Monte dei Paschi di Siena: la grande truffa agli italiani

monte dei paschiLa vicenda del Monte dei Paschi di Siena si è conclusa secondo le nostre previsioni, ma non siamo soddisfatti. Perché ancora una volta saranno gli italiani onesti, quelli che si alzano la mattina presto per andare a lavorare e devono pagare, pagare e sempre pagare. E magari poi essere additati come nemici del popolo in quanto evasori fiscali. Perché il famoso prestito dello Stato, i Monti Bond, non saranno restituiti, almeno per il momento.

La fondazione a guida politica che controlla di fatto la banca ha detto all’aumento di capitale che sarebbe servito proprio a ripagare il famoso prestito che ormai si rivela per quello che è sempre stato: una truffa ai danni degli italiani che hanno dovuto pagare l’IMU sulla prima casa proprio per l’erogazione di quel finanziamento.

Purtroppo gli occhi dei media sono puntati altrove e una notizia tecnica come la bocciatura da parte dell’assemblea dei soci di MPS dell’aumento di capitale passa in secondo piano. In fondo si tratta di una questione tecnica, quindi di scarso interesse. Meglio pensare all’oroscopo.

La Fondazione, da sempre a guida PD, festeggia il successo ottenuto a scapito degli italiani e noi paghiamo.

Alessandro Profumo, famoso per essere stato il lacché personale di Gheddafi prima di essere cacciato a calci nel didietro da Unicredit, non resta nemmeno la dignità. Dopo che la sua proposta di aumento di capitale è stata così sonoramente bocciata doveva dimettersi immediatamente. Invece continua a ingrassarsi con il lauto stipendio elargito da Monte dei Paschi ed è ormai chiaro che i soldi ce li mettono gli italiani.

E io pago!

2 Responses to Monte dei Paschi di Siena: la grande truffa agli italiani

  1. Pili ha detto:

    Non vedo dove sta la notizia, l’abbiamo sempre saputo in fondo che quei soldi non sarebbero tornati indietro

  2. Laura ha detto:

    Un furto bello e buono, e noi che abbiamo pagato la famigerata IMU Sulla prima casa per far mangiare questi signori. Mi viene da vomitare.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *