Plus500, il successo nasce dalla piattaforma

Plus500 è conosciuto come uno dei migliori broker in assoluto a livello mondiale e i risultati economici lo dimostrano. Ma da cosa proviene questo successo? Secondo molti trader dal bonus di 7.000 euro offerto a tutti gli iscritti, dagli spread vantaggiosi o dall’effetto leva. Forse però ha ragione Plus500 quando individua la piattaforma di trading proprietaria, facile da usare ma allo stesso tempo estremamente completa, come ragione del successo. I bonus, gli spread, l’effetto leva fanno sicuramente piacere a tutti gli iscritti, ma se la piattaforma non funionasse alla perferzione sarebbero completamente inutili. La piattaforma di trading di Plus500 funziona benissimo e consente il trading di materie prime, azioni, indici, valute, bitcoin. Insomma, uno strumento completo e flessibile, adatto a tutti. Per conoscere la piattaforma di Plus500, clicca qui.

Plus500

L’occasione di queste considerazioni nasce dalla pubblicazioni dei dati relativi al terzo trimestre 2015, conclusosi il 30 settembre.

I ricavi del terzo trimestre ammonano a $ 80,9 milioni (71,7 milioni di €), in crescita del 44% rispetto ai $ 56,2 milioni registrati nel corrispondente periodo dello scorso anno.

Plus500 ha anche osservato che il numero di nuovi clienti nel terzo trimestre è cresciuto del 15% anno su base annua, mentre il numero dei clienti attivi è aumentato del 21%. Anche il ricavo medio per utente è anche in crescita del 19% a $ 1534.

I risultati del terzo trimestre indicano che le entrate totali per i primi nove mesi fino al 30 settembre ammontano a 207,9 milioni di dollari, in crescita del 28% rispetto ai $ 162,400 milioni registrati nello stesso punto nel 2014.

I nuovi clienti sono aumentati del 46% a oltre 69.000, mentre i clienti attivi sono cresciuti a poco più di 117.500.

Il mangament di Plus500 ha dichiarato:

“La piattaforma di trading proprietario della società è stata alla base per questa forte crescita, consentendo a Plus500 di adattarsi rapidamente alle mutevoli condizioni di mercato e offrire ai clienti ulteriori opportunità per il trading di CFD.
In particolare, la crescita ha riguardato il trading di materie prime e azioni, anche a causa dell’elevata volatilità dei mercati per l’attuale contesto macroeconomico globale”

Plus500 è una società quotata alla Borsa di Londra ed è quindi tenuta a rilasciare con frequenza i dati contabili. Noi di Mercati24 ne approfittiamo per monitorare lo stato di salute di quello che è uno dei maggiori broker a livello mondiale. Perché un broker che guadagna soldi è sempre un broker che fa guadagnare anche i trader.

4 Responses to Plus500, il successo nasce dalla piattaforma

  1. Alfredo Bartoli ha detto:

    Concordo sul fatto che sia un ottimo broker, malgrado il blocco di quest’anno. Anche io sono stato bloccato (per 2 giorni) ma devo ammettere che è stata colpa mia per non aver inviato tutti i documenti richiesti nei tempi giusti. Al momento mi incazzai brutalmente e mi misi a scrivere persino accuse sui forum finanziari contro Plus500. Adesso voglio approfittare per chiedere scusa pubblicamente a Plus500: la colpa fu mia e magari anche della Financial Conduct Authority, fin troppo pignola per i miei gusti. E poi se sono così pignoli con il rispetto della legge, vuol dire che anche i nostri soldi sono sempre e comunque al sicuro!

  2. Marco Bremmo ha detto:

    si ottimo broker, il blocco non è stato un episodio piacevole ma è stato comunque fuori dalla volontà di Plus500 e comunque almeno nel mio caso si è risolto in modo rapido.

  3. ev ha detto:

    Salve a tutti, leggendo sul sito solo cose positive riguardo Plus500 ho cercato ulteriori informazioni in internet. Su forexpeacearmy, però, ho trovato una lista di reviews molto negativa; a quanto pare molti traders sono stati truffati non potendo prelevare i loro soldi. A questo punto mi chiedo dove stia la verità!

    • Elisa Caracciolo ha detto:

      I conti sono stati bloccati è vero, ma su esplicita richiesta di un’autorità di vigilanza (FCA inglese) e per verificare se c’era gente che faceva riciclaggio di denaro.

      Poi ammettiamo pure che in quel frangente plus500 ha avuto un attimo di sbandamento, con il reparto di supporto al cliente che ha perso qualche colpo. Ammettiamolo pure. Ma in poche settimane la situazione si è risolta, i clienti a cui erano stati chiesti i documenti e li hanno mandati hanno avuto i conti sbloccati e tante scuse.

      Chi ha ancora il conto bloccato è perché probabilmente non poteva fornire la documentazione richiesta, tra l’altro molto semplice. Che dire? Che forse la FCA ha avuto ragione sospettando che qualcuno stesse utilizzando i conti di Plus500 per evadere il fisco o per riciclare denaro.

      A conti fatti dobbiamo essere soddisfatti perché così l’ambiente è diventato più pulito.

      Certo la voglia di una sana tirata d’orecchi ad un paio di impiegati di Plus500 forse poco efficienti in quel determinato frangente rimane, il mio conto rimase bloccato per 6 giorni e forse si poteva sbloccare prima…comunque è la vita

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *