PIL italia: una speranza all’orizzonte

Il dato sul PIL italiano è un qualcosa che ci fa senza dubbio star bene, in quanto il PIL Italia sembra essere nuovamente tornato sulla retta via. Si tratta di un miglioramento molto buono anche se lieve, che ci fa ben sperare in un ritorno sulla giusta carreggiata da parte dell’Italia guidata da Matteo Renzi.

Il 2016 è stato per adesso un anno molto incerto, che ha portato prima di tutto il Governo Renzi ad essere (giustamente) molto contestato per le decisioni prese. Adesso, tuttavia, i primi risultati sembrano arrivare. Si tratta tuttavia di dati preliminari, informazioni non ancora definitive, che non sono stati ancora confermati. Le condizioni non sono infatti solo migliorate in Italia, ma anche in molti altri paesi europei, come ad esempio la Germania.

Crescita PIL Italia

La crescita del PIL Italia nel primo trimestre del 2016, ha mostrato un aumento che lascia ben sperare, accelerato anche grazie alla domanda interna nazionale che ha permesso al dato di aumentare di molto. I dati provvisori dell’Istituto di Statistica Italiano, hanno mostrato che c’è stata un’espansione dello 0.3%.

Si tratta quindi di una crescita congiunturale molto importante per la nostra economia, che al momento è la terza economia dell’area euro, rispettando dunque appieno le previsioni che furono fatto qualche settimana fa da reuters. Il trimestre precedente non andrò così tanto bene, in quanto il risultato fu rivisto allo 0.2%.

Per quanto riguarda i dati su base annua, il PIL ha avuto un aumento dell’1%, rispetto al trimestre precedente, che aveva mostrato un aumento di solo l’1.1%. Il PIL tedesco, nello stesso periodo è salito dello 0.7% e dell’1.3% su base annuale.

Durant il mese scorso, come abbiamo detto, fu annunciato che il PIL era aumentato di solo lo 0,1% negli ultimi 3 mesi del 2015, con un 1% di aumento rispetto allo scorso anno. Ma vediamo meglio i dati:

PIL-Italia

L’economia italiana è migliorata dell’1 per cento anno su anno nei primi tre mesi del 2016, scendendo da un’espansione dell’1,1 per cento nell’ultimo trimestre del 2015, ma battendo le attese del mercato di una crescita dello 0,9 per cento. Il Tasso di crescita annuale del PIL in Italia ha una media del 2,46 per cento dal 1961 fino al 2016, raggiungendo un picco  massimo del 10,30 per cento nel quarto trimestre del 1961 e un minimo record del -7,20 per cento nel primo trimestre del 2009. Il tasso di crescita annuale del PIL in Italia è stilato dall’Istituto nazionale di Statistica (ISTAT).

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *