Perché le azioni salgono e scendono?

azioni salgono scendono

Come si fa a guadagnare quando si gioca in Borsa? Semplicemente, si sfrutta il fatto che il prezzo delle azioni sale e scende. Ma perché le azioni salgono e scendono? Molti trader non si pongono la domanda, guadagnano soldi semplicemente osservando i grafici e prendendo le decisioni giuste con le informazioni che si possono facilmente ricavare dai grafici. Ma per chi vuole ottenere il massimo dalla Borsa, è opportuno capire perché il prezzo delle azioni sale e scende.

Giocare in Borsa non è difficile come spesso si pensa. Moltissimi principianti riescono a giocare in Borsa e ottenere risultati veramente straordinari, anche senza una grande esperienza. Quando si gioca in Borsa si sfrutta il fatto che le azioni salgono e scendono per guadagnare.

In modo intuitivo, si potrebbe pensare che si guadagna comprando le azioni prima che iniziano a salire e vendendole prima che comincino a scendere. In effetti questo è un modo per giocare in Borsa, ma non è sicuramente il migliore, soprattutto per i trader con un capitale piccolo. Inoltre, utilizzando questo sistema si guadagnano soldi solo quando le azioni salgono e si perdono quando scendono.

Esiste un metodo molto più intelligente per giocare in Borsa e guadagnare sempre: basta utilizzare strumenti derivati come i CFD e le opzioni. Grazie a questi strumenti, è possibile scommettere sia al rialzo che al ribasso e guadagnare sia quando le azioni scendono sia quando salgono.

Come funziona le Borsa e le azioni

Come funziona le Borsa e le azioni con questi strumenti? E’ estremamente intuitivo. Questi strumenti sono collegati ad un’azione (detta sottostante) e il loro valore ne segue l’andamento. Il trader può decidere di andare al rialzo oppure al ribasso. Se la sua previsione è corretta, riceve un profitto elevato.

Per iniziare non serve una preparazione specifica. L’importante è scegliere una piattaforma affidabile e sicura, che possa gaarantire la massima onestà. La maggior parte delle piattaforme offre anche dei corsi, completamente gratuiti, per imparare il funzionamento della Borsa. Facciamo un breve elenco delle migliori piattaforme per chi vuole giocare in Borsa:

Markets.com

Markets.com è una piattaforma veramente eccezionale: sicura, affidabile, intuitiva da usare. Markets.com è una scelta vincente per tutti coloro che vogliono giocare in Borsa. Chi si iscrive, può partecipare gratuitamente a corsi di trading veramente molto utili per capire come funziona la Borsa e come si opera sulle azioni.

Uno strumento estremamente prezioso per coloro che vogliono giocare in Borsa è il Trend dei Trader di Markets.com. Il funzionamento di questo strumento è veramente molto semplice. Per ogni titolo azionario Markets.com indica se la maggior parte dei trader sta puntando al rialzo oppure al ribasso. Il trader meno esperto può così operare seguendo le indicazioni degli altri trader più esperti. Anche se non ci sono garanzie, è molto probabile che questa indicazione sia corretta (di fatto, lo è nella grande maggioranza dei casi).

Puoi iscriverti gratis a Markets.com cliccando qui. L’iscrizione è gratuita. Operare con Markets.com non richiede alcun tipo di costo o di commissione. Si può scegliere di operare con un conto demo (soldi virtuali) oppure con denaro reale. In questo caso, il capitale necessario è di 200 euro. Per chi vuole approfondire, ecco la nostra recensione completa di Markets.com.

eToro

eToro è una delle piattaforme per giocare in Borsa più semplici in assoluto. Iscriversi a eToro è completamente gratuito, così come sono gratuiti e senza commissioni tutti gli strumenti che la piattaforme offre. Definire eToro una piattaforma di trading è riduttivo, visto che si tratta della prima piattaforma di social trading al mondo. Che cosa è il social trading? Il social trading consiste nel copiare, in maniera automatica e gratuita, quello che fanno gli altri trader.

Come si fa social trading? Con la piattaforma eToro è possibile visualizzare i profitti ottenuti nel passato dai migliori trader. In base a questa informazione, è possibile selezionare i trader da copiare. A questo punto tutte le loro operazioni saranno automaticamente riprodotte. Si consiglia sempre di seguire più di un trader, in modo da minimizzare i rischi e massimizzare i profitti.

Puoi iscriverti a eToro cliccando qui. eToro è una piattaforma gratis al 100% e senza commissioni. Se vuoi approfondire, puoi leggere la nostra recensione completa di eToro.

Iq Option

Iq Option è una delle piattaforme preferite da chi inizia a giocare in Borsa. Il motivo? Oltre al fatto che l’interfaccia è veramente user friendly, conta moltissimo il fatto che è possibile iniziare a operare con un capitale di appena 10 euro. In pratica, con 10 si può cominciare a giocare in Borsa con denaro reale.

Puoi iscriverti a Iq Option cliccando qui. L’iscrizione è completamente gratuita, così come l’uso della piattaforma. Si può scegliere anche di utilizzare la piattaforma in modalità demo. La demo di Iq Option è liberamente disponoibile a tutti gli iscritti, senza costi, senza vincoli e senza limiti. Se vuoi approfondire, puoi leggere la nostra recensione completa di Iq Option.

Cosa fare quando le azioni scendono

Una delle grandi domande che si pongono coloro che iniziano a giocare in Borsa è: cosa fare quando le azioni scendono? In effetti per chi compra azioni, c’è poco da fare: quando le azioni scendono si perdono soldi, molti soldi. Se invece si opera in maniera intelligente, sfruttando piattaforme di trading come Markets, eToro o Iq Option, quando le azioni scendono si può approfittare della discesa per ottenere ulteriori profitti.

Ovviamente per ottenere profitti quando le azioni scendono bisogna prevedere la discesa, esattamente come per guadagnare quando salgono bisogna prevedere la salita. Molti trader, come abbiamo già detto, fanno le loro previsioni a partire dai grafici che tutte le migliori piattaforme mettono a disposizione.

Altri trader, più pigri, operano in maniera automatica grazie al social trading di eToro o semi automatica con il Trend dei Trader di Markets. Alcuni trader, infine, operano ragionando sulle motivazioni che muovono il prezzo delle azioni.

Da cosa dipende il valore delle azioni

Quando si acquistano azioni di un’azienda, si possiede una percentuale di quella società. O in termini contabili possiamo dire che il valore azionario è dato dalla differenza tra attività e passività. Il prezzo azionario tuttavia si basa (teoricamente) sul numero precedente, più il flusso di cassa attualizzato dei futuri guadagni.

Senza scendere troppo in dettagli matematici, la maggior parte dei professionisti istituzionali investe sulla base di un insieme comune di formule che determinano dove il prezzo delle azioni dovrebbe essere in futuro date alcune ipotesi basilari di crescita, profitti futuri futuri, andamento globale dell’economia, ecc. Quindi, se una società vale 100 milioni di euro oggi e che si prevede di aumentare il fatturato e il margine di profitto, il valore della società aumenterà, così come il suo prezzo delle azioni. In genere, la prospettiva è di 3-5 anni, è difficile prevedere un termine più lungo. Quindi se il valore futuro è stimato vicino a 120 milioni di dollari, allora il prezzo delle azioni aumenterebbe del 20% circa.

Questo ragionamento però varrebbe nel caso in cui tutti gli investitori fossero razionali. E purtroppo non tutti lo sono.

La maggior parte dei piccoli investitori non è razionale e tende a sopravvalutare un’impresa. Un esempio? Quando Nintendo ha lanciato i famosi Pokemon Go, molti investitori ingenui hanno pensato che l’azienda avrebbe avuto un’esplosione dei profitti, visto il grande successo ottenuto. Peccato però che solo il 30% dei profitti generati da Pokemon Go sono incassati da Nintendo. Risultato? Gli investitori ingenui hanno scommesso soldi sul rialzo delle azioni di Nintendo e hanno perso. I furbi hanno scommesso al ribasso nel momento in cui la bolla è scoppiata e hanno guadagnato moltissimi soldi.

Come funziona la borsa in parole semplici

La borsa funziona come qualunque altro mercato. Se ci sono più acquirenti che venditori, il prezzo sale delle azioni sale, indipendentemente dal fatto che il valore reale dell’azienda sia cambiato o meno. Se il prezzo di borsa corrente è di € 50 e nessuno è disposto a vendere le proprie azioni per € 50, chi vuole le azioni deve offrire di più. Al contrario, se qualcuno vuole vendere le proprie azioni e nessuno acquista, dovrà abbassare il prezzo o detenere le azioni finché i prezzi non ricominciano a salire. Ogni volta che ci sono più venditori che acquirenti, il prezzo scenderà. Per inciso, proprio questo principio del funzionamento della Borsa rende lo strumento Trend dei Trader di Markets.com estremamente utile.

Gli investitori intelligenti guadagnano soldi calcolando il valore reale di un’azione e acquistandola al di sotto di tale valore e vendendola quando raggiunge una soglia superiore a tale valore. Nel breve termine, i prezzi delle azioni sono basati su aspettative spesso irrazionali. Prima o poi ritornano al loro valore reale.

A proposito di investitori intelligenti: ce ne sono alcuni, ancora più intelligenti, che si limitano a selezionare gli investitori migliori da copiare sulla piattaforma eToro e ottengono profitti senza sforzi…

Azioni che salgono in maniera irrazionale

Tornando all’analisi del funzionamento del mercato azionario, un altro esempio è Tesla: la sua capitalizzazione di mercato (prezzo delle azioni x numero di azioni) è superiore a 30 miliardi di dollari. Per fare un confronto, Ford e GM hanno una capitalizzazione di mercato di circa 50 miliardi di dollari. Il prezzo di borsa di oggi è di circa $ 334 per azione, ma il valore effettivo di Tesla è di circa 7,25 dollari per azione, ovvero circa 1 miliardo di dollari. La differenza tra questi due numeri è l’aspettativa di guadagni futuri: in pratica gli investitori pensano che Tesla avrà un successo strepitoso. Tuttavia, la differenza tra il valore effettivo e il valore atteso futuro è immensa e quindi per soddisfare le aspettative delle azionisti., Tesla dovrà vendere veramente molte macchine.

Che cosa succederebbe se Tesla non riuscisse a vendere così tanto? Il valore delle azioni scenderà e chi ha comprato azioni Tesla perderà soldi. Chi invece specula sulle azioni Tesla utilizzando strumenti finanziari, potrà approfittare della discesa delle azioni per ottenere ulteriori guadagni.

Valore delle azioni e dividendi

I dividendi sono pagati da aziende grandi e che hanno raggiunto la maturità. Le aziende in crescita reinvestono il proprio denaro nell’attività per continuare a crescere. Invece di offrire un dividendo con un rendimento del 2-4%, in questo caso i guadagni saranno generati dall’aumento del valore dell’azione. Ma perché le grandi imprese pagano dividendi più generosi? E’ molto più facile per un’impresa che vale un miliardo di euro, ad esempio, raddoppiare il suo valore a 2 miliardi, piuttosto che per un’impresa che ne vale 10 raggiungere i 20 miliardi. Ecco perché le grandi imprese preferiscono renumerare i propri azionisti con i dividendi, reinvestendo solo una piccola parte dei profitti.

2 Responses to Perché le azioni salgono e scendono?

  1. Enrico Bellini ha detto:

    Personalmente ho cominciato a guadagnare soldi con la borsa quando ho smesso di comprare azioni e ho cominciato invece a investire con Markets.com

    Tra l’altro prima compravo azioni con Fineco e dovevo anche pagare le commissioni che invece con Markets.com non ci sono proprio.

  2. Max1999 ha detto:

    Molto più chiara la vostra spiegazione di quella che ho trovato su Wikipedia, la vostra è veramente una spiegazione adatta anche ad un ragazzo come me. Grazie 1000

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *