Spagna: lo scandalo Caja Madrid fa tremare sindacato, Partito Socialista e Hacienda

candido mendez rodriguez

Candido Mendez Rodriguez, leader dell’UGT, sindacato spagnolo vicino al Partito Socialista. Alti dirigenti del sindacato si sono dimessi perché implicati nello scandalo Caja Madrid. Ovviamente questi dirigenti hanno rubato a sua insaputa.

Nessuno dei media sussidiati italiani ne ha parlato ma lo scandalo Caja Madrid è davvero interessante, per vari motivi. Iniziamo con il raccontare la storia: Caja Madrid fa parte di Bankia, colosso bancario spagnolo con i piedi d’argilla salvato dall’intervento pubblico del governo di Madrid con un’iniezione di capitale da più di 20 miliardi di euro. Iniezione di capitale che, sia chiaro, ha pagato l’Europa e quindi tutti noi.
Fatta questa premessa, passiamo ai fatti. Consiglieri e dirigenti vari di Caja Madrid, nominati da sindacati e partiti politici, hanno avuto per anni a disposizione carte di credito con fondi praticamente illimitati da decine di migliaia di euro e le hanno utilizzate senza ritegno per ogni tipo di spesa personale.

Adesso che sono partite le indagini, iniziano a venire fuori gli altarini e ci sono le prime dimissioni: si tratta di consiglieri della banca nominati da partiti e sindacati che adesso lasciano le loro attuali posizioni. Nell’ordine si sono dimessi:

  • José María Buenaventura: direttore del gabinetto del Segratario di Stato per Hacienda (che sarebbe la nostra Agenzia delle Entrate) che ha speso 63.000 euro con una carta di credito fornita da Caja Madrid.
  • José Ricardo Martínez: segretario generale del sindacato UGT a Madrid, che ha speso 44.000 euro. L’UGT è il sindacato spagnolo di sinistra, paragonabile, sotto molti aspetti, alla nostra CGIL. Non è nuovo agli scandali: qualche mese fa aveva utilizzato i fondi pubblici destinati ai disoccupati per comprare 400 borse professionali di pelle da distribuire ad amici e amici degli amici. Peccato che poi le borse si rivelarono, per somma ironia, anche contraffatte.
  • Ángel Gómez del Pulgar: dirigente del Partito Socialista di Madrid, che è riuscita a spendere più di 147.000 euro.
zapatero

Caja Madrid, con i vertici di nomina pubblica, ha bruciato 20 miliardi, quasi tutti durante il governo Zapatero. A sua insaputa, probabilmente.

I dirigenti nazionali del Partito Socialista e quelli dell’UGT hanno ovviamente affermato che tutto questo è avvenuto a loro insaputa. I loro nominati, tutti altissimi dirigenti, si sono messi in tasca almeno 4 milioni di euro e loro non ne sapevano niente. Ovviamente ci crediamo ciecamente. Quello che è certo è che lo scempio è durato anni ed è costato parecchi milioni di euro, milioni di euro che sono stati ripianati appunto dall’aiuto pubblico (e quindi pagato da tutti noi europei). Il bello è che la pratica è continuata anche dopo che era stato ufficialmente reso noto il dissesto finanziario profondo del gruppo Bankia. Probabilmente questa è solo la punta dell’iceberg, gli ammanchi totali finora accertati superano i 4 milioni di euro. Ma se si è prodotto un buco da 20 miliardi di euro, probabilmente queste solo sono le briciole. E visto che il buco (o la voragine viste le dimensioni) si è prodotto durante il suo governo e visto che le direzione della Banca è di nomina politica, chissà se José Luis Rodríguez Zapatero potrebbe illuminarci sul destino di questi decine di miliardi di euro che sono spariti?

2 Responses to Spagna: lo scandalo Caja Madrid fa tremare sindacato, Partito Socialista e Hacienda

  1. Hugo ha detto:

    Il mio commento è che mi viene da vomitare. Gentaglia. Dovrebbe pendere da una forca dopo un processo sommario. Tutti.
    Zapatero, altro candidato alla forca, almeno ha avuto il buon senso di scomparire completamente dalla scena pubblica, a differenza dei politici italiani che rubano e sono sempre li, continuano a rubare senza sosta, senza ritegno e senza vergogna

  2. Giulia ha detto:

    Io penso che davvero Zapatero non sappia dove sono finiti i 20 miliardi di euro che sono spariti da Bankia, si vede chiaramente nella foto che lui stava dormendo! Siete voi i malpensanti, sempre a pensare male 😀

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *