Oro: è arrivato il tempo di cavalcare l’onda?

Dopo il violento sell-off che da gennaio 2013 ha fatto sprofondare le quotazioni dell’oro del 25%, da qualche giorno il prezzo della commodity per eccellenza sembra aver trovato una buona base di supporto intorno ai 1220 dollari. Chi ha avuto il coraggio di anticipare l’ingresso, ad un passo da nuovi minimi, puntando su opzioni binarie CALL si è goduto un guadagno a doppia cifra, frutto di un rimbalzo da ipervenduto.
Il quadro generale dei prezzi dell’oro , infatti, risulta essere ancora ampiamente negativo, ed una ripresa più solida delle quotazioni si avrà soltanto con il superamento dei 1300 dollari, con un target a 1400 dollari, dove sicuramente la spinta dei prezzi incontrerà le mani forti dei ribassisti. In questo scenario laterale- negativo una buona strategia sarebbe quella di comprare opzioni binarie call sui ribassi più accentuati e prediligere le put a ridosso delle resistenze.
A rendere ancor più fosco il futuro dei prezzi dell’oro, ultimamente, si sono scomodati i più importanti analisti finanziari di oltreoceano, spalleggiati dai grandi colossi bancari americani, uno su tutti Goldman Sachs che vede scivolare, per il 2014, le quotazioni del Gold fino ai 1000 dollari. In uno scenario così pieno di insidie, quindi, navigare a vista, sfruttando solo strumenti finanziari di brevissimo termine come opzioni binarie, è quasi un obbligo.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *