NASDAQ tocca massimi storici

nasdaqIl mercato azionario americano sta ritornando a livelli di crescita accettabili, come un tempo. L’indice NYSE Composite sta adesso tradando ai massimi storici e il Nasdaq sta facendo lo stesso. L’indice Nasdaq Composite al momento è scambiato al di sopra dei massimi di Marzo. E’ scambiato inoltre inoltre sopra ai massimi di Marzo 2000, chiudendo sopra i 5045, che è un risultato molto bello per tutti gli investitori in questo indice.

Ottimi guadagni da Microsoft e Google, insieme ad amazon, hanno permesso al mercato dei Futures di fare un bel rally durante il trading questa settimana. Google ha superato la resistenza di 580, e adesso trova un bel supporto in area 540.

Anche SPX è vicino ad un nuovo record. L’S&P 500 in questo momento è ben al di sopra della resistenza nel triangolo formatosi negli ultimi mesi. Una chiusura sopra il suo massimo di febbraio, sul livello 2119 avrebbe avrebbe portato l’indice ad un nuovo record. Nove di dieci settori si sono mossi più in alto giovedì scorso, con i maggiori profitti che ci sono stati in beni per i consumatori e sul settore energetico.

Il NASDAQ è stato l’ultimo dei principali indici a toccare il massimo storico negli ultimi 18 mesi. L’indice S&P 500 il Dow Industrials hanno registrato i loro massimi nel 2014. L’ultima volta che il Nasdaq ha toccato questi livelli fu più di 15 anni fa. L’azionario tecnologico è il fattore scatenante di questo grande rally.

Dopo la campana di chiusura di giovedì scorso, Microsoft, Google e Amazon hanno rilasciato guadagni sopra le righe. Microsoft sta aiutando il Nasdaq ad andare verso l’alto di oltre il 3% nella fase pre-mercato, dopo che la società ha registrato una forte crescita in hardware e nel cloud computing nel corso dell’ultimo trimestre. Le vendite del cloud computing commerciale, che include Office 365 e il servizio Azure, è salito del 106% annualmente.

Amazon ha registrato il suo primo trimestre del 2015 con risultati finanziari che hanno avuto un fatturato di 22,72 miliardi dollari e un utile negativo per azione di 0,12 centesimi di dollaro. Gli analisti si aspettavano Amazon in perdita di 0,13 per azione, su un fatturato di 22,39 miliardi dollari. Amazon ha anche annunciato che la sua attività di cloud computing, AWS, ha registrato un fatturato di $ 1,5 miliardi nel trimestre in questione, con un tasso di esecuzione di 5 miliardi di dollari l’anno e profitti per ben 265 milioni dollari. Questo ha ovviamente consentito ad AMZN di spiccare il volo con Google e Facebook e gli altri indici tecnologici.

2 Responses to NASDAQ tocca massimi storici

  1. Conte Zio ha detto:

    Che cosa dire in questi casi? Approfittatene, sono soldi facili facili facili. Poi dice i bamboccioni, chi neanche con questa pappa pronta ne approfitta è peggio che un bamboccione…andate a lavorare all’expo 😀

  2. Lucy ha detto:

    Godo, situazione molto interessante per tutti i trader

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *