Investimenti

Morningstar

Come noto, il web offre molte opportunità per impiegare i propri capitali di investimento. Una di queste è quella offerta da Morningstar, una società di servizi finanziari che ha il suo quartier generale negli Stati Uniti, a Chicago – Illinois.

Lo scopo principale di questa società, molto attiva anche in Italia è quello di provvedere ai suoi clienti due servizi principali:

  1. Ricerche su possibili investimenti
  2. Gestione e management degli investimenti stessi

La società esiste dal lontano 1984, quando fu fondata da Joe Mansueto. Ad oggi le ricerche e le raccomandazioni di investimento di Morningstar vengono considerate estremamente influenti nell’industria dell’asset-management. 

Pareri positivi o negativi da parte degli analisti di Morningstar possono portare milioni di dollari verso o al di fuori di qualsiasi fondo. La sezione di gestione investimenti di Morningstar è stimata gestire oltre 200 miliardi di dollari per conto dei clienti.

Ma Morningstar è anche altro. In Europa come in Italia, sempre più persone stanno scoprendo la società anche come provider di programmi e piattaforme per investitori professionali come “Morningstar Direct” e Morningstar Advisor Workstation”.

La nostra guida qui presente, analizzerà i servizi di investimento di Morningstar e le sue piattaforme per il trading online. Per capire se i servizi della società sono convenienti o meno, faremo anche dei confronti con broker del calibro di eToro e 24option, in modo tale da avere le idee più chiare.

Morningstar, la sua storia

Nel 1982 nacque nella mente di Joe Mansueto, la prima idea di Morningstar. Dopo un anno trascorso a lavorare come analista azionario per Harris Associates, si convinse che quello poteva essere il suo settore, un settore ricco di opportunità.

Così nel 1984 Morningstar fece la sua prima apparizione. L’idea vide la luce in un appartamento a Chicago che Joe aveva acquistato per la somma di 80 mila dollari.

Il nome della società ha un’origine curiosa perché deriva dall’ultima frase di Waldel il libro di Henry David Thoreau: “the sun is but a morningstar”.

Nel 1999, la compagnia accettò un investimento di 91 milioni di dollari da parte di Softbank in cambio del 20% dell’azienda. Poco tempo dopo arriva la quotazione in borsa per Morningstar, era il 3 maggio 2005 con circa 7 milioni e mezzo di azioni a 18 dollari e 50 ciascuna.

Ad oggi il fondatore Joe Mansueto possiede ancora il 55% circa della società, ma ha ceduto il ruolo di Chief Executive Officer, diventando Executive Chairman.

I servizi di Morningstar

Morningstar agisce con il preciso scopo di aiutare gli investitori a pianificare, risparmiare e investire. L’azienda lavora sia con investitori individuali sia con professionisti che li supportano nel raggiungere i loro obiettivi individuali.

Negli anni l’azienda è ancora al top nel campo della ricerca negli investimenti. In America come in Italia, Morningstar vanta un team di professionisti che lavorano come analisti ponendosi le questioni più complesse relative agli investimenti.

Morningstar è in grado di fornire dati di alta qualità relativi ai settori di investimento. Si tratta sempre di dati completi, aggiornati e verificati con un database globale che è uno dei più grandi a livello globale.

Oltre alle informazioni finanziarie fornite ai suoi clienti Morningstar si impegna anche per fare in modo che chi le riceve sia in grado di comprenderle. 

Grazie a una reale attenzione verso gli investitori e ai loro interessi. Morningstar è riuscita a passare dall’operare solo negli Stati Uniti con 6 dipendenti a un’azienda che vanta numeri come:

  1. Quasi 5300 dipendenti
  2. Operativa in 27 nazioni
  3. Più di 600 mila investimenti gestiti

Morningstar Direct: la piattaforma

Gli investitori che lo desiderano possono approfittare di una piattaforma di analisi finanziaria creata direttamente da Morningstar. Si tratta quindi di una piattaforma di analisi dedicata al management degli asset e a servizi finanziari professionali.

Qui sono disponibili molte informazioni molto utili agli investitori. Si tratta di dati globali di alta qualità che includono equity, hedge funds, ETF, indici pricing in real-time etc.

Sulla piattaforma si possono effettuare ricerche accurate anche indipendentemente. I dati provengono da uno dei team di analisti più grandi, importanti e preparati al mondo.

La piattaforma, insomma, è stata studiata per investimenti “fai da te”, perché torni utile nel decision making quotidiano in fase di negoziazione.

Si possono costruire e gestire gli investimenti direttamente su Morningstar Direct, con strumenti che permettono di gestire operazioni non solo per se stessi, ma anche per un proprio portafoglio di clienti/investitori.

Altri servizi di Morningstar comprendono:

  • Individuazione di trend di investimento: i dati forniti dalla piattaforma si evolvono così come cambiano le preferenze degli investitori. Grazie ai servizi di Morningstar è possibile veder nascere i nuovi trend di investimento seguiti da altri imprenditori fin dal momento in cui sono agli albori.
  • Decision Making: grazie a Morningstar l’alta finanza diventa più comprensibile, tutto questo grazie al sistema di rating a stelle basato su un tema di analisti indipendenti che aiutano le persone nel connettersi con il mondo finanziario. Il principio è che i dati non servono a molto se non si incontrano con i bisogni dell’investitore.
  • Analisi del rischio: entrando nella rete di centinaia di migliaia di fonti e dati offerta da Morningstar diventa molto più semplice scovare i possibili rischi che si nascondono dietro un’idea di investimento e reagire di conseguenza.

Morningstar, si propone come una guida in ogni fase dell’investimento. Con i suoi analisti punta anche ad aiutare imprenditori a trovare nuove forme di investimento, soprattutto quelle che possano portare il proprio denaro a lavorare su prospettive di lungo termine.

Lo scopo dell’azienda è quello di andare a parare una delle principali lacune delle vecchie forme di investimento, ovvero l’impossibilità di reperire notizie e informazioni utili facilmente e su base quotidiana.

Lo scopo è ottenere così un filtro che ti permetta di distinguere investimenti convenienti da quelli che non lo sono.

Morningstar, conviene?

Il servizio di Morningstar è senza dubbio molto interessante. L’azienda produce dati, insights e supporti davvero unici a chi vuole intraprendere un’attività di investimento.

Ma andiamo ad analizzare due punti deboli dell’offerta di Morningstar che potrebbero non piacere agli investitori medi italiani:

  • Servizi Specialistici: come avviamo visto Morningstar è un’agenzia di rating prima di ogni altra cosa e per questo i suoi numerosi servizi sono di livello davvero specialistico. Nonostante l’azienda continui ad affermare di aver creato servizi alla portata di tutti e con lo scopo di renderli comprensibili, noi stentiamo a crederlo. Per riuscire a investire nell’azionario con Morningstar bisogna riuscire a parlare la stessa lingua dei suoi analisti, altrimenti si è in balia delle loro scelte e dei loro consigli, senza una reale libertà di investimento.
  • Costi di commissione: per lasciare i propri investimenti nelle mani di Morningstar, il procedimento non è gratuito. L’azienda trattiene una commissione di ingresso del 5% che è valida sia per i fondi azionari che per quelli bilanciati. Dunque, sebbene i fondi comuni di investimento possano essere una buona opportunità, bisogna sempre considerare le commissioni nella quadra del proprio investimento.

Morningstar: servizi legali

I servizi di Morningstar sono di qualità elevata, ma soprattutto sono legali. Sebbene per larghe fasce di utenti non possano rappresentare la soluzione più conveniente, dal punto di vista della sicurezza e affidabilità si possono dormire sonni tranquilli.

Quello che più di ogni altra cosa ci permette di affermare questo è l’adesione alla normativa MiFID II che regola investimenti e mercati finanziari non solo in Italia, ma anche nel mondo.

I principi cardine della normativa MiFID sono quelli volti alla protezione degli utenti, alla massima trasparenza in chi offre prodotti finanziari e alla governance. Ci sono due principi che regolano l’operato di società come Morningstar:

  • I consigli sugli investimenti devono essere sempre e solo nell’interesse del cliente
  • I report e gli aggiornamenti sugli investimenti devono essere chiari e comprensibili
  • Deve vigere la massima trasparenza per quanto riguarda le commissioni e i costi da sostenere.

La normativa MiFID II è la stessa che regola anche altre forme di investimento disponibili in rete come il trading online, settore sul quale vigilano anche organi come la CySEC e la Consob.

Introduciamo ora le alternative a Morningstar parlando proprio di trading online e di providers di servizi di investimento in questo settore come eToro o 24option che rispettano le stesse norme di agenzie come Morningstar, ma con il vantaggio di fornire contesti di investimento più accessibili e diretti.

Morningstar ed eToro: confronto sulle commissioni

A parità di serietà, qualità e soprattutto di legalità dei servizi, per capire quali possono essere le alternative a Morningstar vogliamo spostare il discorso sulle commissioni.

Oggi esistono servizi di investimento individuali e indipendenti come quelli offerti sulla piattaforma di eToro che hanno un grande vantaggio: quello di non imporre alcun tipo di costo di commissione.

Intermediari di servizi finanziari come eToro basano la loro operatività 100% online e le loro piattaforme sono fruibili tramite browser, tablet o smartphone.

Essendo aziende nuove e con una struttura snella e non centralizzata, le realtà come quella di eToro riescono a contenere moltissimo i costi e questo va direttamente a vantaggio degli utenti i quali possono così godere di un servizio privo di commissioni.

Ciò significa che investendo su eToro tutto quello che si guadagna finisce direttamente sul proprio conto di investimento. Senza commissioni di entrata o uscita dal mercato.

Lo stesso dicasi per un’altra eccellente piattaforma di trading finanziario online, ovvero 24option.

Per scoprire di più su eToro, visita il sito ufficiale qui.

Morningstar e i nuovi asset di investimento

Come abbiamo visto Morningstar è azienda di altissimo spessore e calibro e concentra la sua attività soprattutto su asset come il mercato azionario e i fondi di investimento.

Questi sono ambiti assolutamente validi. Qui una buona analisi può portare introiti stratosferici grazie alle indicazioni degli esperti che lavorano per la piattaforma e grazie ai loro rating.

Uno dei problemi principali però è che Morningstar è specializzata solo su quello. L’azienda non sa spaziare in altri interessantissimi campi di negoziazione ai quali stanno aprendo le porte altri providers di servizi finanziari.

Oggi come oggi non ha proprio senso lasciarsi sfuggire le opportunità di investimento che vengono da asset come le criptovalute o il Forex. Purtroppo non ritroviamo questo tipo di mercati disponibili nelle soluzioni di Morningstar.

Continuando sulla scia del nostro confronto specifichiamo che invece queste soluzioni sono disponibili su eToro e su 24option.

Attraverso una semplice iscrizione a eToro, ad esempio, si ha la possibilità di cominciare a negoziare su un gruppo selezionato delle migliori criptovalute e valute virtuali che i mercati stanno esprimendo in questo momento.

Qualche esempio? Si può investire su:

  • Bitcoin
  • Bitcoin Cash
  • Stellar
  • Ethereum
  • ZCash
Clicca qui per scoprire il trading di criptovalute su eToro.

Morningstar e il problema della comunicazione

Un po’ come le banche Morningstar ha tra i suoi principali problemi quello della comunicazione con i suoi clienti investitori.

Parliamoci chiaro, l’azienda è seria e compie enormi sforzi in tal senso. Ma talvolta risulta davvero difficile portare il linguaggio, i metodi e gli strumenti dell’alta finanza a contatto anche con il piccolo e medio investitore.

Per riuscire a investire consapevolmente con una società come Morningstar sono richieste grandi competenze. Bisogna essere in grado di leggere e interpretare i dati finanziari che provengono dalla piattaforma.

Bisogna essere capaci di interpretare il rating e capire se un investimento sia davvero vantaggioso oppure no.

Come è facile immaginare, non è semplice fare tutte queste operazioni di discernimento e l’investitore medio, per questo, può facilmente trovarsi in difficoltà. 

La soluzione per investimenti sempre supportati e guidati, ma senza dover fare scelte troppo complesse, per noi la offre 24option. Il broker ha ideato un servizio di segnali di trading che sulla sua piattaforma professionale, indicano agli investitore dove, come e quando operare.

A prescindere dall’asset dove si intende investire è possibile richiedere il servizio. I segnali sono disponibili su mercati come l’azionario, il Forex, le criptovalute e molti altri ancora.

Per di più i segnali di trading di 24option sono gratuiti, nonostante siano un servizio riconosciuto come efficace e affidabile nella maggior parte dei casi. Grazie ai segnali è realmente possibile semplificare l’attività di investimento e renderla alla portata.

Scopri di più sui segnali di trading, visita il sito di 24option.

Conclusioni su Morningstar

In questa guida abbiamo parlato di Morningstar una delle principali agenzie di rating a livello mondiale. I suoi giudizi su fondi e aziende che operano nell’alta finanza sono in grado di spostare milioni di dollari in un secondo.

Tuttavia, i suoi servizi di supporto all’investimento possono risultare troppo specialistici per alcune fasce di investitori. Per questo abbiamo fatto un confronto con providers più alla portata come 24option ed eToro, spiegando come possano offrire valide alternative per chi intende impiegare i propri capitali.

Il nostro voto
Clicca per lasciare un voto!
[Totale: 1 Media: 4]
1 Commento
  • volevo sapere se è disponibile sia free che a pagamento un servizio simile a Morningstar, in quanto a mè interessa il confronto su vari archi di tempo solo tra fondi ed etf. (non le azioni)

Lascia un commento