stati i governi dell’epoca di questi paesi con le loro politiche economiche sbagliate, a determinare il crollo delle valute. Soros si è limitato semplicemente a incassare, da buon speculatore, enormi profitti per una situazione oggettiva.

Infine, e solo con quote marginali, sul forex operano anche i piccoli e piccolissimi speculatori, alcuni professionisti altri semplici dilettanti, che mediante i servizi di un broker fanno transazioni con lo scopo di ottenere un profitto (ovviamente più grande possibili) dalle naturali oscillazioni del mercato forex.

One Response to Mercato forex: alcuni concetti base

  1. Sarina ha detto:

    Articolo molto interessante, purtroppo spesso chi inizia a fare trading sul mercato forex dimentica che si tratta di una cosa seria, avete fatto bene a ricordare a tutti che il forex è un mercato, non un gioco 🙂

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *