Quando comprare e vendere azioni

comprare azioni

Molti sono oggi gli investitori che si chiedono quando è il momento ideale per acquistare e vendere azioni in borsa.

Innanzitutto occorre conoscere bene la società in cui si investe del denaro, essere informati sulla situazione generale dei mercati azionari ed aver presente anche i trend passati attraverso l’utilizzo dei grafici di borsa.

Lo studio, la preparazione e la formazione sono alcuni aspetti fondamentali per operare in Borsa e su cui basarsi per ottenere risultati.

Ecco perché il primo passo per un corretto approccio per acquistare e vendere azioni in borsa è ricorrere all’uso dell’analisi tecnica, grazie a cui riuscire a studiare l’andamento dei prezzi nei mercati finanziari con riferimento ai tempi passati e con l’obiettivo di prevedere i trend futuri, facendo ricorso ad opportuni grafici ed indicatori.

L’analisi tecnica è oggi forse lo strumento maggiormente adoperato dagli analisti, insieme all’analisi fondamentale, per disporre di utili informazioni e comprendere quando è il momento migliore di investire sul mercato.

Tra le strategie maggiormente adoperate dagli investitori, la più semplice è osservare il grafico e verificare l’andamento di un titolo. Nel momento in cui raggiunge i massimi storici è probabile che diminuisca di valore, in quanto chi ha acquistato ai minimi solitamente venderà per mettere al sicuro i profitti realizzati. In pratica ecco uno dei tanti momenti ideali per comprare una data tipologia di azioni. Essere quindi bravi a seguire l’andamento del titolo e cogliere l’attimo giusto per acquistare l’azione prima che torni nuovamente a crescere.

Questo è soltanto un banale esempio di scelta del timing corretto per entrare nel mercato. Aspetto essenziale da considerare è anche valutare preventivamente l’ammontare massimo che si è disposti a perdere ed in tal caso inserire uno stop loss. Il funzionamento è molto semplice, in quanto se l’azione dovesse scendere oltre il nostro stop loss, il titolo verrebbe subito messo sul mercato e venduto, limitando così notevolmente la perdita. È opinione diffusa che non si dovrebbe mai acquistare azioni senza immettere un ordine di stop loss (se vuoi investire nei mercati finanziari visita i migliori broker forex, broker CFD, broker opzioni binarie).

Per avere successo in Borsa, risulta essenziale stabilire in anticipo sia quanto perdere ma anche quanto realizzare, ovvero il livello atteso di profitto. Ovviamente può risultare sbagliato (tranne in caso di scalping) vendere le azioni dopo che il titolo cresce di qualche punto, ma sicuramente non si può decidere di aspettare che il titolo raggiunga una quotazione inverosimile prima di incassare il profitto, poiché è stato assunto come obiettivo un gain stratosferico.

Naturalmente se il titolo mette in mostra evidenti segnali di rialzo, è opportuno lasciarlo correre e non essere impazienti di vendere. Viceversa se mostra oscillazioni per periodi relativamente lunghi, la vendita potrebbe rappresentare la scelta corretta da compiere.

Le strategie per acquistare e vendere azioni in Borsa sono tantissime, e grazie all’utilizzo dell’analisi tecnica e fondamentale sarà possibile comprendere quali sono i momenti migliori per acquistare e vendere azioni. Naturalmente per guadagnare in Borsa la regola da seguire è sempre la stessa, ovvero la più celebre: limitare le perdite e lasciare correre i profitti.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *