Plus500: numeri da record grazie alle criptovalute

plus500 criptovalute

Plus500 è da sempre uno dei migliori broker in assoluto per chi vuole operare sui mercati finanziari. Già da molti anni Plus500 consentiva di operare su Bitcoin e Litecoin, ma con il boom delle criptovalute Plus500 ha garantito la possibilità di operare su un vasto numero di criptomonete e ha offerto strumenti affidabili e funzionali. Risultato? Il primo trimestre 2018 è stato davvero da record.

Plus500: risultati primo trimestre 2018

Dopo aver registrato diversi trimestri consecutivi di entrate record superiori a $ 100 milioni, il broker CFDs Plus500 Ltd (LON: PLUS) regolamentato dalla FCA ha riportato uno dei report finanziari più sorprendenti tra quelli resi pubblici dai broker negli ultimi anni.

I ricavi sono più che raddoppiati dal miglior trimestre precedente di Plus500 (T4-2017) per arrivare a 297,3 milioni di dollari nel Q1-2018. La maggior parte dell’aumento è andata dritta ai profitti, con EBITDA Q1-2018 di $ 237,3 milioni.

Plus500 ha dichiarato che l’aumento dei ricavi è derivato da un significativo aumento sia dei clienti nuovi che di quelli attivi: entrambi questi segmenti sono guidati dal trading di criptovaluta.

Gli investitori del mercato azionario si aspettavano chiaramente un buon quarto da Plus500
, ma forse non così buono. Le azioni Plus500 sono state comprate nelle ultime settimane, salendo del 40% dal minimo £ 10 di fine marzo a un massimo storico di poco più di £ 14 entro la fine di aprile.

Per spiegare il risultato ottenuto Plus500 ha affermato che l’inizio dell’anno è stato straordinario perché i mercati erano molto volatili e perché c’era una grandissima curiosità per l’offerta di CFD aventi come sottostanti le criptovalute.

In effetti sono anni che Plus500 offre CFD con sottostanti Bitcoin e Litecoin, ma solo ultimamente il grande pubblico si è interessato a questo tipo di prodotti. Le circostanze eccezionali legate all’esplosione delle criptovalute hanno portato un gran numero di persone a iscriversi per la prima volta a Plus500. Molti trader già iscritti, inoltre, hanno sfruttato le opportunità messe a disposizione dalla piattaforma Plus500 per prendere profitto dalle criptovalute.

Plus500 ha dichiarato che da allora le condizioni di mercato sono tornate a livelli più normali negli ultimi due mesi. Per questo motivo, Plus500 non si aspetta che una prestazione così eccezionale venga ripetuta nel resto dell’anno.

Sul fronte normativo, Plus500 deve ancora vedere l’impatto delle modifiche proposte dall’ESMA e la sua performance potrebbe essere ulteriormente influenzata dal tasso al quale i clienti scelgono di essere riclassificati come investitori professionali.

Il consiglio di amministrazione continuerà a valutare il potenziale impatto di questi cambiamenti sulle prestazioni degli anni futuri una volta che tutti i cambiamenti saranno pienamente operativi. Il consiglio di amministrazione ritiene che il modello di business altamente flessibile di Plus500, la base relativamente bassa dei costi e la diversificazione globale con sette licenze in diverse giurisdizioni, cinque delle quali al di fuori dell’Europa, fornisce fiducia nelle prospettive future dell’azienda.

Per tutti questi motivi, il consiglio ha aumentato le sue aspettative sull’andamento finanziario del Gruppo per l’anno.

Asaf Elimelech, Amministratore Delegato di Plus500, ha commentato:

Siamo lieti di annunciare un altro periodo record in termini di ricavi o profitti; i risultati per questo trimestre riflettono i nostri vantaggi competitivi e si concentrano sul servire le esigenze di trading dei nostri clienti. Avere un modello di business flessibile e una struttura dei costi snella ci consente di ottimizzare le nostre prestazioni, se necessario, nonostante le modifiche normative annunciate di recente. Avere la struttura leader del settore ci consente di avere fiducia nel futuro.

I dati straordinari del primo trimestre di Plus500

  • I ricavi del primo trimestre 2018 sono stati 297,3 milioni di dollari, con un incremento del 284% rispetto allo stesso periodo dell’anno precedente
  • Il margine EBITDA ha continuato a essere forte, con un EBITDA di $ 237,3 milioni per il periodo
  • I ricavi del primo trimestre 2018 hanno rappresentato il 68% dei ricavi totali dell’esercizio 2011
  • L’EBITDA del primo trimestre ha rappresentato oltre il 90% dell’intero EBITDA dell’esercizio 2011
  • I ricavi del primo trimestre 2018 sono stati superiori del 120% rispetto al trimestre precedente

Anche per quanto riguarda gli utenti i dati sono davvero straordinari:

  • 218.187 clienti attivi, un aumento del 204% rispetto al primo trimestre 2017
  • 72.960 nuovi clienti, che riflettono il vantaggio competitivo del Gruppo per reagire rapidamente agli sviluppi dinamici del mercato e alla volatilità del mercato

L’aumento dei ricavi è derivato dal significativo aumento di clienti nuovi e attivi. Come indicato nei risultati preliminari della Società emessi a febbraio 2018, nel quarto trimestre del 2017 si è registrata una significativa crescita della clientela, che è continuata nel primo trimestre di quest’anno, contribuendo così in misura maggiore ai ricavi.

Anche la spesa per l’acquisizione dei clienti è diminuita fortemente, sia per il grandissimo interesse che le criptovalute hanno suscitato tra la fine del 2017 e l’inizio del 2018 e sia perché Plus500 si è affermato come una delle migliori piattaforme di investimento sulle criptovalute. Dalla fine di febbraio l’interesse verso le criptovalute è diminuito. Sono state inoltre riviste le politiche per l’attività di marketing attraverso determinati canali online che potrebbero ridurre l’acquisizione dei clienti. Plus500 si aspetta che entrambi causino un ritorno dei profitti e registrazioni a livelli più normali.

Insomma, Plus500 ha fatto dei numeri davvero incredibili per il boom delle criptovalute e adesso avvverte i mercati che si ritorna alla normalità. Perché Plus500 sta facendo questo avviso? Plus500 non solo è uno dei migliori broker per gli investimenti online ma è anche una società quotata alla Borsa di Londra ed è quindi tenuta ad obblighi di trasperenza davvero rigorosi.

In pratica, Plus500 deve tenere aggiornati i suoi azionisti in modo continuo, pubblicando i risultati ma anche le previsioni attendibili sul futuro. A partire da Febbraio 2017 l’interesse per il Bitcoin è sceso e questo fatto ha riportato l’operatività di Plus500 a livelli normali. Il broker quindi avvisa i suoi azionisti che i profitti da record fatti nel primo trimestre molto probabilmente non si ripeteranno. Tuttavia, c’è anche da dire che il valore del Bitcoin sta ricominciando a salire (si sta avvicinando in questo momento alla fatidica quota 10.000) e questo potrebbe riaccendere velocemente l’interesse del grande pubblico verso le criptovalute e quindi far crescere di nuovo i profitti di Plus500.

A proposito di Plus500

Plus500 è uno dei broker più affidabili e sicuri presenti sul mercato. Grazie a Plus500 è possibile fare trading su azioni, materie prime, valute e criptovalute grazie ai CFD (contratti per differenza). Plus500 mette a disposizione una piattaforma intuitiva e strumenti in grado di soddisfare le esigenze dei trader più navigati. In effetti, la piattaforma di trading di Plus500 è considerata a tutti gli effetti una piattaforma professionale, anche se è estremamente facile da utilizzare.

Chi vuole approfondire, può consultare la nostra recensione completa di Plus500, dove viene spiegato chiaramente come funziona Plus500 e come è possibile iscriversi per fare trading su tutti i principali mercati finanziari senza pagare alcun tipo di commissione.

Plus500 è lo sponsor ufficiale dell’Atletico di Madrid, una delle squadre più forti e blasonate della Liga spagnola.

Come guadagna Plus500?

A differenza di piattaforme come Fineco, Plus500 non applica alcun tipo di commissione o di costo fisso. Come fa allora a guadagnare così tanto? Il meccanismo su cui si basano i profitti di Plus500 è chiamato spread. In pratica, c’è una piccola differenza tra il prezzo a cui è possibile comprare il CFD su qualunque asset e il prezzo a cui è possibile vendere. L’unico profitto di Plus500 è costituito proprio da questo spread. Possiamo osservare come questo meccanismo eviti qualunque tipo di conflitto di interesse tra il broker e il trader.

In effetti, più il trader opera (quindi compra o vende allo scoperto CFD) e più Plus500 guadagna. Visto che i trader operano soprattutto quando riescono a ottenere risultati positivi, l’interesse di Plus500 è proprio quello di favorire il più possibile i suoi trader.

E non è un caso che proprio Plus500 si sia affermato come uno dei migliori broker a livello europeo.

Plus500 e le criptovalute

Abbiamo già visto come Plus500 abbia reso disponibile il trading di CFD su Bitcoin già da molti anni. In effetti, anche il trading di Litecoin è disponibile praticamente da sempre. Con il boom di criptovalute, Plus500 ha voluto offrire ai suoi clienti la possibilità di operare su un numero ancora più ampio di cripto-asset. Al momento della scrittura dell’articolo, ad esempio, con Plus500 è possibile operare su:

  • Bitcoin
  • Bitcoin Cash
  • Ripple
  • Ethereum
  • Litecoin
  • IOTA
  • EOS
  • Monero

Insomma, gli appassionati di criptovalute possono veramente trovare su Plus500 non solo il Bitcoin ma anche tutte le principali criptovalute emergenti.

Ma perché i trader preferiscono comprare CFD sulle criptovalute con Plus500 o con eToro (che offre un livello di servizio buono e anche la possibilità di copiare gli altri trader) piuttosto che farlo con gli exchange? Perché si comprano CFD sulle criptovalute invece che criptovalute? La ragione sta tutta nel fatto che acquistare CFD con una piattaforma autorizzata e regolamentata offre livelli di affidabilità elevatissimi, uguali a quelli che si avrebbero aprendo un conto corrente in banca. Le autorità di vigilanza controllano tutto in modo estremamente preciso e garantiscono quindi la protezione del denaro del cliente. Ovviamente questo non significa che non si possano perdere soldi: se si sbagliano le previsioni sulla quotazione delle criptovalute ovviamente si perdono soldi. La garanzia che si ottiene utilizzando Plus500 o eToro è relativa alla sicurezza del proprio capitale: si ha la certezza assoluta di non subire truffe o raggiri. Si ha anche la garanzia che il broker non chiude dalla sera alla mattina facendo sparire tutti i soldi.

Coloro che invece hanno utilizzato gli exchange per investire sulle criptovalute hanno subito truffe e raggiri di ogni tipo. Molti exchange hanno chiuso improvvisamente facendo sparire i Bitcoin e il denaro dei clienti. Proprio per questi comportamenti poco trasparenti, molti pensano che il Bitcoin è una truffa. Sappiamo bene che sia così ma è altrettanto vero che per investire in Bitcoin senza subire truffe è assolutamente consigliabile utilizzare una piattaforma autorizzata e regolamentata come Plus500.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *