Mercati azionari

Quando comprare e vendere azioni

Molti sono oggi gli investitori che si chiedono quando sia il momento ideale per acquistare e vendere azioni in borsa.

Innanzitutto occorre conoscere bene la società in cui si investe del denaro, essere informati sulla situazione generale dei mercati azionari ed aver presente anche i trend passati attraverso l’utilizzo dei grafici di borsa. Inoltre, è di fondamentale importanza sapere che esistono due tipologie di vendita sui broker CFD (i migliori).

Lo studio, la preparazione e la formazione sono alcuni aspetti fondamentali per operare in Borsa e su cui basarsi per ottenere interessanti risultati.

Ecco perché il primo passo per un corretto approccio per acquistare e vendere azioni in borsa è ricorrere all’uso dell’analisi tecnica, grazie a cui riuscire a studiare l’andamento dei prezzi nei mercati finanziari con riferimento ai tempi passati e con l’obiettivo di prevedere i trend futuri, facendo ricorso ad opportuni grafici ed indicatori.

L’analisi tecnica è oggi forse lo strumento maggiormente adoperato dagli analisti, insieme all’analisi fondamentale, per disporre di utili informazioni e comprendere quando è il momento migliore di investire sul mercato.

Tra le strategie maggiormente adoperate dagli investitori, la più semplice è osservare il grafico e verificare l’andamento di un titolo. Nel momento in cui raggiunge i massimi storici è probabile che diminuisca di valore, in quanto chi ha acquistato ai minimi solitamente venderà per mettere al sicuro i profitti realizzati. In pratica ecco uno dei tanti momenti ideali per comprare una data tipologia di azioni. Essere quindi bravi a seguire l’andamento del titolo e cogliere l’attimo giusto per acquistare l’azione prima che torni nuovamente a crescere.

Questo è soltanto un banale esempio di scelta del timing corretto per entrare nel mercato. Aspetto essenziale da considerare è anche valutare preventivamente l’ammontare massimo che si è disposti a perdere ed in tal caso inserire uno stop loss. Il funzionamento è molto semplice, in quanto se l’azione dovesse scendere oltre il nostro stop loss, il titolo verrebbe subito messo sul mercato e venduto, limitando così notevolmente la perdita. È opinione diffusa che non si dovrebbe mai acquistare azioni senza immettere un ordine di stop loss (se vuoi investire nei mercati finanziari visita i migliori broker forex, broker CFD, broker opzioni binarie).

Per avere successo in Borsa, risulta essenziale stabilire in anticipo sia quanto perdere ma anche quanto realizzare, ovvero il livello atteso di profitto. Ovviamente può risultare sbagliato (tranne in caso di scalping) vendere le azioni dopo che il titolo cresce di qualche punto, ma sicuramente non si può decidere di aspettare che il titolo raggiunga una quotazione inverosimile prima di incassare il profitto, poiché è stato assunto come obiettivo un gain stratosferico.

Naturalmente se il titolo mette in mostra evidenti segnali di rialzo, è opportuno lasciarlo correre e non essere impazienti di vendere. Viceversa se mostra oscillazioni per periodi relativamente lunghi, la vendita potrebbe rappresentare la scelta corretta da compiere.

Le strategie per acquistare e vendere azioni in Borsa sono tantissime, e grazie all’utilizzo dell’analisi tecnica e fondamentale sarà possibile comprendere quali sono i momenti migliori per acquistare e vendere azioni. Naturalmente per guadagnare in Borsa la regola da seguire è sempre la stessa, ovvero la più celebre: limitare le perdite e lasciare correre i profitti.

Come si vendono le azioni

Prima di arrivare a vendere addirittura un titolo, è necessario prima di tutto avere piena padronanza di alcuni fattori chiave. Vediamo quindi come si vendono le azioni.

Controlla le tue emozioni

Ci sono buone e cattive ragioni per vendere azioni. Ad esempio il titolo sta andando male, la leadership irresponsabile e le decisioni di gestione possono portare il titolo a crollare, e quindi a far decidere gli investitori di disfarsi del titolo. Forse hai deciso che il tuo denaro starebbe meglio investito altrove, o stai raccogliendo perdite per compensare i guadagni per i quali dovrai pagare le tasse sul reddito.

Le cattive ragioni in genere comportano una reazione istintiva alle fluttuazioni del mercato a breve termine o alle notizie una tantum. Tagliare le perdite di un’azione che si stava comprando, è fondamentale. Vendere significa infatti chiudere una posizione d’acquisto.

C’è il detto: compra in basso, vendi in alto. Prima di vendere un titolo, ripassa il tuo ragionamento per assicurarti di non cedere ad una risposta emotiva di cui poi potresti pentirti.

Rischi di investire emotivamente? Potrebbe essere una buona idea utilizzare i robot di trading.

Decidi un tipo di ordine

Se hai familiarità con l’acquisto di azioni, hai familiarità con la vendita – le opzioni per i tipi di ordine sono le stesse. L’obiettivo, tuttavia, è diverso: si utilizzano tipi di ordine per limitare i costi sull’acquisto di azioni. Sulla vendita, il tuo obiettivo principale è limitare le perdite e massimizzare i rendimenti.

Dovresti investire per almeno 5 anni

Dovresti investire per almeno 5 anni

Dovresti investire per almeno 5 anni

Vediamo quindi adesso come investire sotto il punto di vista delle tempistiche. I più grandi investitori affermano che si dovrebbe investire per almeno 5 anni, se si è seri con il proprio investimento.

Come regola generale, dovresti investire per almeno cinque anni. Ciò consente di avere abbastanza tempo per superare eventuali crolli sul mercato che potrebbero farti perdere i tuoi soldi. Se sai che hai bisogno di accedere ai tuoi soldi durante l’investimento, forse investire non è la strada giusta per te.

Detenere azioni in una sola azienda è ad alto rischio

Pensaci. Se questa compagnia si trova in difficoltà, potresti perdere parte o tutti i tuoi soldi. Piuttosto, spartisci il rischio acquistando azioni di numerose aziende. Questo processo si chiama DIVERSIFICAZIONE e consente di diminuire in maniera sostanziale l’esposizione all’interno di un solo mercato, diminuendo quindi le fluttuazioni all’interno del proprio conto di trading online.

È senza dubbio molto emozionante cercare di fare scommesse su il mercato, ma è quasi impossibile che tutte le proprie previsioni si riveleranno giuste, in quanto anche gli investitori più esperti sbagliano. Fare trading emozionale o comunque “non ragionato” porta quasi sempre alla perdita.

Drip Feeding

Drip Feeding

Invece, dovresti investire su base regolare – nel gergo dell’investimento questo è chiamato “drip-feeding” – per compensare eventuali alti e bassi. Questo ti darà un ulteriore vantaggio, e gli esperti sanno bene di cosa sto parlando.

Ecco come funziona il “Drip Feeding”

Se hai investito una somma forfettaria di euro 10.000 e acquistato azioni del valore di euro 10 ciascuna, avresti 1.000 azioni. Se hai acquistato 5.000 euro per le stesse azioni al mese per due mesi (per un totale di euro 10.000 complessivi), dovresti acquistare 500 azioni nel primo mese.

Ma se il prezzo delle azioni scendesse a euro 9,50 nel secondo mese, saresti in grado di acquistare 526 azioni, poiché le azioni hanno un prezzo inferiore. Quindi, anziché ottenere solo 1.000 azioni per le tue euro 10.000, due pagamenti di euro 5.000 consentiranno di comprare ben 1.026 azioni.

Vendere Azioni CFD: la guida su eToro

Vendere Azioni CFD la guida su eToro

Vendere Azioni CFD la guida su eToro

Ma come si vendono le azioni con i Contratti per Differenza, il modo più universale per investire all’interno dei mercati finanziari. Attraverso la piattaforma di trading con i CFD eToro, puoi cliccare qui per cominciare a fare trading online con la piattaforma eToro, è possibile comprare e vendere azioni in maniera facile e semplicissima.

La piattaforma di trading di eToro è in assoluto tra le più grandi al mondo, in quanto è cresciuta moltissimo dopo aver iniziato ad offrire funzionalità di copytrading e social trading. Si tratta senza dubbio della migliore piattaforma attualmente disponibile.

eToro: cos’è e come funziona

Le caratteristiche social di eToro (clicca qua per andare sul sito) sono quelle che hanno reso, anno dopo anno questo broker di trading online più unico che raro all’interno dello spazio del forex trading e CFD. Sia il metodo CopyTrader ™ che le strategie di investimento CopyPortfolios ™ si basano sulla base di utenti di eToro, che conta oltre 6 milioni di utenti da 140 paesi, e sono progettati per aiutare i trader a esplorare nuovi modi per generare profitto.

eToro- cos'è e come funziona

eToro- cos’è e come funziona

Come funziona CopyTrader?

Il sistema CopyTrader è uno dei motivi principali per cui la piattaforma è considerata tra i leader della rivoluzione fintech. L’idea generale dello strumento CopyTrader è piuttosto semplice: scegli gli operatori che desideri copiare, decidi l’importo che desideri investire e copia tutto ciò che fanno automaticamente e in tempo reale con un clic di un pulsante.

Oltre al concetto di base del commercio di copie, ci sono alcuni elementi aggiuntivi al sistema. Prima di iniziare, faremo riferimento a:

  • “Trader copiato” come il commerciante su cui stai investendo (copia);
  • “Copiatore” come utente che sta eseguendo l’azione di copia (ad esempio tu stesso);

Ecco alcuni punti importanti da tenere in considerazione prima di copiare:

  • L’importo minimo da investire in un trader è $ 200.
  • La quantità massima di traders che puoi copiare contemporaneamente è 100.
  • L’importo massimo che puoi investire in un trader è $ 500.000.
  • L’importo minimo per una transazione copiata è $ 1; le negoziazioni al di sotto di questo importo non saranno aperte.
  • Se chiudi una transazione copiata manualmente, i fondi da questa posizione verranno riaccreditati sul saldo della copia (l’importo assegnato per copiare quella persona che non è stata investita in posizioni aperte).
  • Puoi cliccare qui per cominciare a fare trading online con la piattaforma eToro
CopyTrader – Copia di tutte le operazioni

Il sistema CopyTrader consente ai copiers di avere l’opportunità di copiare tutte le operazioni attualmente aperte del trader che si desidera mettere in copia. I copiatori che decidono di optare questo metodo avranno le negoziazioni aperte esistenti del commerciante che stanno copiando aperte in automatiche, con i seguenti termini:

  • Le posizioni aperte esistenti verranno aperte nel conto del copier con i tassi di mercato disponibili al momento della copia (non i tassi ai quali sono state aperte le transazioni originali).
  • Le operazioni avranno lo stesso stop loss (SL) e trarranno profitto (TP) come lo scambio originale.
  • Le operazioni risulteranno quindi al 100% uguali in proporzione alle azioni che verranno aperte da parte del commerciante copiato, comprese le modifiche nelle SL e TP e la chiusura delle trades, dal momento in cui inizi a copiarle. Se il trader copiato estende la propria SL aggiungendo più fondi a una posizione, la SL si adeguerà di conseguenza. Tuttavia, l’importo della tua posizione rimarrà uguale all’importo iniziale.
  • Pertanto, a volte potresti notare differenze nella percentuale di guadagno tra il tuo account di copia e l’account del commerciante copiato.
  • Sarai in grado di chiudere uno specifico scambio copiato senza chiudere l’account di copia.
  • Se il commerciante copiato apre una posizione nei mercati che sono chiusi durante il periodo in cui vengono copiati (ad esempio, la pausa del mercato), il sistema aprirà un ordine di mercato per la copier. Una volta che il mercato è aperto, l’ordine verrà eseguito in una posizione con il primo tasso di mercato.
  • Per vedere tutte le operazioni copiate da un singolo operatore, vai al tuo portafoglio e fai clic sul nome del commerciante copiato.

Vendere le Azioni al Ribasso (vendita allo scoperto)

Vendita allo Scoperto

Vendita allo Scoperto

Uno dei vantaggi delle piattaforme di trading con i CFD (Contratti per Differenza) è la possibilità di vendere allo scoperto i titoli azionari (che non significa assolutamente vendere una posizione d’acquisto, quindi chiuderla).

Come Vendere Azioni

Come Vendere Azioni

La vendita allo scoperto è la vendita di un titolo che non è di proprietà del venditore o che il venditore ha preso in prestito. La vendita allo scoperto è motivata dalla convinzione che il prezzo di un titolo diminuirà, consentendo di riacquistarlo a un prezzo inferiore per ottenere un profitto.

Le vendite allo scoperto possono essere indotte dalla speculazione o dalla volontà di proteggere il rischio al ribasso di una posizione lunga nello stesso titolo oppure invece in uno correlato. Poiché il rischio di perdita su una vendita allo scoperto è teoricamente infinito, la vendita allo scoperto dovrebbe essere utilizzata solo da operatori esperti, che conoscono bene i rischi.

Con i CFD è possibile quindi vendere allo scoperto, ovvero quindi ottenere guadagni anche dal ribasso di un mercato finanziario, ma anche vendere un titolo che si era acquistato in precedenza. Importante infine ricordare che sui broker in inglese, è prima di tutto necessario cliccare sul SELL per vendere e sul BUY per comprare.

Lascia un commento