Trading

Perché le piattaforme di trading online hanno eliminato i bonus?

Molti trader erano abituati ad operare con le migliori piattaforme di trading online grazie ai bonus. Ultimamente però tutte le migliori piattaforme di trading online hanno eliminato completamente i bonus. Che cosa è successo?

Fin da quando è nato il trading online, le migliori piattaforme di trading hanno abituato i loro clienti ad operare con i bonus. Chi iniziava a fare trading online di solito cominciava con un bonus più o meno alto. I più fortunati iniziavano anche con un bonus senza deposito, di solito di circa 25 euro. La piattaforma, in pratica, caricava il loro conto con denaro gratuito che poteva essere utilizzato per fare trading.

In pratica queste persone potevano investire online con i soldi della piattaforma…praticamente un sogno…

Ora, anche se le migliori piattaforme di trading online consentono di ottenere ottimi risultati anche partendo da soli 100 euro (o 200 in molti altri casi), 25 euro sono veramente troppo pochi per ottenere risultati concreti con il trading. Si trattava di un modo per sperimentare il trading online senza rischi, una sorta di demo con soldi veri. Moltissimi trader principianti, in effetti, apprezzavano veramente tanto i bonus e cercavano sempre i migliori.

I trader però hanno avuto una brutta sorpresa, nel corso del 2017 i bonus sono stati completamente eliminati dalle migliori piattaforme di trading, anzi per essere precisi, sono stati eliminati da tutte le piattaforme autorizzate e regolamentate (che sono anche le uniche che consigliamo di utilizzare).

Ma che cosa è successo? Le piattaforme di trading hanno fatto un cambio a 180 gradi e sono diventate di colpo avare? Come mai hanno smesso di pagare bonus ai propri clienti? Non è stata una decisione delle piattaforme di trading, piuttosto è stata una decisione imposta dalle autorità di vigilanza europee. Ma andiamo con ordine.

Le migliori piattaforme sono sempre regolamentate

Operare con una piattaforma regolamentata significa avere la garanzia che il proprio denaro è sempre e comunque al sicuro. Le piattaforme di trading online autorizzate e regolamentate sono sottoposte alla continua vigilanza da parte delle autorità di controllo europee (CONSOB in Italia, FCA nel Regno Unito, ecc…) e impongono normative e comportamenti estremamente rigorosi a tutela degli investitori.

Le piattaforme che non sono autorizzate e regolamentate sono estremamente rischiose perché non c’è nessuno che le controlla e potrebbero facilmente truffare i propri clienti. Di solito, infatti, lo fanno.

Perché i bonus sono stati vietati

Che cosa è successo allora con i bonus? Semplicemente, le principili autorità di vigilanza europea hanno deciso di vietare l’offerta di bonus ai clienti. Da notare che mentre le piattaforme autorizzate e regolamentate hanno immediatamente bloccato l’offerta di bonus, quelle non regolamentate ancora oggi offrono bonus. Di fatto, se oggi incontri una piattaforma che paga un bonus gratis devi tenere gli occhi aperti perché molto probabilmente si tratta di una piattaforma di trading non regolamentata e quindi potenzialmente poco affidabile.

Ma perché le autorità hanno proibito sia i bonus sul deposito che i bonus senza deposito?
Si tratta di una faccenda paradossale. I bonus erano utilizzati (e purtroppo lo sono ancora) dalle piattaforme non autorizzate per mettere in atto comportamenti scorretti. Ad esempio, se un trader ha ricevuto un bonus non gli viene concesso di prelevare a meno che non raggiunga un dato volume di trading. Ovviamente le piattaforme di trading regolamentate si sono sempre mosse nel pieno e completo rispetto della normativa. Sono le piattaforme non regolamentate che invece hanno messo in atto ogni sorta di comportamento scorretto.

Come hanno reagito le autorità di vigilanza? Visto che molte truffe di trading online erano legate ai bonus, hanno semplicemente vietato i bonus. Peccato che le truffe di trading erano messe in atto da parte di piattaforme non autorizzate, le quali hanno continuato a truffare i loro malcapitati clienti come se nulla fosse, visto che loro se ne infischiano completamente di quello che dice l’autorità.

A pagare il conto di questa vicenda sono stati i trader che utilizzano piattaforme regolamentate: è stata loro sottratta la possibilità di ricevere bonus e non hanno avuto alcun miglioramento per quanto riguarda l’affidabilità visto che le piattaforme regolamentate sono sempre state affidabili e non hnno mai messo in atto comportamenti vietati dalla normativa.

La decisione di vietare i bonus è stata presa semplicemente per mettere le mani avanti quando si sono verificati un certo numero di truffe legate ai bonus, anche per difendersi dall’accusa di inerzia mossa da alcuni settori dell’opinione pubblica. Purtroppo contro le piattaforme non regolamentate, con sedi spesso in paradisi fiscali, le autorità di vigilanza (ma anche la magistratura) non possono fare nulla. Basti pensare ai tanti truffatori che organizzano schemi per fare soldi facili come Bitcoin Code: guadagnano milioni truffando le persone e rimangono a piede libero.

Ma i bonus servivano davvero?

Una domanda onesta: quanto servivano i bonus a coloro che facevano trading online? Poco o molto? Si parlava spesso di bonus da diverse migliaia di euro ma a questi bonus accedevano solo coloro che facevano depositi da molte migliaia di euro.

Per i comuni mortali, coloro che comunque cominciano a operare con il deposito minimo di 100 euro o poco più è cambiato poco: alla fine un regalo di qualche decina o centinaia di euro non cambia assolutamente nulla.

In effetti possiamo pensare a questi bonus come un modo per provare il trading senza rischiare soldi propri: una cosa del genere si può fare tranquillamente anche oggi, in fondo basta utilizzare le demo delle piattaforme di trading. E tutte le migliori piattaforme di trading offrono gratuitamente la possibilità di operare in demo…

Migliori piattaforme di trading: oltre i bonus

Ma attenzione: il fatto che le autorità di vigilanza abbiano chiesto alle piattaforme di trading di non offrire più i bonus non significa che non ci siano occasioni ghiotte che i trader, soprattutto quelli principianti, possono cogliere al volo per migliorare la loro esperienza di trading.

Si tratta di regali che le piattaforme fanno ai loro clienti. Questi regali hanno un valore veramente molto elevato e sono completamente gratuiti. Qualche esempio?

Prendiamo la piattaforma eToro che non solo è una delle migliori piattaforme per operare sui mercati finanziari (gratuita, facile da usare) ma offre gratuitamente a tutti i suoi iscritti la possibilità di fare trading copiando i più bravi grazie ad un innovativo sistema di social trading. E questo sistema è completamente gratis, puoi iscriverti senza costi cliccando qui.

Oppure pensiamo a 24option, che offre gratuitamente la possibilità di accedere al suo famoso Trading Central dove è possibile ottenere indicatori e segnali di trading di altissimo valore. Servizi di questo tipo hanno di solito un costo elevatissimo, superiore ai 1.000 euro al mese. Con 24option, invece, è possibile ottenere questi servizi di altissimo valore con una semplice iscrizione gratuita. Come? Clicca qui e registrati, otterai gratis la possibilità di utilizzare tutti i servizi professionali di Trading Central, per sempre e senza limiti. Questo vale decisamente di più di qualunque bonus che poteva essere regalato fino all’anno sceso.

I vantaggi psicologici del bonus

Attenzione: il bonus ha un vantaggio soprattutto psicologico. La possibilità di ricevere gratuitamente del denaro ha un impatto fortissimo sulla psicologia del trader.

In ogni caso, questo articolo è dedicato esclusivamente ai bonus cash. Esistono altri tipi di bonus, molto preziosi, che possono ancora essere ottenuti gratuitamente: leggi il nostro articolo sui bonus che puoi ottenere senza problemi. Si tratta di bonus che, probabilmente, hanno un valore ancora più elevato rispetto ai bonus che venivano regalati cash…

E intanto le truffe di trading aumentano

Mentre le autorità europee si sono fissate su elementi come il bonus e la leva finanziaria e hanno di fatto danneggiato anche i trader, i veri truffatori hanno campo libero. Basti pensare alla proliferazione di truffe vere e proprie che promettono soldi facili e invece fanno perdere soldi. Pare che solo Profit Formula abbia fatto sparire più di 20 milioni di euro dei trader in meno di un anno.

Forse sarebbe opportuno che le autorità di vigilanza mettessero meglio a fuoco le loro priorità…

Lascia un commento