Spread, che cos’è? La guida completa

spread-tg1

Lo Spread è sicuramente uno degli argomenti più ricercati sul web, ed è tra le terminologie nel mondo del trading più cliccate, che però non sono spiegate al meglio nel web.

Tuttavia, dobbiamo subito iniziare con il dire che la parola Spread significa essenzialmente “Differenza”, anche se in realtà nel mondo della finanza può assumere due significati diversi.

Uno è quello dello spread nel mondo del trading, che è la differenza tra il prezzo di acquisto e di vendita, e proprio questa differenza è solitamente il modo in cui guadagna il broker. L’altro è lo spread che denota la differenza tra il tasso di rendimento di un’obbligazione e di un’altro titolo preso come riferimento. Sul TG1 vi è sicuramente capitato di vedere una schermata del genere:

spread-tg1

Ma andiamo con ordine e vediamo tutti i tipi di spread.

Lo Spread Italiano

In questo caso entriamo nel mondo del credit spread, ovvero la differenza tra il rendimento di un’obbligazione (italiana in questo caso) con un’altra obbligazione di riferimento, e solitamente viene fatto con le obbligazione tedesche.

Esempio: se un BPT ha un rendimento del 5% e i corrispettivi Bund tedeschi (con stessa scadenza) hanno un rendimento del 4%, lo spread sarà calcolato facendo 5-4=1 che equivale quindi a 100 punti base.

Spread BTP Italia:BUND 10 Anni

In italia questo calcolo, che abbiamo semplificato all’osso, è utilizzato per misurare essenzialmente la tensione del debito pubblico italiano, ed anche la crisi dei debiti sovrani Europei.

Si prende come lasso di tempo 10 anni, per il semplice motivo che secondo molti analisti la scadenza a 10 anni è considerata un periodo più attendibile per misurare per bene la percezione da parte dei traders del rischio.

Tutti possono calcolare quindi la differenza tra i due rendimenti. Basta guardare i due rendimenti ed eseguire la sottrazione. Tuttavia non molti sono al corrente di quale BTP e quale Bund guardare. Ultimamente Reuters ha infatti aggiornato il suo sistema di calcolo utilizzando per l’Italia il BTP con scadenza a Settembre 2022, che ha un rendimento più elevato. Di recente quindi, lo spread BTP-Bund è diventato più ampio.

Spread come differenza tra domanda e offerta nel trading

Come avrete visto, sul vostro broker di trading, sono presenti due prezzi: uno di acquisto e uno di vendita.

Spread, che cos’è? La guida completa

Cioè la differenza tra il prezzo più basso a cui un venditore è disposto a vendere un titolo (bid) e il prezzo più alto che un compratore è disposto ad offrire per quel titolo (ask) e per questa ragione è spesso usato come misura della liquidità del mercato.

Nell’immagine qua sopra, potete vedere che il broker (in questo caso eToro) propone le sue coppie forex, con un prezzo di ask e uno di Bid. Proprio grazie a questa differenza, che nel caso di eToro è fissa a seconda della coppia Forex.

Quando si opera nel forex è sempre consigliabile scegliere broker che applicano spread bassi e convenienti: ad esempio,eToro (clicca qui per il sito) applica ottimi spread, come anche Plus500 (clicca qui per il sito) e Markets.com (clicca qui per il sito).

Attenzione però: per la scelta del broker non possiamo basarci solo sullo spread, ci sono altri fattori che sono veramente importantissimi. Ad esempio tutti i broker che abbiamo citato sono autorizzati e regolamentati da CONSOB e quindi offrono il massimo livello possibile di sicurezza. Inoltre sono anche generosi in termini di bonus gratis e sono facilissimi da usare.

In conclusione quindi, lo spread come differenza tra domanda ed offerta nel mondo del trading e come differenza tra i BTP italiani e i BTP Bund è sicuramente tutto quello che dovete sapere per essere aggiornati sul significato reale dello spread.

One Response to Spread, che cos’è? La guida completa

  1. Elena Vigilio ha detto:

    eh eh avete dimenticato una delle cose più importanti su etoro e cioè che con etoro si guadagna in automatico copiando i più bravi. Io guadagno con etoro ma se non copiassi non saprei nemmeno da dove cominciare

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *