Torna la deflazione in Italia!

Articolo flash per riportare una news macro appena uscita dall’ISTAT: Torna la deflazione in italia, e i dati sono allarmanti, in quanto il prezzo dei prodotti sta incominciando a diminuire. Questo perché? Beh ve lo spieghiamo nell’articolo qua sotto, continuate a leggere e lo scoprirete.

Febbraio è il mese dove la deflazione torna pericolosamente a livelli allarmistici. Secondo i dati ISTAT, i prezzi sono a -0.3% dopo 9 mesi che erano stati positivi. I prezzi dei beni della spesa degli italiani sono scesi dello 0.4%. Si tratta del primo crollo dei prezzi dal Dicembre 2014. Per quanto riguarda invece l’inflazione acquisita del 2016, siamo a quota -0.6.

I cali sono essenzialmente sparsi a macchia d’olio in tutte le tipologie di prodotti al consumo, ed erano all’incirca ben 9 mesi che non accadeva una cosa del genere.

Secondo i dati provvisori di enel quindi, i prezzi al consumo sono diminuiti dello 0.3% su base annua, si tratta del crollo più ampio da Gennaio 2015. A Gennaio 2016 l’aumento era stato dello 0.3% annuale, e -0.2% mensile.

Siamo tutti allo sfascio?

Un carrello della spesa che scende di -0.4% è certamente un segnale forte che non può essere non preso in considerazione. E se mediamente i prezzi scendono dello 0.2%, significa che il carrello cala, che i generi alimentari calano, che la cura della casa e della persona cala (-0.1% mensile e -0.4% annuo).

Spirale deflazionistica in arrivo

deflazione-italia

I prezzi stanno quindi crollando perché c’è un freno generale da parte della spesa dei consumatori e delle aziende. Per noi italiani questo è uno scenario insolito, in quanto dall’avvento dell’Euro i prezzi non hanno fatto altro che salire. Tuttavia deflazione non significa miglioramento dell’economia, anzi.

Deflazione significa che i consumatori sono in stallo, e continuano a risparmiare, ritardando quindi la spesa. In questo modo i consumi si bloccano, perché comprare oggi se domani il prodotto costerà di meno.

E’ un po’ quello che successe nel mercato immobiliare dal 2010 al 2014, che scesero del 10%. Un calo che iniziò quando i cittadini italiani iniziarono a posticipare le spese più “grosse”.

Per molti se i prezzi calano, è meglio in quanto il conto alla cassa della spesa sarà più basso, ma questo è un modo abbastanza avido di vedere la situazione. Il risparmio è bensì illusione.

Se al supermercato il conto è meno salato, questo si ripercuote sull’intera economia, le imprese abbassano i costi, diminuiscono gli investimenti, girano meno soldi, meno occupazione e salari più bassi. Una vera e propria spirale.

One Response to Torna la deflazione in Italia!

  1. Amalia Rossi ha detto:

    Deflazione? ma andate a fare la spesa e vedete, altro che deflazione!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *