Investimenti

Money Management [Cos’è e come funziona questa strategia]

All’interno di questa guida redatta dalla redazione di Mercati24, daremo uno sguardo approfondito al funzionamento del Money Management, uno degli aspetti più importanti per la propria strategia trading.

Con il termine Money Management si intende la corretta gestione del denaro. In altre parole, ci si riferisce a come vengono gestiti tutti gli aspetti delle proprie finanze, dal fare un budget giornaliero fino allo stabilire obiettivi a lungo termine per raccogliere gli investimenti che ti aiuteranno a raggiungere quegli obiettivi.

Ovvio, la gestione del denaro non consiste solo nel dire “no” a qualsiasi acquisto, ma nello sviluppare un piano che ti permetta di dire “sì” alle cose che sono più importanti per te. Non dimentichiamo che qualsiasi somma di denaro può rivelarsi troppo piccola se non si dispone di buone capacità di gestione del denaro.

Anche nel Trading Online è fondamentale rispettare una serie di regole e metodologie volte a far fruttare i nostri investimenti. Prima ancora di parlare di tecniche operative complesse, è opportuno aprire un Focus sull’elemento basilare di ogni strategia che si rispetti: il Money Management.

Nel corso della guida analizzeremo tutte le sue caratteristiche e per chi vuole conoscere le ultimissime tecnologie al riguardo, segnaliamo che la piattaforma di trading eToro consente di impostare un “Copy Stop Loss” (CLS) integrato all’interno di ogni istanza di Copy Trading. Questo metodo consente di copiare in automatico le operazioni dei migliori Trader, e nel caso non dovessimo ottenere i risultati sperati, il CLS permette di staccare la copia non appena viene raggiunto il livello massimo di perdita prestabilito.

Clicca qua per saperne di più su questa tecnologia, direttamente dal sito internet ufficiale di eToro

Un suggerimento ai nostri lettori prima di iniziare la guida: leggete con attenzione questo articolo, soprattutto se volete fare del trading online il vostro lavoro!

Money Management nella vita di tutti i giorni

La base di qualsiasi strategia di Money Management richiede che prima di tutto la persona conosca i propri Asset ed i propri debiti.

Il patrimonio comprende:

  • Conto in banca
  • Conti per far investimenti
  • Fondo pensione
  • Macchina
  • Casa
  • Altre eventuali proprietà

Le “responsabilità” intese come debiti comprendono:

  • Saldi di carta di credito
  • Prestiti studenti
  • Prestiti auto
  • Mutui
  • Altri eventuali debiti

Quando sottrai le tue attività dalle tue passività, ottieni il tuo patrimonio netto. Se le tue passività sono più delle tue attività, il tuo patrimonio netto è negativo. Ma, con una buona gestione del denaro, puoi cambiare come funziona tutto ciò.

Prima di tutto, i tuoi obiettivi devono necessariamente determinare come gestisci i tuoi soldi. È facile mettere in secondo piano i propri obiettivi a lungo termine in favore del solo tentativo di capire quali fatture vengono pagate oggi.

Tuttavia, impostando degli obiettivi, puoi fare chiarezza su quali spese siano necessarie e quali sono da scartare. Non c’è un “giusto” e “sbagliato” universale quando si tratta dei tuoi obiettivi di spesa, ma ci vuole uno sforzo per raggiungerli.

Da dove iniziare? Il primo passo da fare consiste nello stabilire un Budget per i nostri soldi. Ciò consentirà di gestire i tuoi soldi sulla base di determinati importi per determinate spese. Ovviamente, il tuo budget può essere un obiettivo mobile nel tempo. Ad esempio se ti rendi conto che puoi acquistare generi alimentari in vendita e risparmiare $50 al mese, potresti aumentare il tuo budget di intrattenimento a $225 e aggiungere $25 al tuo budget di risparmio. In alternativa, se ottieni un aumento di stipendio, un budget che aumenta nei tuoi risparmi anziché aggiungerlo a importi di spesa discrezionali.

Money Management nel Trading

Adesso che abbiamo visto nel dettaglio l’importanza del Money Management per quanto concerne il proprio patrimonio, possiamo vedere come questi insegnamenti possano essere applicati anche all’interno del Trading Online.

Il Money Management nell’ambiente del Trading Online significa prima di tutto un insieme di regole (apparentemente complesso ma che in realtà può essere riassunto in due/tre regole) che porta alla gestione con la massima efficienza del proprio conto di trading. Prima di entrare nel vivo della questione, possiamo subito affermare che l’obiettivo principale è il seguente: diminuire le perdite e massimizzare i profitti. Il Money Management è infatti l’insieme delle numerose regole che portano alla gestione efficiente del patrimonio.

Il sistema del Money Management è composto “a blocchi” da due elementi che non possono essere divisi tra di loro:

  • Risk Management (gestione del rischio);
  • Position Sizing;

La gestione del Rischio si prende l’incarico di analizzare nel dettaglio il rischio che viene associato alla posizione aperta all’interno del mercato.

Il Position Sizing invece si occupa di individuare nel dettaglio il capitale necessario da investire all’interno di ogni singola operazione che è stata aperta all’interno del mercato, cercando di ripartire il proprio capitale all’interno dei vari elementi del portafoglio.

Quale migliore soluzione? Senza dubbio il binomio “Gestione del Rischio + Position Sizing” rende il Money Management completo e solido. Dove il risk management si occupa di analizzare la “quantità” di rischio che la posizione porta sul mercato, il Position Sizing si occupa invece di stabilire la dimensione “più corretta” della propria posizione a mercato.

Senza dubbio prima di lanciarsi in operazioni di trading è opportuno avere ben chiari questi concetti. Un aiuto ci viene offerto dall’Ebook gratuito di ForexTB, un vero e proprio manuale sul Trading che illustra dalla A alla Z come investire al meglio, basandosi sempre sul Money Management. Sono migliaia i download per questo Ebook che si presenta come molto pratico e di facile lettura. Per scaricarlo basterà inserire una email valida e procedere con il Download senza costi:

Scarica qui l'Ebook di ForexTB

Requisiti per mettere in pratica il Money Management

Per mettere in funzione il Money Management all’interno del proprio conto di trading online, è necessario prima di tutto avere una serie di requisiti ben precisi, vediamoli insieme.

Capitale Idoneo

Il proprio investimento deve “SEMPRE” essere in linea con il mercato dove si desidera investire, e ovviamente con i propri obiettivi di profitto (che dovranno sempre essere prestabiliti antecedentemente).

Cosa significa questa affermazione? Vuol dire che, a nostro avviso, è meglio investire 10 mila euro con un buon money management piuttosto che 100 euro senza regole precise. Questa deve essere la prima regola per la corretta gestione del nostro denaro. Il trader alle prime armi che pensa di essere furbo investendo “il meno possibile” per guadagnare tanti soli. Nella realtà finirà con il perdere tutti quei soldi molto presto.

Come mai ne siamo così sicuri? La regola del 90/90/90 afferma infatti che il 90% dei trader retail perde il 90% del proprio capitale durante i primi 90 giorni di trading. Soltanto questo dovrebbe mettere sull’attenti tutte quelle persone che pensano che il trading online sia “un gioco da ragazzi” oppure addirittura un metodo per diventare ricchi senza fare nulla. Il trading online è prima di tutto un mestiere imprenditoriale, e quindi questo significa prima di tutto che se si desidera iniziare ad investire è necessario avere un certo autocontrollo e spirito imprenditoriale.

Un suggerimento: alcuni broker professionali permettono di investire anche con solo €10. Ciò che vogliamo dire è che è ormai possibile impiegare capitali molto ridotti per accedere ai mercati, non c’è bisogno di molti soldi. Ciò che conta, in questi casi, è la capacità di applicare correttamente la teoria. Si potrà quindi aprire un conto di poche decine di euro ed impostare la propria strategia di Money Management, riducendo al minimo il rischio.

Apri qui un conto da €10 con Iq Option

Non rischiare più del 2-3% per ogni operazione

Questo è senza dubbio uno dei consigli più interessanti per chi rispetta al 100% le regole di Money Management.

Evitare di rischiare più del 2-3% all’interno della propria strategia di trading online consente di evitare di “bruciare” il proprio patrimonio in un sol colpo, attraverso lo sbagliatissimo “all-in” (ovvero l’investimento di tutto il proprio patrimonio).

Al riguardo ci sono varie teorie, con alcuni che ipotizzano un massimo del 5% ad operazione ed altri, più cauti, al 2%. Aldilà della percentuale esatta, è opportuno comprendere la logica. Facciamo un esempio pratico:

Ipotizziamo di avere un capitale da €100. Ci imponiamo di non investire più del 5% per ogni operazione. Ne consegue che per ogni Trade lo Stop Loss sarà impostato a €5. In questo modo, prima di bruciare per intero il nostro capitale, avremo ben 20 operazioni a nostra disposizione. Ovvio, se ne sbagliamo 10 di fila è il caso di fermarsi e dare una bella ripassata alla teoria, magari rileggedo i capitoli di nostro interesse sull’Ebook di ForexTB.

Impostare lo Stop Loss

Stop Loss

Stop Loss

Lo stop loss è senza ombra di dubbio uno degli strumenti più importanti in assoluto per chi desidera fare trading in maniera estremamente professionale. E’ uno degli strumenti più importanti in quanto, come dice proprio la parola, consente di “bloccare” le perdite ad un punto predefinito dell’utente. Questo consente quindi di evitare le brutte sorprese, e di pensare soltanto a fare profitti.

Collegato al concetto di Stop Loss c’è il Drawdown. Cosa significa? Stiamo parlando di un fattore di primaria importanza per il Money Management di qualsiasi trader. Con il termine Drawdown Max si intende il rischio massimo per il portafoglio, ovvero quanto massimo si può “perdere” all’interno del proprio conto di trading. Si tratta quindi di prevedere lo scenario peggiore possibile, e quindi configurare nel migliore dei modi la propria strategia per evitare di superare il livello prestabilito.

I migliori Broker come eToro offrono il servizio di protezione dal saldo negativo. Ciò vuol dire che se dimentichiamo di impostare lo Stop Loss non andremo mai a perdere più di quanto effettivamente depositato sul broker. Certo, è uno scenario comunque da evitare, ecco perché è sempre molto utile non dimenticare mai di caricare lo Stop Loss!

Impostare il Risk/Reward

Con il termine tecnico “Risk/Reward” si intende il rapporto di “Rischio/Rendimento” un calcolo che consente di impostare “quanto si rischia” e “quanto si guadagna”. Questo viene fatto tramite l’utilizzo del già menzionato “Stop Loss” e del “Take Profit” il suo esatto omologo.

Se ad esempio imposto una proporzione di “Risk/Reward” pari a 1:3 significa che rischio 1 per guadagnare 3. Ad esempio, se compro le azioni Apple a 100 dollari, e imposto uno stop loss a 77 dollari e un take profit a 200 dollari, significa che sto facendo trading con un rapporto di rischio/rendimento pari a 1:3.

Si tratta di una valutazione necessaria per aumentare le probabilità di profitto nel medio e lungo periodo. A livello teorico, ipotizziamo di impostare un R/R di 1:3  e portare a termine 10 operazioni così distribuite:

  • 5 chiuse in profitto
  • 5 chiuse in perdita

In questo caso il nostro bilancio non sarà in parità, bensì in profitto! Per ognuna delle 5 operazioni in negativo abbiamo perso €10, per un totale di €50. Tuttavia, ogni operazione in profitto ci avrà portato €30 di profitto, ecco che il totale sarà di €150. La differenza netta (€150 – €50 = €100) ci indicherà il profitto realizzato grazie a questo utile accorgimento.

Requisiti aggiuntivi

Questi erano i requisiti più importanti per utilizzare il Money Management nel migliore dei modi. Tuttavia esistono molti altri requisiti aggiuntivi, che sarebbe bene preparare al più presto.

Ecco i principali:

  • Studio approfondito del mercato in cui si vuole investire. Non sapere su cosa si investe è un grave errore. 
  • Ottimizzazione la nostra psicologia del trading
  • I trader più esperti che hanno una completa padronanza del Money Management, chiudono in parte la posizione in profitto, in modo da mettere al sicuro parte dei guadagni di trading.

L’ultima tecnica è un’ulteriore miglioria definita “break even” per mettere al sicuro i nostri profitti.

Position Sizing: la formula di Larry Williams

Continuiamo questo articolo parlando della Formula di Williams.

L’invenzione di Williams è una formula matematica per determinare l’importo in dollari perfetto per fare una determinata scommessa o investimento redditizio.

  • F = (Capitale x Rischio%) / massimo drawdown

Larry Williams è stato uno dei più grandi Trader della storia ed anche grazie a questa metodologia che ha preso il suo nome, è riuscito a realizzare eccellenti profitti sui mercati finanziari.

money management

Copy Stop Loss: il Money Management Intelligente

Copy Stop Loss (CSL) è una funzionalità che offre agli utenti la possibilità di gestire in modo efficace il Copy Trading, fornendo la gestione del rischio basata su valori di Profit/Loss in tempo reale. È essenzialmente un sistema di controllo dei rischi automatizzato che ti consentirà di impostare i controlli per l’intera relazione di “copia”, come valore in dollari.

Ecco un esempio pratico:

Il trader Andrea viene copiato dal Trader Barbara con $100 e un CSL impostato a $50. in sostanza, Barbara non vuole perdere più di $50 prima del suo capitale complessivo.

Iniziando ad investire, Andrea ha 2 posizioni aperte:

  • La prima ha guadagnato $ 10
  • La seconda che è scesa a – $ 60

A quel punto, il CSL si innesca ed entrambe le posizioni vengono chiuse e la relazione Copy Trading tra Andrea e Barbara viene disconnessa.

Il sistema imposterà automaticamente il CSL al 40% del tuo bilancio, in modo che il 60% del tuo investimento sarà protetto per impostazione predefinita. Impostando un’impostazione CSL predefinita, ci assicuriamo che tu sia meno esposto al rischio e che tu possa investire in sicurezza, sapendo che una buona parte del tuo investimento è garantita.

All’interno della piattaforma di trading eToro, nonostante siano presenti moltissimi trader esperti, è comunque possibile mettere uno “stop” alla copia nel caso in cui dovesse essere raggiunto un livello troppo pericoloso di drawdown.

Clicca qua per saperne di più su questa tecnologia, direttamente dal sito internet ufficiale di eToro.

Conclusioni

Queste semplici regole possono aiutare tutti a ottenere risultati migliori con il trading. In ogni caso è fondamentale operare esclusivamente con piattaforme sicure e che non applicano commissioni di trading. Pagare commissioni di trading è un errore che potrebbe costare molto caro, oltre ad inficiare il nostro Money Management.

Nel corso della guida noi di Mercati24 abbiamo fatto riferimento ad alcune tra le migliori piattaforme di Trading, perfette per iniziare ad investire con i seguenti vantaggi:

  • Basso deposito minimo
  • Protezione dal saldo negativo
  • Assistenza in caso di problemi
  • Conto Demo per esercitarsi

Ecco la tabella con tutti i Broker dove registrarsi gratuitamente e richiedere una versione Demo di prova per imparare ad ottimizzare al meglio il Money Management:

Piattaforma: etoro
Deposito Minimo: 200€
Licenza: Cysec
  • Copy Trading
  • Adatto per principianti
  • ➥ Inizia
    1star 1star 1star 1star 1star
    Piattaforma: forextb
    Deposito Minimo: 250€
    Licenza: Cysec
  • Ebook gratuito
  • Segnali di Trading
  • ➥ Inizia
    1star 1star 1star 1star 1star
    Piattaforma: trade
    Deposito Minimo: 100€
    Licenza: Cysec
  • Specialista a disposizione
  • Metatrader 4
  • ➥ Inizia
    1star 1star 1star 1star 1star
    79.20 % dei conti al dettaglio di CFD perdono denaro
    Piattaforma: plus500
    Deposito Minimo: 100€
    Licenza: Cysec
  • Piattaforma professionale
  • Demo gratis
  • ➥ Inizia
    1star 1star 1star 1star 1star
    Piattaforma: iqoption
    Deposito Minimo: 10€
    Licenza: Cysec
  • Deposito min: 10eur
  • Conto Demo gratuito
  • ➥ Inizia
    1star 1star 1star 1star 1star
    Piattaforma: avatrade
    Deposito Minimo: 250€
    Licenza: Cysec
  • Copy trading
  • Attivo dal 2006
  • ➥ Inizia
    1star 1star 1star 1star 1star
    Cos’è il Money Management?

    Si tratta di una strategia operativa che permette di limitare i rischi ed ottimizzare il proprio conto Trading.

    Come funziona il Money Management?

    Questo metodo si basa sulla suddivisione del capitale in piccole somme che solitamente non eccedono il 5% del totale. Il Trader non dovrà mai investire questa percentuale in ogni operazione.

    Quanto denaro occorre per effettuare un buon M.M.?

    Non c’è una soglia esatta, tutto si basa sul rispetto delle percentuali in relazione il capitale investito.

    Dove studiare al meglio il Money Management?

    Senza dubbio su corsi specializzati, come l’Ebook che abbiamo citato nella nostra guida. All’interno dell’articolo il Link per scaricarlo.

    Il nostro voto
    Clicca per lasciare un voto!
    [Totale: 0 Media: 0]

    Lascia un commento