Perché alcuni trader falliscono quando iniziano a fare trading online?

trader falliscono

Su di un sito dedicato al trading online è difficile trovare un’esperessione del genere, però la verità è che alcuni trader falliscono quando iniziano a fare trading online. Perché succede? E soprattutto, come è possibile evitarlo?

Quando diciamo che alcuni trader falliscono quando iniziano a fare trading online non vogliamo dire che perdono soldi: a tutti coloro che fanno trading può capitare di perdere soldi, fa parte delle regole del gioco. I trader che falliscono sono coloro che perdono (molto o poco, non importa), si scoraggiano e smettono di fare trading. Perché succede?

Non tutti sono nati per fare trading

Il trading online può essere fonte di grandi guadagni ma non bisogna pensare al trading come una macchina per fare soldi facili. In effetti, per fare trading ormai non ci vuole un grande capitale (si può cominciare con Iq Option con un capitale di appena 10 euro) ma ci vuole coraggio e mentalità vincente.

Fare trading online significa fare operazioni sul mercato, molte operazioni. Alcune di queste chiuderanno in perdita, altre in attivo. Anche i trader milionari perdono soldi su qualche operazione anche se nel loro caso il numero di operazioni in profitto è largamente superiore al numero di operazioni in perdita.

Ora, coloro che vogliono fare trading online ma considerano ogni perdita come una tragedia, non sono assolutamente adatti a fare trading. Meglio per loro dedicarsi ad altre attività.

Il trader vincente non è colui che conosce complesse strategie, dopo tutto le strategie si imparano oppure si possono copiare in automatico utilizzando un broker di social trading come eToro. Il trader vincente è colui che è capace di dominare le emozioni.

E purtroppo non tutti ne sono capaci
. Per evitare il fallimento come trader è importante, quindi, fare un analisi della propria personalità per capire se si è in grado di sopportare lo stress da trading oppure no.

Per chi non è completamente sicuro, potrebbe essere una soluzione iniziare a operare con Iq Option: in questo caso il capitale iniziale da investire è di appena 10 euro e quindi l’impatto psicologico di eventuali perdite è estremamente limitato. Puoi iscriverti gratis su Iq Option cliccando qui.

La piattaforma di trading sbagliata

Inutile girarci intorno: la piattaforma di trading online utilizzata fa davvero la differenza quando si opera sui mercati finanziari. In molti casi, è possibile perdere dei soldi a causa di una scelta sbagliata.

Il caso più eclatante è quello delle piattaforme non autorizzate: scegliere una piattaforma di questo tipo significa perdere tutto il proprio denaro, perché nella maggior parte dei casi sono delle vere e proprie truffe.

Ma non basta scegliere una piattaforma che sia legale e quindi sicura. Pagare commissioni di trading è una vera e propria follia, i trader vincenti non pagano mai commissioni. Ecco perché è sempre opportuno scegliere broker che non applicano commissioni.

Per aiutare chi vuole cominciare a fare trading online, abbiamo selezionato alcune delle migliori piattaforme di trading, tutto autorizzate e regolamentate e senza commissioni:

BrokerVantaggiDeposito min.Inizia
Spread bassi, demo gratis100 €Apri un conto
Notifiche di trading gratis100 €Apri un conto
Formazione, demo gratis100 €Apri un conto
Deposito minimo 10 euro10 €Apri un conto
Social trading200 €Apri un conto

La scelta di una di queste piattaforme mette al sicuro da ogni rischio di truffa e, allo stesso tempo, garantisce convenienza visto che non ci sono commissioni o costi fissi da pagare.

Inoltre alcune di queste piattaforme offrono servizi molto utili per i trader che cominciano a operare sui mercati. Basti pensare a eToro che è una vera e propria piattaforma di social trading e consente di copiare, automaticamente e gratuitamente, quello che fanno i trader migliori. Puoi iscriverti gratis a eToro cliccando qui.

Attenzione alle truffe

Il modo peggiore per iniziare a fare trading online è credere alle promesse di facili guadagni. Sistemi come 1k Daily Profit, Quantum Code o Ethereum Code promettono guadagni facili, sicuri e immediati. In realtà sono sistemi che non funzionano assolutamente e che, anzi, fanno perdere tutto il capitale investito.

Chi inizia a fare trading online non dovrebbe mai credere, per nessun motivo, a questo tipo di promesse. Sono promesse fasulle e ingannevoli, pensate carpire la fiducia e i soldi dei meno esperti.

Il trading online non è un modo per fare soldi facili: per guadagnare ci vuole una piattaforma autorizzata e regolamentata, ci vuole impegno e ci vuole tempo da dedicare. Chiunque dica qualcosa di diverso, probabilmente, sta cercando di truffare.

Preparazione insufficiente

Alcuni trader iniziano a operare sui mercati finanziari con grande entusiasmo, magari anche con passione, ma falliscono perché non hanno una preparazione sufficiente. Il trading online non è assolutamente un gioco, è un investimento speculativo. Che cosa dovrebbe fare un trader principiante che vuole inziare?

Studiare. Non c’è altra soluzione: chi vuole cominciare a fare trading online non può fare altro che studiare. Ci sono corsi di trading online a pagamento (possono arrivare a costare anche più di 1.000 euro) e corsi gratuiti. Tra i migliori corsi di trading gratuiti, segnaliamo quelli messi a disposizione dal broker 24option.

24option, in effetti, offre corsi di alta qualità per tutti i livelli: ci sono corsi base, che insegnano i fondamenti del trading e corsi avanzati che spiegano passo a passo come impiegare le migliori strategie per ottenere i risultati migliori con il trading. I corsi sono messi a disposizione in modo completamente gratuito: puoi iscriverti cliccando qui.

Un altro meccanismo per studiare il trading online consiste nell’osservare quello che fanno i trader migliori, quelli che riescono a guadagnare milioni di euro. Come è possibile? Abbiamo già accennato al social trading di eToro: si tratta della fusione tra una piattaforma di trading e un social network. Con eToro, è possibile copiare i trader più bravi, in modo completamente automatico.

Questo non serve solo per iniziare a guadagnare da subito ma consente anche di capire davvero come si muovono i migliori. Puoi iscriverti gratis a eToro cliccando qui.

Ma che cosa spinge questi esperti a condividere le loro operazioni su eToro? Semplicemente, l’opportunità di guadagnare ancora più soldi. Gli esperti, infatti, vengono premiati da eToro con somme di denaro che possono facilmente superare i 10.000 euro, oltre ai normali profitti di trading. Il premio è direttamente proporzionale al numero di trader che stanno copiando.

La mancanza di esperienza

Alcuni trader possono avere problemi quando cominciano perché non hanno esperienza, ed è normale. Chi non ha mai fatto trading online si trova, per la prima volta, a dover prendere decisioni che possono comportare anche la perdita di denaro. Molti trucchi e tecniche di trading si imparano solo con l’esperienza. Che fare per accumulare la necessaria esperienza senza rischiare nulla?

Semplice, basta utilizzare le piattaforme di trading in modalità demo. Tutte le migliori piattaforme mettono a disposizione conti demo con cui si può operarare sui mercati con denaro virtuale. In questo modo si accumula esperienza ma non si rischia assolutamente nulla.

Tra i migliori conti demo, possiamo segnalare quello offerto da Iq Option che è assolutamente illimitato e senza vincoli, in pratica può essere utilizzato per mesi o anni senza necessità di effettuare alcun deposito. Puoi iniziare la demo di Iq Option cliccando qui.

La gestione del rischio

Alcuni trader falliscono anche perché perdono di vista la gestione del rischio. Abbiamo già sottolineato come i mercati finanziari abbiano un certo livello di rischio che può comportare delle perdite. Per far fronte a questo rischio è opportuno implementare adeguate strategie di money management.

Nulla di complicato: la più efficace strategia di money management e anche la più semplice e consiste nel fissare un limite alla somma investita su ogni singola operazione.

La maggior parte dei trader di successo, non impiega mai più del 5% del capitale disponibile su una singola piattaforma. Per i meno esperti, può essere consigliabile impiegare anche meno, ad esempio solo il 2%.

In questo modo, anche nel caso sfortunato che una singola operazione sul mercato vada male, le perdite sarebbero molto basse rispetto al capitale totale e potrebbero essere facilmente compensate dai profitti della altre operazioni.

Un altro modo intelligente per gestire il rischio è utilizzare gli stop loss: si tratta di uno strumento che consente di comunicare alla piattaforma di chiudere la posizione in modo automatico quando si raggiunge un certo livello di perdita. In questo modo, è sempre possibile tenere sotto controllo la quantità massima di denaro che si può perdere sulla singola operazione.

2 Responses to Perché alcuni trader falliscono quando iniziano a fare trading online?

  1. Marco Liera ha detto:

    Quello che manca agli italiani è l’educazione finanziaria. Molti italiani non sanno nemmeno che esiste il trading online e perdono la possibilità di guadagnare tanti soldi.
    Poi ci sono quelli che credono alle favole e si fanno truffare da sistemi come 1k daily profit e simili.
    Sto conducendo da una vita la battaglia per l’educazione finanziaria degli italiani ma è davvero persa in partenza.

  2. Susanna Calò ha detto:

    Ho iniziato a fare trading da 2 anni, con tanti timori di fallire e invece è andato tutto come l’olio. Ho scelto eToro e cominciato a fare trading copiando e mi sembra che sia stata una scelta vincente.

    Non sono diventata ricca ma ho potuto cominciare a svuotare i cassetti pieni di sogni, sogni a cui ormai iniziavo a non credere più nemmeno io.

    Adesso sto cercando anche di imparare i principi del trading, visto che fino adesso mi sono limitata a utilizzare la funzionalità di copia automatica.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *