Tag Archives: trading online

Il trading di opzioni binarie funziona?

Opzioni Binarie

Il trading con le opzioni binarie è un modo intelligente, facile e sicuro per trarre profitto dai mercati finanziari.

Le opzioni digitali sono una nuovissima forma di derivati finanziari, che ha suscitato moltissimo interesse ma anche moltissimi dubbi. Il problema centrale è: il trading di opzioni binarie funziona?

Crearsi un lavoro e vivere facendo trading online senza farsi truffare

La crisi economica e le nuove tecnologie hanno rivoluzionato il mondo del lavoro, nel quale è entrato prepotentemente il settore del trading online. Una volta il sogno per la maggior parte degli italiani era avere un contratto a tempo indeterminato, mentre i più intraprendenti puntavano ad un’attività in proprio, che poteva portare guadagni maggiori rispetto al lavoro dipendente, ma anche a rischi e maggiori responsabilità e fatica.

Trova lavoro: fare trading online rappresenta una soluzione

opzioni binarie azioni

Il trading online, una soluzione per sconfiggere la crisi, trovare lavoro o arrotondare il primo stipendio se si ha la fortuna di averne uno.

Trading online, guadagnare seguendo il trend

Trading Online Trend

Durante questi anni di crisi, sempre più persone vogliono guadagnare online tramite internet, e il trading online si prefigura ogni giorno di più come la soluzione più adatta per guadagnare tramite internet online.

Trading Online: come investire nei mercati volatili

Spesso si sente parlare di mercati “volatili”. Ma cos’è la Volatilità e come si può sfruttarla a proprio vantaggio? Gran parte dei trader preferiscono fare contrattazioni in un mercato molto volatile, che garantisce alti e bassi molto ampi. Ci sono però anche altri trader che preferiscono un mercato “docile” con movimentazioni stabili, abbastanza piatte.

Le critiche al libro di Piketty: secondo alcuni la ricchezza non va tassata

Oscar Giannino

Qualche giorno fa abbiamo parlato a lungo delle tesi di Thomas Piketty (clicca qui per leggerle), esposte nel suo lunghissimo libro dal titolo Il capitale nel ventunesimo secolo“.

Il celebre economista francese ha trovato tanti alleati tra i lettori anglosassoni del suo libro. In breve lui ritiene che sia fondamentale per sconfiggere la crisi economica dilagante, tassare molto (fino all’80%) la ricchezza o il capitale, che continua a produrre reddito anche durante i periodi di depressione economica (ad una media del 6% annuo), anche quando appunto il lavoro non genera profitto, provocando così un aumento costante delle diseguaglianze tra i ricchi e le altre persone.

Tanti economisti suoi colleghi hanno appoggiato chi più e chi meno le sue tesi, ma ce ne sono degli altri che hanno fatto a gara a confutarle. Tra questi il nostro Oscar Giannino, giornalista istrionico che tutti conosciamo.

Tre sono le ragioni che Giannino espone per negare le tesi dell’economista francese:

1)  l’effetto scarsità rappresentato dalla finitezza delle risorse fisiche non ha affatto reso impossibile l’aumento dei redditi e la generazione del benessere per tantissime persone;

2) dagli anni Ottanta nei Paesi Ocse è vero che ha ricominciato ad allargarsi la forbice tra ricchi e poveri (dopo decenni nei quali però era successo il contrario), ma nel resto del Mondo milioni di persone sono uscite dalla miseria diventando consumatori globali, e solo il consumatore è il fautore del benessere economico;

3) l’esempio dell’Italia è eloquente su quanto le tassazioni elevate non risolvano alcuna crisi economica. Essa anzi ha provocato un deprezzamento enorme dei valori degli immobili in generale e delle case in particolare, non facendo produrre alcun profitto ai beni immobiliari, come invece sostiene Piketty nel suo libro.

Come si vede, ognuno dice la sua, ma di certo casi di persone che hanno raggiunto successo e soldi senza una ricchezza da cui partire come Bill Gates, Steve Jobs, Brin e Pages di Google per lo sviluppo tecnologico o come Warren Buffet (leggi cliccando qui la sua storia) nel mondo della Finanza, sono sotto gli occhi di tutti, ma c’è da dire anche che si tratta comunque di casi rari.

Oggi invece è il trading on-line ad offrire la possibilità di fare soldi, a tutte le persone intelligenti e che si mettono a studiare seriamente, pur partendo da capitali infinitesimali. Il rischio è alto, ma le possibilità di farcela cominciando da 0 o quasi sono assolutamente reali, se non si parte allo sbando, cioè senza una formazione adeguata alle spalle. Abbiamo dedicato un interessante articolo al riepilogo delle migliori piattaforme per fare trading online, ne consigliamo la lettura a tutti coloro che sono interessati a diventare trader.

Giancarlo Sali

 

Le piattaforme per fare trading online: sicurezza ed affidabilità

piattaforme trading online

Continuiamo il nostro percorso informativo sul trading, parlandovi oggi delle piattaforme per fare trading online.

La loro sicurezza e facilità di utilizzo ha spinto, come detto nei precedenti articoli, tantissime persone a buttarsi a capofitto in questo Mondo per ricavarne un profitto per vivere, o supplementare al proprio lavoro, ma la maggior parte di loro senza un’adeguata formazione alle spalle, così alla fine si rischia di perdere soldi, invece di guadagnarne.

Oggi diversi broker offrono piattaforme allo stesso tempo sempre più avanzate e semplici da utilizzare per effettuare trading online, con livelli di operatività elevata e multitasking, che consentono di operare al meglio con strumenti finanziari facili ma anche parecchio complessi, come derivati, obbligazioni, fondi, azioni e quotazioni in tempo reale di quasi tutti i mercati mondiali, h24.

Quindi da casa propria e senza problemi, attraverso software compatibili con i principali sistemi operativi in uso o passati, si può lavorare e guadagnare con il mondo della Grande Finanza. Gli utenti potranno immettere, modificare e revocare gli ordini, inserire ordini con prezzo limite o condizionato (stop loss e trailing), acquistare con margine, cioè impegnando solo una piccola parte dell’importo di acquisto ecc. ecc. Ed i grafici? Se ne potranno visualizzare in diretta e quelli storici di indici e titoli.

Le caratteristiche delle diverse piattaforme sono variabili, ma quelle autorizzate dalla Consob e regolamentate secondo la legislazione italiana ed europea posseggono tutte una costante: sono sicurissime da attacchi intrusivi provenienti dall’esterno. Per i conti trader molte piattaforme per fare trading online sono gratuite, altre hanno un canone che varia in base ai servizi di cui volete disporre (con costi fissi o variabili). Le varie opzioni di azione che offrono i broker vanno valutate in base alle vostre abitudini o intenzioni operative.

Noi come Mercati24 vi consigliamo in particolare le seguenti 2:

Plus500: sicuramente una delle migliori piattaforme per effettuare trading online. Completa di ogni mercato, fino ad arrivare alle criptovalute come bitcoin e litecoin. Demo gratuita ed illimitata per imparare ad operare mentre siete ancora in fase di studio, senza investire 1 solo euro di soldi veri. Se deciderete poi di iniziare ad operare, riceverete anche un piccolo bonus, oltre a poter cominciare ad investire solo piccolissime cifre (opportunità che non tutti broker offrono). Il conto si apre in 5 minuti, senza costi fissi. Plus 500 offre poi qualcosa di altamente vantaggioso per i suoi utenti: non ci sono commissioni! Lo spread dello strumento negoziato copre tutti i costi e loro applicano sempre spread molto stretti (ad esempio uno spread di 2 pip su EUR/USD). Quindi, a titolo esplicativo, negoziare in EUR/USD con una posizione di 1.000 Euro costerebbe solo 20 centesimi!

Per aprire un conto su Plus500 con 7000 euro di bonus, clicca qui

24Option.com: altra piattaforma tra le migliori in circolazione. Veloce, intuitiva, ma allo stesso tempo professionale. Demo gratuita disponibile dopo aver effettuato il primo deposito. Servizio di assistenza on line e telefonica che rappresentano il fiore all’occhiello di questo broker, che ha completato tutte le procedure di regolamentazione. Consigliata per il trading delle opzioni binarie e non solo.

Clicca qui per aprire subito un conto con 24option

Giancarlo Sali