Opzioni binarie intervallo: come funzionano

Uno dei pregi delle Opzioni Binarie è la loro varietà. Nonostante il meccanismo di base possa indurre a pensare a un numero ristretto di opportunità, esistono molte varianti in grado di soddisfare l’esigenza di investitori diversi.

Tra gli strumenti di trading binario “esotico”, ossia non comuni e nemmeno tanto conosciute, spiccano le Opzioni Binarie Intervallo. Sono poco diffuse, o comunque di meno rispetto alle alte tipologie non perché siano complesse o difficili da utilizzare ma semplicemente perché non sono molti i broker a contemplarle tra le loro possibilità. Banc de Binary, per esempio, è uno dei pochi.

Cosa sono le Opzioni Binarie Intervallo? La principale differenza tra le Opzioni Binarie tradizionali e quelle normali è che, nel primo caso, il trader non è chiamato a prevedere un prezzo ma un intervallo. Per questo motivo, tale strumento è conosciuto anche con i nomi di Opzioni Binarie Range e Opzioni Binarie Boundary (che significa, appunto, “confine”).

Il meccanismo è il seguente. Il trade sceglie due soglie di prezzo, disegnando così un intervallo. Deve poi selezionare un’opzione tra “dentro” e “fuori”. Se seleziona “dentro”, allora vince se l’asset, una volta sopraggiunta la scadenza, si trova all’interno dell’intervallo. Se seleziona “fuori”, vince se l’asset si trova all’esterno dell’intervallo.

Nelle Opzioni Binarie intervallo la questione della redditività assume un’importanza particolare. Infatti, è tra le più variabile dell’intero panorama del trading. L’opzione “dentro” offre guadagni che generalmente si aggirano intorno al 70-80%. Percentuale rilevante ma non clamorosa. L’opzione “fuori”, di contro, offre guadagni che possono superare addirittura il 500%.

Qual è il motivo di questa discrepanza? Semplicemente, è assai più probabile che un asset termini all’interno di un’intervallo piuttosto che termini al di fuori. Questo perché il range, ossia la differenza tra la soglia massima e la soglia minima è solitamente di pochi pip, e capita raramente che un asset compia balzi che vanno oltre quella cifra.

E’ bene che il trader segua alcuni consigli quando si trova ad operare con le Opzioni Binarie Intervallo. Innanzitutto, la scelta della scadenza dev’essere “canonica”, dunque il termine ultimo non deve essere troppo ritardato. La previsione è più facile e –soprattutto –più realistica quando la data di scadenza è vicina. Approssimativamente, è meglio non andare oltre la giornata.
Un altro consiglio è quello di operare nelle Opzioni Binarie Intervallo quando l’asset “naviga” in laterale, ossia quando l’andamento è il più possibile stazionario. Questa regola vale solo per l’opzione “dentro”.

Ovviamente, è sempre consigliato lo studio del trend. Questo permette di capire dove “andrà a parare l’asset” e quindi di ottimizzare la decisione tanto della data di scadenza quanto dell’intervallo. Un modo per analizzare l’andamento e prevedere quello futuro consiste nell’applicare le Bande di Bollinger, che rappresentano un metodo abbastanza sicuro per conoscere la volatilità di un asset (meno volatile è, meglio è).

2 Responses to Opzioni binarie intervallo: come funzionano

  1. Claudio ha detto:

    Personalmente con le opzioni binarie di Banc de Binary ho guadagnato davvero barche di soldi, è davvero facile finire in the money perché le condizioni richieste sono molto meno restrittive rispetto a quelle degli altri broker!

  2. Lupetti A. ha detto:

    Confermo che le opzioni di Banc de binary sono quelle che più frequentemente si chiudono in the money, è davvero un broker da utilizzare!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *