Richard Dennis: il Genio del Trading sulle Materie Prime

Richard Dennis il Genio del Trading nelle Materie Prime

Oggi vorremmo parlarvi di uno dei più grandi trader famosi, il suo nome è Richard Dennis, la storia di uno dei trader più famosi e di successo al mondo.

Richard J. Dennis, è un trader delle materie prime, noto come il “Principe del Pit”, Dennis è nato a Chicago nel gennaio del 1949. All’inizio degli anni ’70 ha preso in prestito 1.600 dollari per poi farli diventare ben $ 200 milioni in circa dieci anni. Dopo che il suo fondo di trading a lungo termine ha subito perdite significative nel crollo del mercato azionario del 1987, si è ritirato dalla negoziazione per diversi anni. È stato attivo nelle cause politiche democratiche e libertarie, soprattutto nelle campagne contro il divieto di droga.

Il Trader Richard Dennis

Richard Dennis, durante tutta la sua lunghissima carriera di trading, ha avuto un impegno encomiabile che lo ha portato a guadagnare altissime cifre grazie al trading online.

Richard Dennis all’inizio era un semplice fattorino presso il Mid America Exchange, il luogo in cui venivano quotati contratti sulle materie prime, da fattorino però adesso è divenuto una vera e propria leggenda.

Richard Dennis decise di iniziare a fare trading nel mercato delle materie prime, consultando i grafici in tempo reale forniti dalla MAE.

Richard Dennis iniziò con soltanto 1600 dollari, 1200 per acquistare la sedia al Mid America Exchange e 400 per fare trading. Questo è l’inizio della storia di un grande trader, che ha reso possibile a molti trader alle prime armi di farsi coraggio e di iniziare la loro avventura nel mondo del trading online.

Richard Dennis è quindi riuscito a trasformare facilmente i suoi 400 dollari in 3000 dollari nel giro di poche settimane. Tuttavia dopo poco tempo perse 300 dollari, che al giorno d’oggi potrebbero sembrare pochi ma che in realtà al tempo erano moltissimi dollari. Dopo questa perdita, decise di invertire la posizione, investendo al 300 dollari, che poi puntualmente perse ancora una volta. La perdita si espanse ancora una volta, arrivando fino a 1000 dollari, oltre il 30% del suo capitale totale. Dopo questa gravissima perdita, Richard capì che quando le cose andavano estremamente male, è sbagliato cercare di recuperare tutto e subito, ma è prima necessario metabolizzare queste perdite.

Richard Dennis è famoso anche per la sua formazione, che gli ha consentito di formare svariati trader offrendo addirittura ben 100 mila dollari di capitale ciascuno. Richard in tutti questi anni ha formato 23 trader, di cui 20 operano ancora nei mercati finanziari ed hanno moltiplicato quei 100.000 dollari portandoli a ben 2.000.000.

Richard Dennis utilizza delle strategie di trading estremamente semplici, ma che devono essere assolutamente rispettate. Una delle regole principali è quella di seguire sempre il trend del mercato, evitando di aprire delle posizioni contro trend.

Il modo migliore per fare trading è con le piattaforme di trading come Markets.com ed AvaTrade (in quanto consentono il trading con materie prime a zero commissioni).

Clicca qui per aprire oggi un conto con Markets.com gratuito >>

Richard Dennis Strategia

Oltre a cercare di preferire sempre il trading seguendo la tendenza di mercato, Dennis ha sempre avuto uno stile di trading diverso, non rispettando mai le convenzioni.

A differenza della grande maggioranza dei trader online, che rapidamente prediligevano lo scalping per il trading durante un giorno di negoziazione, Dennis solitamente preferiva le sue posizioni per periodi più lunghi, non facendosi influenzare dalle fluttuazioni a breve termine e mantenendo le posizioni per un periodo intermedio. Dennis spesso utilizzava la tecnica di “piramidare” le sue posizioni. Alla fine degli anni ’70, ha acquistato un abbonamento al ben più costoso Chicago Board of Trade e ha aperto un ufficio per fare trading in altri mercati.

Richard Dennis Scuola di Trading

Dennis credeva che il trading di successo poteva venire insegnato molto facilmente. Per risolvere un dibattito su questo punto con William Eckhardt, un amico (anche lui un trader), ha reclutato e addestrato 21 uomini e due donne in due gruppi, uno dal dicembre 1983 e l’altro dal dicembre 1984. Dennis ha addestrato il gruppo conosciuto Turtles, per solo due settimane, insegnando un semplice sistema di trend-following, per il trading con una vasta gamma di asset, tra cui azioni, valute e mercati obbligazionari, acquistando quando i prezzi aumentano rispetto al loro recente range e vendendo quando invece scendono al di sotto del loro recente range. Agli studenti è stato poi insegnato a tagliare la dimensione della posizione durante i periodi di perdita, “piramidando” aggressivamente – fino a un terzo o della metà dell’esposizione totale, anche se solo (nel peggiore dei casi) il 24% del totale del capitale sarebbe stato esposto in qualsiasi momento. Questo tipo di sistema di trading genererà perdite nei periodi in cui il mercato è in range, spesso per mesi consecutivi di fila e profitti durante grandi movimenti di mercato.

Nel gennaio 1984, dopo che il periodo di formazione di due settimane era finito, Dennis ha dato a ciascuna delle “tartarughe” un conto di trading per mettere in pratica gli insegnamenti ricevuti, applicando “alla lettera” la sua strategia. Durante questo periodo di negoziazione durato un mese, le “tartarughe” sono state autorizzate a scambiare un massimo di 12 contratti per mercato. Dopo la conclusione del periodo di prova, ha dato dei fondi ai pochi che sono riusciti a fare trading online con successo attraverso il sistema durante la fase prova di un mese. I conti oscillavano da $ 250.000 a $ 2 milioni di proprie fondi da gestire.

Quando cinque anni dopo, l’esperimento si è poi concluso, le sue tartarughe avevano realizzato un profitto complessivo di 175 milioni di dollari.

Tuttavia, in coincidenza del crack finanziario del 1986, i rendimenti della strategia di Richard Dennis si sono affievoliti, per poi diventare perdite. Durante il Lunedì nero della Borsa del 1987, Dennis ha perso 10 milioni di dollari, con un totale di 50 milioni di dollari, riferito al biennio del 1987-1988. Dennis sembrava aver perso “Il Tocco di Mida” in quanto non è mai più riuscito a registrare dei veri e propri profitti con la sua strategia, ma rimane tutt’oggi una leggenda ed un vero e proprio pioniere del settore.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *