Trading

Teoria del Trading: Tutto quello che occorre sapere

In questa guida andremo a definire tutte le caratteristiche ed i segreti della cosiddetta Teoria del Trading. Un articolo completo con le informazioni più importanti e ciò che occorre considerare quando si decide di investire sui mercati finanziari.

Migliore piattaforme, strumenti finanziari adeguati, Asset di investimento e molto altro ancora. Ogni singolo aspetto del trading verrà passato in rassegna e chiarito in ogni suo aspetto. Ovviamente, metteremo anche a disposizione dei nostri lettori la possibilità di scaricare un conto Demo gratuito, al fine di poter investire con capitale virtuale senza nessun rischio e scoprire tutti i vantaggi del Trading.

La teoria del Trading è quindi una raccolta di tutto ciò che occorre sapere per investire sui mercati con professionalità e successo, partendo dalla scelta della Piattaforma che deve essere adeguata ai nostri obiettivi. Ecco quindi una rapida rassegna di operatori qualificati per iniziare ad investire al meglio:

Piattaforma: etoro
Deposito Minimo: 200€
Licenza: Cysec
  • Social Trading (Copia i migliori)
  • Semplice ed intuitivo
  • ➥ Inizia
    1star 1star 1star 1star 1star
    Piattaforma: forextb
    Deposito Minimo: 250€
    Licenza: Cysec
  • Corso trading gratis
  • Segnali di trading gratis
  • ➥ Inizia
    1star 1star 1star 1star 1star
    Piattaforma: trade
    Deposito Minimo: 100€
    Licenza: Cysec
  • Demo gratis
  • Corso trading gratis
  • ➥ Inizia
    1star 1star 1star 1star 1star
    79.20 % dei conti al dettaglio di CFD perdono denaro
    Piattaforma: plus500
    Deposito Minimo: 100€
    Licenza: Cysec
  • Piattaforma professionale
  • Sicura e affidabile
  • ➥ Inizia
    1star 1star 1star 1star 1star
    Piattaforma: iqoption
    Deposito Minimo: 10€
    Licenza: Cysec
  • Demo Gratuita Illimitata
  • Deposito minimo basso
  • ➥ Inizia
    1star 1star 1star 1star 1star

    Teoria del Trading: Le migliori Piattaforme

    La nostra guida si apre proprio con un’attenta analisi dei Broker con i quali investire. Quali caratteristiche devono necessariamente possedere? Su tutte noi di Mercati24 ne menzioniamo due:

    • Regolamentazione
    • Contratti CFD

    Questi due aspetti sono universali, validi per qualsiasi tipologia di investimento andremo ad effettuare. Ecco che il primo aspetto da tenere in considerazione è la regolamentazione, poiché gli investimenti finanziari vanno effettuati con professionalità e sicurezza. Sarà quindi fondamentale verificare, già nella Home Page, la presenza di licenze rilasciate da organismi Europei. Ci riferiamo alla FCA, alla CySec o alla nostra Consob.

    Negli ultimi anni le Direttive EU in materia di investimenti si sono fatte più rigide, con la finalità di tutelare il cliente. I Broker che adempiono a tali disposizioni sono assolutamente sicuri e possono essere scelti senza rischio di truffe. Ovviamente, tutti gli operatori che andremo ad elencare dispongono di almeno una licenza EU.

    Inoltre, altrettanto importante è scegliere lo strumento giusto per investire. Non conta l’Asset, che sia azionario, Forex o altro, ciò che conta è utilizzare i contratti CFD (Contract For Difference) messi a disposizione dai migliori Broker. Come mai questi strumenti sono così importanti? In primo luogo sono gratuiti, non c’è da pagare nessuna commissione. Spese di sottoscrizione, commissione sull’eseguito, niente di niente! I CFD sono gratuiti ed utilizzandoli ci sarà un bel risparmio già nel breve periodo.

    Un esempio pratico: ipotizziamo di chiudere 10 operazioni su due Broker diversi, uno con CFD e l’altro tradizionale. Tutte e dieci le operazioni avranno un profitto di €20. Ebbene, la media delle commissioni sull’eseguito si aggira sui €7 ad operazione. Il tutto senza contare le spese accessorie (apertura, tenuta conto, imposta di bollo).

    Ecco il risultato:

    • Broker CFD: 10 operazioni X €20 = €200 profitto netto
    • Broker tradizionale: 10 operazioni X €13 (20-7) = €130 profitto netto

    Il tutto senza contare le spese accessorie (apertura, tenuta conto, imposta di bollo). In definitiva, con i CFD già dopo dieci operazioni si guadagna potenzialmente il doppio!

    Quali sono i migliori Broker di CFD in Italia? Ecco una rassegna.

    eToro

    Iniziamo dal Broker più famoso al mondo: eToro. Questa Piattaforma è attiva dal 2007 e da allora ha conquistato oltre 10 milioni di clienti, una cifra record.

    Come mai così tante persone scelgono eToro per investire? Le motivazione sono molteplici, eccone alcune:

    • Piattaforma intuitiva
    • Spread bassi
    • Assistenza clienti in Italiano
    • Possibilità di investimenti automatici

    Più nello specifico, analizziamo come eToro sia un’ottima piattaforma per operare con i CFD proprio per gli spread bassi e l’ottima varietà di Asset a disposizione. Sarà quindi possibile fare pratica su un conto Demo e poi mettersi alla prova con un conto reale (a partire da €200) ed investire in prima persona con i Contract For Difference.

    E gli utenti più esperti? Anche loro scelgono eToro per la professionalità della sua piattaforma e per l’opportunità unica che offre: la possibilità di diventare un Popular Investor. Questo programma consiste nella possibilità di diventare un vero e proprio Trader professionista e guadagnare in base al numero di persone che copiano l’operatività.

    Questo meccanismo prende il nome di Copy Trading ed è la perfetta sintesi per le esigenze di principianti ed esperti. Ecco come funziona:

    • Registrazione gratuita su eToro
    • Accesso nella sezione Popular Investors
    • Selezione dei Trader più performanti con un semplice click
    • L’operatività dei Trader selezionati verrà replicata in automatico nel nostro account

    Questo sistema è certificato dalla Consob ed ha ottenuto un successo incredibile fin dal 2010! La motivazione è presto detta:

    Trader inesperti: possibilità di copiare le operazioni dei professionisti e di conseguenza guadagnare come loro. In più, con la possibilità di apprendere segreti e strategie direttamente dai migliori.

    Trader professionisti: enorme vantaggio di diventare Popular Investor e guadagnare soldi extra in base al numero di copiatori oltre a Bonus generosi elargiti generosamente da eToro. Senza dimenticare, ovviamente, la fama e la notorietà che si raggiunge.

    Ecco alcuni dei Top Trader più famosi:

    Insomma, eToro è la soluzione perfetta per investire e per guadagnare. Il tutto, partendo anche da un conto Demo totalmente gratuito, basterà la registrazione:

    Iscriviti qui su eToro e scopri i vantaggi del Copy Trading

    ForexTB

    La soluzione di investimento offerta da ForexTB è sicuramente all’avanguardia. Stiamo parlando di un Broker solido e certificato CySec, con il grande vantaggio di disporre di una Metatrader 4 pratica e funzionale.

    Perché il numero di clienti di ForexTB è in continua crescita? Semplice, i servizi offerti sono di grande qualità ed adatti sia a principianti che a professionisti. Nel dettaglio, il fiore all’occhiello di questo broker è la sua collaborazione con la Trading Central, un famosissimo centro di analisi tecnica con sedi in tutto il mondo. Questa Partnership porta in dote il servizio di Segnali di Trading, eccellente opportunità di investimento semi-automatico.

    Come funzionano i Segnali di Trading? E’ molto semplice, ecco un riassunto:

    • Gli analisti esperti della Trading Central analizzano i mercati H24 con l’ausilio di software
    • Ciclicamente, si individuano opportunità buone per entrare a mercato
    • Viene immediatamente inviata una notifica al Trader
    • Il Trader sceglie se investire o attendere il prossimo segnale

    Se consideriamo che oltre il 70% di questi Segnali vanno a Target, capiamo perché questo broker sta ottenendo un clamoroso successo. Inoltre, questi segnali che sono gratuiti possono essere anche testati sul conto Demo. Ciò rappresenta un’occasione perfetta per testare la loro efficacia ed avere una stima precisa di quanto sarà possibile guadagnare una volta che si aprirà il conto reale. Per farlo, bastano €100.

    Registrati qui su ForexTB e testa i Segnali di Trading gratuiti

    Teoria del Trading: Gli Asset da negoziare

    Adesso che abbiamo ben chiaro quale strumento utilizzare (CFD) e su quali Piattaforme è conveniente operare, passiamo in rassegna gli Asset dove è possibile investire il nostro capitale. Ovviamente, nulla toglie di poter investire anche su più Asset e creare un vero e proprio portafoglio di investimento diversificato e redditizio.

    Azioni

    Partiamo dall’investimento tradizionale per eccellenza. Le azioni sono da sempre l’Asset preferito della maggior parte degli investitori e questo non è certo un caso. Se osserviamo il grafico delle migliori società (soprattutto Americane) noteremo che €100 investite dieci anni fa ad oggi avrebbero quantomeno raddoppiato il valore. Magnati della finanza come Warren Buffet sono diventati ricchi grazie all’attenta analisi delle azioni sulla quali investire (e anche per via dell’interesse composto).

    Nel corso degli anni cambiano i settori più redditizi, spuntano Startup promettenti e tengono botta azioni tradizionali come Amazon, solo per citarne una.

    Il nostro suggerimento è quello di inserire sempre una buon numero di azioni nel nostro portafoglio, diversificando per settori di appartenenza. In tempi di Coronavirus, non possiamo che consigliare i seguenti segmenti di mercato:

    • Farmaceutico
    • Biotech

    Senza dimenticare azioni come Netflix che in questa fase di Lockdown forzato è più popolare che mai.

    Investi qui sulle principali azioni mondiali

    Forex

    Il mercato più liquido al mondo è quello delle valute. Ogni giorno miliardi di Dollari vengono negoziati nel Forex (Foreign Exchange Market) con lo scopo di scambiare valute sulla base del loro valore.

    Il cambio più liquido, ovviamente, è Euro/Dollaro, tuttavia anche valute come lo Yen o la Sterlina hanno alti volumi di negoziazione. Spesso i principianti si avvicinano a questo mercato perché rispetta molto bene le indicazioni dell’analisi tecnica. Inoltre, gli Spread applicati sono molto bassi. I migliori Broker non superano i 3 pips di spread su Euro/Dollaro, ad esempio.

    Negozia sul mercato Forex a partire da Spread bassi

    Indici

    Tutte le principali Borse mondiali hanno uno o più indici di Borsa che racchiudono le società principali quotate. Per un investitore puntare sugli indici è una scelta fatta principalmente per l’opportunità di diversificazione offerta. In altre parole, scegliendo un indice si punta di conseguenza già su un paniere di società.

    I più importanti indici mondiali, como il Nasdaq o il Dax tedesco, sono anche dei veri e propri “termometri” per l’economia della nazione di riferimento. In Italia abbiamo il FTSE-MIB che include le 40 società più capitalizzate a Piazza Affari.

    Con i migliori Broker puntare su un indice è facile dal momento che si sceglie il CFD corrispondente e nel giro di pochi secondi si inserirà nel portafoglio l’indice selezionato.

    Materie Prime

    Dette anche Commodity, sono molto negoziate perché notoriamente hanno un andamento ciclico e stagionale. Quindi, con un pò di esperienza, sarà possibile prevedere con buona percentuale di esito l’andamento della materia prima in questione.

    Tra le commodities più negoziata c’è il petrolio, in forte crisi a causa del coronavirus. La quotazione del barile è scesa sotto i $20 e senza modifiche strutturali all’orizzonte solo le società più capitalizzate come Aramco riusciranno a resistere ad una crisi così profonda. Basti pensare che meno di un anno fa il petrolio quotava oltre $60, tre volte tanto.

    Destino opposto per l’oro, che vola verso nuovi record tenendo fede al suo status di bene rifugio in tempi di crisi ed incertezza. Ancora, possiamo considerare per il nostro investimento l’argento, il platino oppure il caffé, tra gli altri. Ognuno di questi Asset ha le sue caratteristiche e soprattutto la propria stagionalità.

    Con un pò di studio, sarà possibile prevedere i movimenti di queste materie prime ed investire con successo!

    Investi qui sulle principali Commodities senza commissioni fisse

    Criptovalute

    Impossibile non menzionale: investire in criptovalute è stata l’attività finanziaria più redditizia negli ultimi 15 anni. Specifichiamo che in questo caso facciamo riferimento al Bitcoin, la crypto che ha dato il via al Boom delle monete digitali.

    La regina delle criptovalute, Bitcoin, ha avuto una crescita esponenziale nel giro di pochi anni. Nel 2015 il suo valore era ancora di pochi Dollari, tre anni dopo sfiorava i $20.000! Ci sono stati alti e bassi, certo, ma le potenzialità sono enormi.

    Inoltre, ad oggi investire sulle crypto significa avere ancora più scelta di investimento dal momento che sono numerose le (valide!) criptomonete che hanno invaso il mercato. Qualche esempio? A nostro avviso le più promettenti restano le seguenti:

    Anche in questo caso, il principio della diversificazione è basilare. Le crypto sono potenzialmente molto profittevoli ma sono anche molto volatili. Per questo motivo è opportuno scegliere solo le più capitalizzate (quindi più stabili) ed investire su di esse senza esporci ad eccessivi rischi.

    Utilizzando i CFD saremo al riparo da truffe e soprattutto, come ormai chiaro, negozieremo tutte le crypto senza commissioni! Un vantaggio notevole rispetto alle condizioni più svantaggiose offerte dagli Exchange.

    Negozia adesso le crypto su conto Demo o Reale senza commissioni

    Teoria del Trading: Tipologie di Trader

    I mercati finanziari sono aperti praticamente ad ogni ora. Nello specifico, Forex e criptovalute sono negoziabili H24, le Borse finanziarie (e di conseguenza le azioni) sono aperte per 8 ore ma il fuso orario permette di negoziare sempre. In sostanza, dall’Italia possiamo iniziare a negoziare dalle 9, per poi proseguire nel pomeriggio con l’apertura di Wall Streer e finire la sera con la Borsa Giapponese.

    Insomma, è impossibile stare davanti al Pc per 24 ore, ne risentirebbe la nostra concentrazione (e la nostra salute!). Per questo motivo è fondamentale scegliere una metodologia di investimento, la più affine alle nostre caratteristiche ed ai nostri orari, e seguirla fino in fondo.

    I Trader professionisti si dividono essenzialmente in tre categorie. Ecco quali.

    Intraday

    La tipologia più diffusa è quella dei cosiddetti Intraday. Questi trader operano ad orari “da ufficio”, indicativamente dalle 9 alle 18. In ogni caso, non tengono mai operazioni aperte durante la notte. Iniziano la giornata senza posizioni aperte e prima di spegnere il Pc chiudono anche tutte le operazioni in essere.

    In sostanza, operare con questa metodologia implica operazioni della durata media di qualche ora. Non oltre. Il grosso vantaggio è sicuramente quello di una gestione ottimale dello stress, dal momento che una volta spento il Pc, il trader potrà staccare la spina e riprendere il giorno dopo.

    Scalper

    I trader “scalper” sono quelli che aprono e chiudono posizioni nel giro di pochi minuti, a volte anche pochi secondi. E’ sicuramente uno stile operativo molto più stressante ed adrenalinico rispetto all’intraday, tuttavia permette di avere sempre il controllo della situazione e di rischiare poco. Infatti, dato l’alto volume di operazioni effettuate, lo Stop Loss per ognuna sarà molto stretto.

    Questi trader cercano di guadagnare anche pochi pips ad operazione, puntando quindi sulla quantità di Trade chiusi in positivo. Per questa metodologia operativa, è fondamentale scegliere un broker con spread bassi, al fine di avere un guadagno netto maggiore.

    Buy&Hold

    Anche se sono in diminuzione, menzioniamo anche i Trader cosiddetti “di posizione”. In questo caso, viene aperta un’operazione di Trading che verrà chiusa dopo giorni o addirittura dopo settimane.

    Occorre molto sangue freddo e soprattutto un capitale ampio a disposizione, altrimenti i guadagni saranno limitati nonostante il vasto orizzonte temporale. in altre parole, aprire una posizione con un minilotto e chiuderla dopo un mese con 200 pips di profitto, equivale a €200 in un mese. Certo, comunque un buon profitto, ma la stessa somma può essere ottenuta mediante un sapiente investimento con la tecnica dell’intraday.

    A proposito di tecnica legata all’investimento, scopriamo quali sono le migliori strategie di trading.

    Teoria del Trading

    Teoria del Trading: Le migliori strategie

    Una domanda che tanti investitori agli esordi si pongono: esistono strategie di Trading vincenti? La risposta, ovviamente, non può essere immediata. Nel senso che se ci fosse una strategia profittevole e buona per tutte le stagione, saremo tutti ricchi! Così non è, dal momento che esistono ottime strategie operative che tuttavia necessitano di essere studiate, implementate ed adattate a seconda dei contenti.

    In ogni caso, per avere una buona base di partenza, dobbiamo iniziare dallo studio di due metodologie:

    Nel primo caso, numerosi indicatori ci forniranno utilissime indicazioni per operare al meglio. Nel secondo caso, basandoci sul calendario economico andremo ad operare in presenza di notizie in grado di influenzare le basi macroeconomiche dei singoli Stati.

    Andiamo adesso ad analizzare le strategie più comuni che derivano dall’analisi tecnica.

    Price Action

    Con questo inglesismo andiamo a definire l’operatività basata su supporti e resistenze. Di cosa si tratta? Facciamo riferimento a punti nel grafico che indicano zone dove il prezzo tende a congestionare. La rottura di questi livelli porterà il Trend ad una prosecuzione abbastanza decisa.

    Nello specifico, con il termine “supporto” indichiamo un livello inferiore al prezzo attuale. La rottura (al ribasso) di questo livello porterà la quotazione dell’Asset a scendere ulteriormente. Al contrario, la “resistenza” sarà un prezzo posto più in alto del prezzo attuale. In caso di rottura di una resistenza, il prezzo continuerà il suo Trend rialzista.

    Specifichiamo che questi livelli sono validi per ogni Asset, dalle azioni al forex. Occorrerà riconoscerli ed individuarli con buonavione poiché saranno proprio questi livelli ad indirizzare la nostra operatività.

    Indicatore RSI

    Questo strumenti di analisi è molto utilizzato in tutto il mondo per via della sua facilità di utilizzo. Noi di Mercati24 lo specifichiamo subito: è uno strumento ottimo, ma deve essere abbinato ad altri indicatori.

    Acronimo di Relative Strenght Index, questo oscillatore si divide in due macrosezioni:

    • da 70 a 100: ipercomprato
    • da 0 a 30: ipervenduto

    In una semplice scala da 0 a 100, questo indicatore segnala quando un Asset è inflazionato dal punto di vista dell’acquisto o della vendita. In termini operativi, se vogliamo entrare a mercato acquistando le azioni Tesla e notiamo che l’RSI si trova su 80 (quindi ipercomprato), probabilmente rischiamo di entrare tardi. Stesso discorso, speculare, in caso di ipervenduto.

    In definitiva, questo indicatore misura la forza dell’Asset e fornisce ottimi spunti per investire con il giusto Timing. Tuttavia, come anticipato, occorre mixarlo ad altri indicatori al fine di avere un segnale univoco ed operare con buona percentuale di successo. Gli indicatori “amici” dell’RSI sono i seguenti:

    • Volumi
    • MACD

    Media Mobile

    Nella nostra rassegna inseriamo anche questa strategia poiché molto utilizzato e di facile comprensione anche per i più inesperti.

    Consiste nel selezionare due medie mobili di periodi temporali diversi, solitamente i Broker hanno già impostazioni standard come le seguenti:

    • Media mobile veloce: 10 periodi
    • Media mobile lenta: 50 periodi

    La regola principale consiste nel fatto che quando la media mobile veloce incrocia quella lenta, darà luogo ad una occasione per entrare a mercato. Nello specifico, se la incrocia al ribasso indicherà l’opportunità di entrare Short. Al contrario, se l’incrocio avviene al rialzo, il segnale fornito sarà quello di acquisto (Long).

     Conclusioni

    In questa guida abbiamo analizzato con dovizia di particolari la teoria del trading, intesa come l’insieme di regole e caratteristiche che occorre tenere in considerazione quando si sceglie di investire sui mercati finanziari.

    Piattaforme migliori, strategie operative e strumenti finanziari migliori, sono alcuni dei consigli contenuti nell’articolo. In sostanza noi di Mercati24 abbiamo offerto una panoramica completa per iniziare ad investire dopo aver acquisito tutte le conoscenze basilari.

    L’accento lo abbiamo posto sulla scelta di Piattaforme regolamentate, altrimenti affidandosi ad operatori poco trasparenti si rischia di vanificare il lavoro di studio e di analisi fatto. Inoltre, raccomandiamo sempre di operare su un conto Demo dal momento che viene messo a disposizione gratuita dai migliori Broker. Sarà quindi possibile utilizzarne due contemporaneamente e scegliere in tutta calma quale Piattaforma ci piace di più.

    Per iniziare, ecco i Link per la registrazione gratuita:

    Piattaforma: etoro
    Deposito Minimo: 200€
    Licenza: Cysec
  • Social Trading (Copia i migliori)
  • Semplice ed intuitivo
  • ➥ Inizia
    1star 1star 1star 1star 1star
    Piattaforma: forextb
    Deposito Minimo: 250€
    Licenza: Cysec
  • Corso trading gratis
  • Segnali di trading gratis
  • ➥ Inizia
    1star 1star 1star 1star 1star
    Cosa si intende per teoria del trading?

    Con questo termine facciamo riferimento a tutta una serie di indicazioni da rispettare per investire al meglio sui mercati.

    Quali sono i pilastri della teoria del trading?

    Sicuramente la scelta della Piattaforma migliore per investire e la pratica su conto Demo, fondamentale per testare le strategie operative.

    Quali sono i migliori Broker per fare Trading?

    Basandoci sul numero di clienti, in Italia i più scelti sono eToro ed ForexTB.

    Esistono strategie perfette per fare Trading?

    No, tuttavia esistono strategie ottime che necessitano sempre di essere migliorate e revisionate per funzionare al meglio. Coloro che promettono strategie “sicure” sono dei truffatori.

    Il nostro voto
    Clicca per lasciare un voto!
    [Totale: 0 Media: 0]

    Lascia un commento