Rapporto sugli utili di Facebook – analisi del Q2, e uno sguardo al Q3

Facebook Rapporto Utili

Analizziamo le nostre previsioni relative al titolo Facebook prima del rapporto sugli utili del secondo trimestre e quello che in realtà è emerso. In questo modo possiamo avere un’idea più chiara su come la società performerà nel corso del terzo trimestre futuro, fino alla pubblicazione del rapporto sugli utili del Q3.
Cosa sapevamo di Facebook prima dell’ultimo rapporto sugli utili?



  1. Sapevamo che le azioni Facebook avevano guadagnato oltre il 18% negli ultimi tre mesi.
  2. Sapevamo che Facebook è stata la società a raggiungere più velocemente i $250 miliardi di capitalizzazione di mercato, ottenendo questo risultato in poco più di 3 anni, superando senza difficoltà Google, che ha impiegato 8 anniii.
  3. Sapevamo che Facebook solitamente supera le previsioni di Wall Street, unica eccezione nel 2012.
  4. Sapevamo che, nell’ultimo trimestre, gli utenti attivi di Facebook erano aumentati del 13% anno su anno, raggiungendo 1,44 miliardi, oltre alla popolazione della Cina!
  5. Sapevamo che la crescita del settore mobile fosse un punto chiave con cui misurarsi per Facebook, e detto fatto, dal momento che gli utenti giornalieri da mobile sono aumentati del 31% anno su anno, con oltre 798 milioni di utenti giornalieri da mobile.
  6. Sapevamo che nel primo trimestre del 2015 i profitti di Facebook sono aumentati del 42%.

Per quanto riguarda i ricavi pubblicitari, questo rappresenta un punto molto importante, dal momento che c’è stata una spinta decisa nel mobile advertising. Infatti gli introiti derivanti dalla pubblicità su mobile costituiscono il 73% degli introiti pubblicitari complessivi. Questo deriva in parte da un sostanziale aumento del tempo medio passato su Facebook. Infatti, secondo un rapporto di comScore i minuti totali spesi su Facebook sono aumentati del 27% anno su anno. Facebook ha spinto molto in direzione del mobile con Messenger, ma anche con l’acquisto di WhatsApp e Instagram. Quindi il mobile advertising rappresenta senza dubbio un settore in cui la società voleva registrare una forte crescita (e sperano di poter continuare in questa direzione).

Con l’avvicinarsi del rapporto sugli utili del secondo trimestre gli investitori sembravano cautamente ottimisti circa la direzione futura di Facebook. Certamente apprezzavano l’ampia base utenti e la strada fatta nel mobile advertising. Tuttavia si chiedevano se il titolo non fosse leggermente sopravvalutato, ed erano leggermente nervosi circa i costi operativi e gli investimenti completati da Facebook, tra cui i progetti rischiosi di Internet.org e dei droniiv.

Qual è stato il risultato del rapporto sugli utili per il secondo trimestre del 2015?

Facebook ha riportato alcuni dati importanti
. Il coinvolgimento degli utenti, specialmente via mobile, continua a crescere: gli utenti attivi ogni giorno via mobile sono passati da 798 milioni del primo trimestre a 844 milioni nel secondo semestre (con l’aumento maggiore registrato nella regione Asia-Pacifico) v. Anche gli utenti attivi ogni mese sono aumentati da 1,44 miliardi del primo trimestre a 1,49 miliardi nel secondo trimestre.
I ricavi totali sono aumentati del 39% anno su anno e i ricavi derivanti dall’attività pubblicitaria hanno registrato un aumento del 43%, dai 2,67 miliardi di dollari dello scorso anno ai 3,83 miliardi di dollari di quest’anno. I ricavi totali sono aumentati significativamente dal primo trimestre, passando da 3,32 a 3,83 miliardi di dollari. Inoltre, forse il dato più atteso e importante, i ricavi dall’attività di mobile advertising continuano a crescere secondo le previsioni, dal 73% di tutti i ricavi per il primo trimestre al 76% per il secondo trimestrevi.

I costi sono aumentati anch’essi, da $1,5 miliardi a $2,77 miliardi, per un aumento totale dell’82% rispetto all’anno scorso.
Nel complesso gli utili per azione (EPS) erano rispettivamente $0,25 (GAAP) e $0,50 (non-GAAP), leggermente superiore ai 47-49 centesimi per azione previsti dagli analisti1. Tuttavia, nonostante le aspettative siano state superate, il titolo ha ceduto comunque il 4,6% in seguito alla pubblicazioni del rapporto sugli utili, prima di riguadagnare terreno e ritrovare in parte l’equilibriovii.
Cosa ci regalerà il futuro?

In generale il futuro sembra piuttosto roseo per Facebook: nonostante le spese elevate per il trimestre di riferimento e i limitati margini operativi, per una società di successo come Facebook, investire denaro nella ricerca e lo sviluppo ed altri investimenti, potrebbe non essere una così cattiva
idea.

Inoltre sappiamo che Facebook sta avendo successo in molti modi, in quanto, a differenza di Twitter che fatica ad aumentare il proprio bacino utenti, Facebook continua a registrare un ottimo coinvolgimento degli utenti. Per questo Mark Zuckerberg durante la presentazione dei risutlati ha dichiarato che gli utenti passano una media di 46 minuti al giorno su Facebook, Instagram, e Messenger7.
Per quanto riguarda le preoccupazioni sugli utili, va ricordato che le oscillazioni del cambio hanno giocato un ruolo chiave in questo trimestre. Se escludiamo le oscillazioni dei tassi di cambio anno su anno, i ricavi derivanti dall’attività pubblicitaria sarebbero aumentati del 55%, mentre i ricavi totali del 50%6.

Un altro fattore a favore di Facebook è l’Oculus Rift, il ramo per la tecnologia virtuale di Facebook ed il primo a produrre un prodotto del genere. L’attenzione è in fermento e il lancio dello schermo Oculus è previsto per l’inizio del 2016. Si prospetta una rivoluzione per Facebook, tuttavia, dal momento che questo un prodotto fisico rappresenta un territorio del tutto nuovo per Facebook, rimane da vedere come la società si comporterà con la produzione, la spedizione e tutti gli altri aspetti di una società “fisica” di cui prima non si doveva curareviii.
Inoltre Facebook possiede ancora una parte considerevole del potenziale pubblicitario di Instagram ancora da utilizzare, che potrebbe rappresentare un’altra solida risorsa per il futuro della società.

Riassumendo il tutto, nonostante i deboli guadagni che Facebook ha registrato durante questo trimestre, sembrano esserci diverse ragioni per essere entusiasti guardando al futuro della società, e i trader dovrebbero tenere d’occhio da vicino quanto verranno accettate dal pubblico le nuove aree di profitto (Instagram, i droni, Internet.org, e Oculus) nel breve termine.

Registrati su Markets.com oggi stesso e fai trading su Facebook e altri centinaia di titoli, con ZERO commissioni e spese.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *