Trading

Psicologia del trading: come diventare un trader vincente

La psicologia del trading è importante? Quanto conta davvero nel determinare il tuo successo quando operi sui mercati finanziari? Chi inizia il trading online pensa, di solito che per guadagnare è necessario conoscere tecniche e strategie. E’ vero, sono molto importanti, ma c’è qualcosa di ancora più fondamentale: il giusto atteggiamento psicologico.

Conoscere bene tecniche e strategie di trading online e approcciare il mercato con la psicologia sbagliata porta, di solito, a perdere soldi.

Paradossalmente, è molto meglio cominciare a fare trading online con la psicologia giusta e senza conoscere tecniche e strategie. Dopo tutto ci sono tanti corsi (anche gratuiti) che spiegano nel dettaglio come si può fare trading. Chi comincia con il piede giusto ha la possibilità di mettersi a studiare e colmare le sue lacune tecniche.

Molto più difficile, invece, è risolvere i problemi di tipo psicologico. Ma andiamo con ordine, analizzando quali sono i maggiori rischi psicologici del trading online e come è possibile eliminarli per garantirsi la possibilità di un trading vincente.

I rischi psicologici del trading

Psicologia del Trading

Psicologia del Trading

Fare trading online non è facile. Intendiamoci: dal punto di vista tecnico ormai le piattaforme sono veramente alla portata di tutti e chi non sa da dove cominciare ha la possibilità di scaricare gratis un buon corso di trading online.

I problemi maggiori con il trading sono di tipo psicologico. Il primo problema che hanno i trader, soprattutto i principianti ma non sono, è dominare le emozioni.

L’attività di trading online è molto particolare perché consente guadagni elevati in modo veloce ma, allo stesso tempo, presenta anche dei rischi di perdita. Questo significa che il trader è sempre sottoposto ad uno stress emozionale: da una parte ha paura di perdere il suo denaro, dall’altra ne vuole guadagnare sempre di più.

Paura e avidità sono le compagne di vita quotidiana di ogni trader vincente: la differenza tra il trader che vince e il trader che invece perde sta proprio nella capacità di dominare queste emozioni.

Le emozioni non si possono eliminare, fanno parte della nostra vita e quindi bisogna imparare a convivere con esse: vanno dominate.

Ma attenzione: non stiamo dicendo che la paura e l’avidità giochino solo un ruolo negativo, anzi: ecco perché è importante dominarle.

La psicologia del trader: paura

paura trading online

Iniziamo ad esaminare gli effetti, positivi o negativi, della paura di perdere soldi. È evidente che chi si lascia dominare dalla paura non combinerà assolutamente nulla.

Molti hanno paura di cominciare a fare trading e infatti evitano di cominciare: in questo caso fanno bene, perché probabilmente il trading online non fa per loro.

Chi comincia il trading online e si fa dominare dalla paura non combinerà nulla: probabilmente perderà tutte le grandi occasioni di guadagno, ad esempio impostando degli stop loss troppo stretti oppure evitando proprio di investire.

Il trader che si fa dominare dalla paura va alla ricerca continua dell’operazione sicura che però non arriva mai. Alla fine, fanno comunque delle operazioni sbagliate e perdono soldi (proprio quello che volevano evitare).

La paura di perdere gioca però un ruolo molto importante per evitare di entrare in operazioni troppo sconsiderate. Il trader che non ha paura di perdere soldi effettua operazioni estremamente rischiose.

Lo stile di questi trader assomiglia a quello di un giocatore d’azzardo. Ci sono casi in cui questi trader sono vincenti (e in alcuni casi riescono a guadagnare veramente tanti soldi) ma nella maggior parte dei casi perdono tutto il loro capitale molto velocemente.

Come sempre nella vita, la virtù sta nel medio: bisogna sempre tener presente che c’è la possibilità di perdere soldi e agire di conseguenza senza farsi dominare però. Ad esempio, il trader che volesse limitare le sue perdite senza tagliarsi le ali, dovrebbe semplicemente seguire una corretta strategia di money management e impostare un trading system equilibrato.

Il money management consiste nell’allocare solo una piccola parte del capitale su ogni singola operazione: in questo modo anche se l’operazione va male, i danni sono estremamente limitati. Ad esempio, un trader principiante dovrebbe utilizzare al massimo il 5% del capitale destinato al trading su ogni singola operazione.

Il trading system è un modo per controllare le potenziali perdite: le migliori piattaforme di trading mettono a disposizione la possibilità di impostare stop loss, cioè di specificare qual è la perdita massima che il trader è disposto a perdere.

Stop Loss Psicologia del Trading

Stop Loss Psicologia del Trading

Molti trader principianti dimenticano completamente di impostare gli stop loss e quindi ogni errore si trasforma in una vera e propria tragedia. Impostando gli stop loss, le perdite possono essere contenute.

La psicologia del trader: avidità

Se non fossimo avidi non faremmo proprio trading online: alla fine l’obiettivo è guadagnare soldi (oltre che dimostrare il proprio valore). L’avidità quindi è molto importante e non dobbiamo nemmeno pensare a eliminarla.

L’avidità diventa un problema solo quando diventa un’ossessione e soprattutto quando inizia a dominare completamente la nostra mente. Il trader vincente deve essere avido ma allo stesso tempo deve capire sempre fino a dove può arrivare.

Entrare in operazioni disperate, in modo non razionale, con l’obiettivo di guadagnare sempre e comunque, anche quando non è possibile, comporta rischi di perdita elevatissimi.

Il trader vincente sa sempre dove fermarsi e utilizza il trading system e il money management. Un trader che si fa prendere la mano dall’avidità, ad esempio, potrebbe pensare di non seguire il money management e investire il 100% del suo capitale su una singola operazione se questa gli sembra sicura. Si tratta di un errore gravissimo che quasi tutti i principianti compiono proprio perché si fanno prendere la mano dall’avidità.

Nel trading non ci sono operazioni sicure, anche quelle che sembrano a colpo sicuro possono chiudere in perdita: il money management deve essere sempre rispettato, in modo rigoroso e disciplinato.

La psicologia del trader: fiducia razionale

La psicologia del trader fiducia razionale

La psicologia del trader fiducia razionale

Il trader vincente è una persona fiduciosa (anche se non è stupido). La caratteristica tipica del trader fallito è di pensare che tutto il mondo lo vuole truffare. Nel trading online ci sono dei rischi elevati di truffa, ma individuare le truffe è semplice, abbiamo anche scritto una guida dedicata ai segni per individuare le truffe.

Chi opera con piattaforme di trading online autorizzate e regolamentate ha la sicurezza che non sarà truffato, quindi possiamo dire che oggi possiamo fare trading online con fiducia.

Il trader vincente ha fiducia nella piattaforma di trading online che utilizza, ovviamente se ha avuto l’intelligenza di scegliere una delle migliori (abbiamo preparato una lista delle migliori piattaforme di trading online autorizzate e sicure).

Il trader vincente è fiducioso, ad esempio segue con fiducia i consigli che riceve, sempre dopo aver verificato che chi gli sta fornendo il consiglio è una persona degna di fiducia.

Facciamo un esempio concreto: il trader vincente sceglie una piattaforma di trading online autorizzata e regolamentata (scegliere una regolamentata è stupido) e poi ha fiducia della sua piattaforma.

Alcune delle migliori piattaforme di trading online, come 24option, mettono a disposizione un servizio gratuito di supporto telefonico: ogni trader ha il suo account manager che lo segue passo a passo. Soprattutto per i trader principianti questo supporto può veramente fare la differenza. Il trader vincente ascolta con attenzione i consigli che riceve e soprattutto li mette in pratica.

Puoi visitare il sito ufficiale di 24option cliccando qui. Per curiosità, ricordiamo che 24option è partner ufficiale della Juventus.

Psicologia del trading: I segreti del trading vincente

Psicologia del trading- I segreti del trading vincente

Psicologia del trading- I segreti del trading vincente

Il trader vincente non deve essere necessariamente un esperto di tecniche e strategie: questi elementi possono essere molto importanti (anche se vedremo fra poco che in un caso sono completamente superflue e si può guadagnare anche senza conoscerle) ma possono essere studiate facilmente visto che ci sono tanti corsi gratuiti che spiegano passo a passo come si guadagna con il trading online (clicca qui per scaricare la migliore guida al trading).

Ciò che fa veramente la differenza è l’atteggiamento vincente: il trader vincente sa dominare la paura e l’avidità, ha fiducia e sa andare fino in fondo.

Molti trader iniziano bene, studiano, imparano ma poi alla prima difficoltà, alla prima operazione che si chiude in perdita perdono la fiducia e pensano che tutto sia una truffa.ù

Abbiamo già detto che ci sono le truffe nel trading ma è anche facilissimo operare senza truffe: basta scegliere esclusivamente piattaforme che siano autorizzate e regolamentate per evitare le truffe. Le perdite fanno parte del gioco, quando si perde soldi non è per una truffa ma per un errore.

Per i grandi trader, i soldi persi in un’operazione andata male non sono soldi sprecati: sono soldi utilizzati per acquistare esperienza ed evitare di commettere lo stesso errore nel futuro.

Purtroppo molti trader abbandonano il trading troppo presto, per mancanza di fiducia in se stessi, e perdono l’occasione di raggiungere il successo finanziario.

Il trader vincente è una persona che crede in quello che fa e che si impegna fino in fondo: studia, prova, sperimenta e non si arrende mai.

Puoi raggiungere il tuo successo finanziario anche partendo da zero, ma ci devi credere fino in fondo e ti devi impegnare molto.

Trading senza psicologia (quasi)

È possibile operare sui mercati finanziari e guadagnare senza tener conto della psicologia del trading? Se si fa trading online in modo tradizionale non è possibile ma se si fa trading automatico allora è possibile trascurare almeno alcuni aspetti della psicologia: solo le basi ovviamente perché le virtù del trading vincente in fondo sono sempre quelle.

Esistono vari metodi per fare trading online in maniera automatica, ma per semplicità consideriamo solo quello che fornisce le prestazioni migliori in termini di profitto, il copy trading di eToro.

eToro è una piattaforma di trading online che funziona particolarmente bene e che consente, tra le altre cose, di copiare automaticamente tutte le operazioni fatte da altri trader.

In pratica, c’è un motore di ricerca che consente di individuare i trader che hanno guadagnato di più nel passato. Il profilo dei trader è ricchissimo di informazioni utili, oltre al profitto si può leggere anche il loro livello di rischio ad esempio.

E’ possibile iniziare a copiare un trader semplicemente con un click: in questo modo anche un principiante può guadagnare come un trader esperto (puoi visitare la pagina ufficiale di eToro cliccando qui).

Quanto conta la psicologia del trading in questo caso? Per quanto riguarda l’operatività quotidiana, praticamente niente perché il trader non deve eseguire le singole operazioni quindi non deve controllare paura e avidità.

E’ importante comunque mantenere un atteggiamento vincente anche quando si fa trading con un sistema di trading automatico come eToro.

Psicologia del trading: Dipendenza dal trading online

Un aspetto importante da considerare in un articolo dedicato alla psicologia del trading online è quello della dipendenza. Negli ultimi anni, parallelamente alla crescita del numero dei trader, è cresciuto anche il fenomeno della dipendenza dal trading online.

Si tratta di un problema patologico, che può portare a gravissime conseguenze sia finanziarie che personali. Come tutte le dipendenze deve essere trattato da un professionista.

Psicologia del Trading Mark Douglas

Mark Douglas è stato un pioniere della psicologia del trading. È l’autore di “Trading in the Zone” e di “The Disciplined Trader”, libri che mirano ad aiutare i commercianti di azioni, forex e CFD ad ottenere la giusta disciplina psicologica di negoziazione necessaria per operare in maniera profittevole.

Ha avuto alle spalle ben 20 anni di esperienza di formazione “1 to 1” con traders alle prime armi, ma anche esperti. Il suo lavoro mastro è senza dubbio il libro “Trading in The Zone“.

Mark Douglas scrisse il suo primo libro, intitolato “The Disciplined Trader” nel 1990, un’epoca in cui i mercati finanziari erano estremamente differenti rispetto ad oggi.

Mark Douglas Psicologia Trading

Mark Douglas Psicologia Trading

Il suo lavoro del 2000, Trading The Zone, non solo è più aggiornato, ma risulta essere anche un’estensione del suo precedente libro.

Mark Douglas è quindi il Guru della Psicologia del Trading, e se desiderate approfondire la nostra già completissima guida, consigliamo solo e soltanto Mark Douglas.

Purtroppo, Mark Douglas è scomparso qualche anno fa. Quindi Trading in The Zone è stato il suo ultimo libro, che rimarrà nella storia come uno dei più grandi libri mai pubblicati sulla psicologia del trading.

Mark Douglas ha sempre scritto libri adatti sia ai trader alle prime armi che agli esperti. Il libro di cui parleremo a breve infatti non tratta di operazioni, tecniche oppure altre strategie e simili, parla piuttosto dell’atteggiamento mentale e di tutti i pensieri che ci passano per la testa prima e durante un trade.

Psicologia del Trading Libri: Trading in The Zone

Mark Douglas Trading in The Zone Libro Psicologia Trading

Mark Douglas Trading in The Zone Libro Psicologia Trading

Trading in The Zone è stato il lavoro principale di Mark Douglas. Si tratta di un libro che ha un obiettivo ben preciso: diventare un trader di successo.

Secondo Mark Douglas, un grosso errore della maggioranza degli aspiranti trader, è sbagliare tutto studiando il comportamento del mercato piuttosto che iniziare a guardare nella propria mente e nei propri tratti psicologici. Ci sono cinque “verità fondamentali” sul mercato al centro della mentalità commerciale “giusta”:

  1. Tutto può succedere
  2. Non c’è bisogno di sapere cosa succederà per guadagnare denaro.
  3. La distribuzione delle posizioni chiuse vincenti e perdenti è casuale;
  4. Un Edge (ossia un margine, un vantaggio) significa soltanto una probabilità più alta di vincere una trade, rispetto ad un’altra perdente;
  5. Ogni istanza del mercato è unica.

Tutto può succedere. Non c’è bisogno di sapere cosa accadrà per guadagnare soldi.
La distribuzione delle operazioni vincenti e perdenti è casuale.

Un vantaggio significa solo una maggiore probabilità di uno scambio vincente rispetto a uno perdente.
Ogni istanza del mercato è unica.

Tutto ciò può accadere significa che il mercato è composto da commercianti e nessuno dei trader può sapere con certezza cosa farà l’altro.

Anche se alcuni indicatori tecnici, fondamentali o di “sentiment” prevedono un movimento, il risultato reale potrebbe essere completamente diverso in quanto potrebbe essere necessario un solo operatore per influenzare i prezzi.

Douglas afferma che tutto ciò non è un problema per guadagnare soldi. Proprio come fa il proprietario del casinò, non ha bisogno di sapere quello che accadrà durante la rotazione della roulette, o come la compagnia di assicurazione non ha bisogno di sapere se un contratto assicurativo specifico verrà richiesto o meno.

Quello che è importante sapere per queste persone, è che il totale di una serie abbastanza grande di risultati, sarà a loro favore. È quindi tutta una questione di statistica e matematica.

La distribuzione di questi risultati può essere solo casuale. Ci possono essere serie di perdite o guadagni, ma non può esserci alcuna dipendenza tra i risultati, perché tutto può accadere.

Il vantaggio della strategia di trading è solo un’indicazione di un indice di successo più alto, che può essere espresso sia come più profitti che perdite o come profitti più grandi delle perdite. Alla fine, con un set di campioni abbastanza grande, la strategia di trading che ha più margine di vantaggio porterà a un guadagno positivo sul saldo del conto.

Second Douglas, ammettere che ogni momento del mercato è praticamente unico e non può essere ripetuto, consente di riconoscere che ciò che vediamo ora, non importa quanto sia simile a un precedente momento storico, non necessariamente finirà in modo simile ad un risultato precedente.

Se vinciamo per tre volte di fila usando un modello, ciò non significa che vinceremo la quarta volta che useremo quel modello. Perché tutto può succedere.

Riassumendo, ecco che arriviamo al nocciolo della questione: accettare questi cinque “fattori fondamentali” circa il mercato, consente di ottenere il mind-set più corretto sul trading online.

Accettare queste cinque verità, porta all’eliminazione della paura e dell’euforia all’interno del processo di trading. Un trader entrerà in uno stato mentale “senza pensieri” e opererà facendo trading “nella zona”, che significa fare un trading intuitivo, ottenendo un successo consistente.

Lascia un commento