Trading

Pullback Trading: Ecco come operare con questo metodo

Senza dubbio il Pullback Trading è una metodologia operativa tra le più diffuse nel mondo dei mercati finanziari. Soprattutto coloro che amano l’operatività Intraday sono soliti utilizzare la tecnica del Pullback , molto spesso con successo.

Nella sua semplicità, il Pullback deve rispettare alcune fondamentali indicazioni a livello grafico, utilissime per ridurre al minimo il margine di errore. Purtroppo molti principianti non seguono (o non conoscono) tutte le tecniche del caso, per questo motivo noi di Mercati24 abbiamo realizzato questa guida. La finalità è quella di spiegare in maniera semplice e pratica come investire sui mercati con il Pullback.

Gli esempi fatti sono tutti basati sui dati basati sul Broker ForexTB, il migliore per operare sulla basi dell’analisi tecnica. Zero costi fissi, spread bassi e possibilità di fare pratica su un conto Demo gratuito: per imparare al meglio la strategia del Pullback Trading, ForexTB è la scelta migliore.

Piattaforma: forextb
Deposito Minimo: 250€
Licenza: Cysec
  • Corso trading gratis
  • Segnali di trading gratis
  • ➥ Inizia
    1star 1star 1star 1star 1star

    Pullback Trading Significato

    Iniziamo subito con la spiegazione relativa il significato del Pullback: questo termine si traduce letteralmente con “ritirarsi“. Rende bene l’idea della sua movimentazione nel grafico, tuttavia può essere descritto in modo molto similare anche con altri due termini:

    • Breakout Trading
    • Throwback Trading

    Il concetto nella sua semplicità viene espresso perfettamente dall’immagine che lo rappresenta, eccola:

    pullback trading

    A livello generale (analizzeremo in seguito i dettagli), questa strategia indica la rottura di un livello chiave di prezzo con la finalità di cambiare Trend in corso. Tuttavia, prima di proseguire nella direzionalità intrapresa, il prezzo tende a testare nuovamente il punto di rottura (breakout). Questo movimento prende il nome di Pullback.

    Per questo motivo, trattandosi cioè di una rottura di un livello di prezzo, molti analisti parlano di questa metodologia anche con il termine Breakout Trading. Più nello specifico, quando la rottura avviene per dare il via ad un Trend rialzista, sarà possibile parlare di Throwback Trading.

    In ogni caso, aldilà di queste sottigliezze, è importante capire bene le dinamiche che sono alla base del Pullback. Scopriamo subito come operare in pochi e semplici passi.

    Pullback Trading Strategia operativa

    Tra i primi a parlare in termini tecnici di questa strategia è stato Jeff Cooper, già noto ai lettori di Mercati24 per aver teorizzato l’operatività basata sul Trading Lizard. Nel corso della sua lunga carriera di Trader, Cooper si è concentrato anche sul Pullback arrivando a definirne caratteristiche e segreti operativi.

    Riassumiamo adesso le condizioni principali che devono essere rispettate per operare al meglio con questo sistema.

    Passo #1

    Grafico della Metatrader settato sul Daily. I livelli di prezzo devono essere ben definiti, non importa se il Trend è in fase rialzista, ribassista o laterale. Quello che conta è posizionare correttamente proprio i livelli di prezzo, elemento basilare della Price Action.

    Passo #2

    Osservare quando il prezzo rompe un livello di supporto o resistenza. In questa fase NON è consigliabile operare dal momento che possiamo essere soggetti a falsi segnali. Per questo motivo attendiamo l’eventuale formarsi del Pullback, tuttavia teniamo gli occhi ben aperti perché il livello di prezzo è ormai rotto.

    Passo #3

    Osserviamo il formarsi del Pullback, con il prezzo che ritraccia fino a tornare sul livello di supporto/resistenza appena rotto. Anche in questo caso NON è consigliabile operare poiché il rischio di falsi segnali è ancora alto, in altre parole il Pullback deve ancora finire di completarsi.

    Passo #4

    Dopo aver testato il livello di prezzo, inizierà un nuovo slancio nella direzionalità intrapresa. Non appena si formerà una candela che supera il Pullback stesso, sarà possibile entrare a mercato con lo Stop Loss inserito poco sotto il livello di supporto/resistenza.

    Pullback Trading Falsi Segnali Breakout

    Quanto descritto nel precedente paragrafo è la base della strategia oggetto della nostra guida. Tuttavia, anche se l’operatività può risultare semplice ed immediata, ci sono degli aspetti da tenere in grossa considerazione e degli accorgimenti da prendere per renderla efficace.

    Nello specifico, il problema più grande è rappresentato dai “falsi segnali“, ovvero indicazioni errate che ci provengono dal grafico. Occorre un pò di esperienza per riconoscere questi segnali, procediamo quindi con la spiegazione completa dei due principali elementi che traggono in inganno i trader principianti.

    Bull Trap

    Questo termine indica la cosiddetta “trappola del toro“, ovvero il falso segnale che deriva dalla rottura di un movimento rialzista.

    Siamo quindi in presenza di un livello di resistenza appena violato, con la candela che sembra continuare a spingere verso l’alto. Ecco, in questo caso molti commettono l’errore di entrare a mercato confidando in una movimentazione rialzista anche nelle prossime ore. Purtroppo, spesso capita che la spinta si esaurisce in un fuoco di paglia e nel grafico resterà solo l’ombra della candela al di sopra del livello di resistenza.

    Siamo in presenza di una classica “falsa rottura” e quindi di una vera e propria trappola. Anche per questo motivo i Trader più navigati non entrano subito a mercato ma aspettano il formarsi del Pullback, per avere un’ulteriore conferma ed entrare a mercato con margini di profitto molto più alti.

    Bear Trap

    Un discorso perfettamente speculare può essere fatto per la cosiddetta “trappola dell’orso“. In questo caso siamo in presenza di un livello di supporto vicino ad essere violato. Gli orsi (quindi i Trader ribassisti) sembrano avere la meglio tanto che il prezzo continua a scendere.

    Anche in questo caso, affrettare i tempi ed entrare subito a mercato è un forte rischio. In molti aprono posizioni Short salvo poi vedere il prezzo cambiare direzione e rientrare nel range. Gli Stop Loss saltano e si fanno i conti con le perdite subite.

    Ne consegue, così come per la Bull Trap, che è molto importante aspettare il formarsi del Pullback per poi entrare a mercato solo se il prezzo effettivamente continua la sua discesa dopo aver ritestato il supporto.

    Pullback trading

    Pullback Trading Indicatori a supporto

    Come facciamo a riconoscere (con buona probabilità) che siamo davanti ad un Pullback e non ad un falso segnale? Ovvio, l’infallibilità non esiste, tuttavia oltre alle raccomandazioni contenute nei precedenti paragrafi ne aggiungiamo altre. Ci riferiamo ad indicatori di Trading da utilizzare come supporto decisionale.

    Volumi

    L’esperienza insegna che durante il Pullback i volumi tendo a diminuire. Infatti, dopo una forte folata di volatilità necessaria per rompere il livello di prezzo, i volumi si fanno più bassi.

    Certo, questa indicazione presa singolarmente vuol dire poco o nulla. Tuttavia, è molto utile perché ci offre la conferma che siamo in presenza del formarsi del Pullback, quindi basterà avere pazienza ed attendere il nuovo slancio.

    Indicatore ATR

    Sulla stessa scia dei volumi, l’indicatore ATR è utilissimo per misurare in modo semplice ed intuitivo la presenza sul mercato di un grande numero di compratori o venditori. Anche in questo caso il suo valore deve diminuire, questo ci offrirà l’indicazione che il mercato si sta preparando per il Pullback.

    Quindi, occhi aperti e non appena si formerà una candela ampia e nella direzionalità desiderata, anche l’ATR dovrebbe tornare ad aumentare. Entrare a mercato sarà quindi più sicuro e con percentuali di profitto più alte.

    Pullback Trading Strumenti utili

    Per operare come dei veri professionisti con questa strategia, è fondamentale avvalersi di un paio di strumenti fondamentali per investire al meglio. Stiamo parlando di servizi offerti dai migliori Broker, utili per ottimizzare la nostra strategie e soprattutto completamente gratuiti.

    Scopriamo di cosa si tratta.

    Segnali di Trading

    Elemento che non può mancare nel Trading Desk di ogni investitore, i Segnali di Trading sono un supporto fondamentale per ottimizzare i nostri profitti! In questa sezione prendere in considerazioni quelli offerti da ForexTB, considerati tra i migliori d’Italia.

    Questi Segnali funzionano in modo semplice: sono delle indicazioni che ci arrivano in tempo reale, contenenti informazioni su quando e come entrare a mercato. Ad esempio, se le azioni Amazon offrono in un preciso momento un’ottima opportunità di acquisto (magari proprio a seguito di un Pullback), ci arriverà un segnale contenente la seguente indicazione:

    • Compra Amazon con Target $1850

    Di servizi del genere ne esistono a decine, tuttavia spesso richiedono un abbonamento mensile salato oppure sono poco affidabili! Al contrario, i segnali offerti da ForexTB godono di due indiscutibili vantaggi:

    • Totalmente gratuiti
    • Affidabili e performanti

    Il tasso di segnali andati a target è superiore al 75%, insomma gli analisti di ForexTB sono dei veri professionisti che forniscono indicazioni estremamente accurate per operare al meglio.

    Per richiedere questo servizio in modo totalmente gratuito, basterà cliccare nel seguente Link:

    Richiedi qui i Segnali gratuiti di ForexTB

    Assistente personale

    Il sogno di tutti i trader indipendenti: avere un assistente personale, qualificato e preparato, a completa disposizione. Ebbene, grazie a Trade.com questo sogno è diventato realtà per molti investitori.

    Infatti il noto Broker da qualche mese ha lanciato un nuovo servizio che prevede l’assegnazione di un Account Manager dedicato ad ogni cliente. Si tratta ovviamente di professionisti di grande esperienza, che potranno essere contattati telefonicamente durante la giornata di Trading.

    Quindi, siamo davanti ad un Pullback e vogliamo un consiglio su quando entrare esattamente a mercato? Possiamo contattare il nostro assistente. Oppure cerchiamo un parere su dove posizionare lo Stop Loss? Bene, possiamo chiederlo all’assistente. In generale, sarà possibile contattarlo e contare su di lui come se fosse un vero e proprio Tutor.

    Richiedi qui i servizi gratuiti dell'assistente personale di Trade.com

    Conclusioni

    La strategia del Pullback Trading, nota anche con i nomi di Breakout o Throwback, è stata portata alla ribalta del noto Trader Jeff Cooper negli anni ’90.

    Ancora oggi tantissimi Trader la utilizzano perché offre percentuali di riuscita davvero alte. Tuttavia, occorre tenere in considerazione alcuni importanti aspetti per non commettere errori. In questa guida abbiamo ampiamente descritto tutte le condizioni da rispettare per operare al meglio ed essere profittevoli grazie alla Pullback Trading Strategy.

    A livello pratico, oltre a consigliare senza dubbio una Metatrader per operare al meglio, abbiamo fornito utilissime indicazioni per richiedere due servizi di grandissima qualità che ci aiuteranno (e non poco!) nella nostra strategie di investimento, ecco quali:

    • Segnali di Trading
    • Assistente personale

    Consigliamo caldamente di richiedere entrambi e testarli su un conto Demo dal momento che entrambi i Broker che offrono questi servizi sono gratuiti e senza vincoli. Per iniziare su uno o entrambi, ecco il Link per farlo senza nessun costo:

    Piattaforma: forextb
    Deposito Minimo: 250€
    Licenza: Cysec
  • Corso trading gratis
  • Segnali di trading gratis
  • ➥ Inizia
    1star 1star 1star 1star 1star
    Piattaforma: trade
    Deposito Minimo: 100€
    Licenza: Cysec
  • Demo gratis
  • Corso trading gratis
  • ➥ Inizia
    1star 1star 1star 1star 1star
    79.20 % dei conti al dettaglio di CFD perdono denaro
    Come funziona il Pullback Trading?

    Si tratta di una strategia che si basa sulla Price Action ed offre indicazioni abbastanza precise per entrare a mercato a seguito della rottura di una linea di prezzo.

    Chi è l’ideatore del Pullback Trading?

    Le origini di questa strategie affondano le sue radici nel corso degli anni, tuttavia Jeff Cooper è stato il Trader che più di altri ha analizzato al meglio questa strategia.

    Come viene anche conosciuto il Pullback Trading?

    Può essere chiamato anche Breakout Trading oppure Throwback Trading.

    Su quali piattaforme è consigliabile operare con questa strategia?

    Sicuramente sulla Metatrader, rapida ed efficace, perfetta per l’analisi tecnica. In Italia la MT4 di ForexTB è la più utilizzata.

    Il nostro voto
    Clicca per lasciare un voto!
    [Totale: 0 Media: 0]

    Lascia un commento