Riparte la grande corsa dell’oro

Le quotazioni dell’oro sono aumentate in maniera vertiginosa negli ultimi tempi e adesso pare che il rally stia ripartendo a causa delle minacciate misure di quantitative easing da parte della FED e BCE e per gravi problemi produttivi che si stanno verificando in Sud Africa, uno dei maggiori produttori di oro al mondo.

Da quando la FED tirò fuori dal suo magico cilindro il quantitative easing il valore dell’oro è letteralmente esploso. Certo la prima quantitative easing fu assolutamente necessaria per salvare l’economia ma in questi giorni alcuni membri del comittee della Federal Reserve hanno iniziato a mormorare che sono necessarie ulteriori misure di quantitative easing.

trend rialzista oro

Gli analisti indipendenti sono convinti che queste misure non sono assolutamente necessarie (se non ad aiutare Obama nella sua corsa disperata per la rielezione) tuttavia i mercati stanno scontando il terrore che questo tipo di misure possano essere attuate davvero.

E quindi riparte la grande corsa all’oro: il metallo giallo è infatti l’unico vero bene rifugio rimasto perché è l’unico che non si svaluterebbe in maniera decisa in caso di misure espansive da parte della FED.

Lo stesso discorso vale per BCE e Banca Centrale Europea: per diverse ragioni potrebbero intervenire con tagli di tassi o altre misure espansive.

Ma oltre a questi problemi di natura finanziaria (o meglio ancora politica, perché tranne nel caso della Banca Centrale Cinese le misure espansive sarebbero dettate da considerazioni di tipo politico piuttosto che economico) si aggiungono anche i problemi produttivi che si stanno registrando in Sud Africa.

Un’ondata di scioperi e disordini senza precedenti non ha consentito, infatti, alle miniere di quel paese, che è uno dei primissimi produttori al mondo, di funzionare a pieno regime, causando quindi grossi problemi nel rifornimento.

Se a questo si aggiunge l’accaparramento di oro fisico da parte di singoli cittadini europei (italiani soprattutto) che hanno paura delle conseguenze della crisi finanziaria in atto e della possibile fine dell’euro, possiamo immaginare quale sarà la forza del trend rialzista dell’oro nei prossimi mesi.

Giuseppe Conti

2 Responses to Riparte la grande corsa dell’oro

  1. Filo98 ha detto:

    I sudafricani sono riusciti a trasformare un paese prospero e avanzato in un disastro di stupri etnici contro le donne bianche, disoccupazione AIDS dilagante e povertà. Complimenti a Mandela!

  2. Luij ha detto:

    Purtroppo i problemi produttivi del Sud Africa causeranno problemi all’economia di quel paese e al mercato dell’oro, io sono rialzista e quindi ci guadagno ma mi piange il cuore a vedere come si sia ridotto quello che un tempo era un grande paese, l’unico paese avanzato dell’Africa.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *