Trader: cosa fa, quanto guadagna e come diventarlo

trader

La figura del trader è quasi mitologica: il trader è visto come una sorta di genio, che vive circondato dal lusso e che guadagna soldi a palate senza fare nulla. La realtà è molto diversa: i trader, anche quelli ricchi, non sempre sono dei geni, non sempre guadagnano soldi a palate e soprattutto i trader lavorano duro per ottenere i risultati.

Cosa fa un trader? Possiamo chiamare trader colui che opera sui mercati finanziari per ottenere un profitto. Il lavoro del trader, fino a pochissimi anni fa, era riservato solo ad una ristretta cerchia, una élite di professionisti, una casta chiusa. Adesso invece, tutti possono fare il trader.

Cosa è cambiato? E’ cambiato il mondo, c’è stata la rivoluzione di internet e dell’informatica, tutto è diventato più semplice e veloce, anche fare il trader. La nascita delle moderne piattaforme di trading online, infatti, ha reso possibile a tutti operare sui mercati finanziari in modo semplice. Cosa offrono queste piattaforme?

  • Sono facilissime da usare, anche per chi non ha mai fatto trading
  • Sono completamente gratuite, senza commissioni e costi nascosti (fanno concorrenza alle banche)
  • E’ possibile aprire il conto direttamente con il proprio computer o cellulare, senza doversi recare in banca
  • Si può operare facilmente da casa, con computer o cellulare
  • In ogni caso, se si sceglie una piattaforma regolamentata c’è la garanzia assoluta fornita dalla CONSOB

Migliori piattaforme per diventare trader

BrokerVantaggiDeposito min.Inizia
Conto demo gratis, professionale100 €Apri un conto
Notifiche di trading gratis250 €Apri un conto
Materiale didattico gratis100 €Apri un conto
Facilissima, conto demo gratis10 €Apri un conto
Social trading200 €Apri un conto

La tabella qui sopra contiene alcune delle piattaforme migliori per cominciare a operare sui mercati finanziari come trader. Si tratta di piattaforme autorizzate e regolamentate, con registrazione CONSOB e quindi offrono il massimo della sicurezza e dell’affidabilità. Si tratta anche di piattaforme facilissime da usare, anche per chi non ha alcuna esperienza di trading finanziario. Vediamo nel dettaglio:

Plus500

Plus500 è la piattaforma preferita dai trader europei: è sicura, affidabile e onesta. E’ molto apprezzata perché è semplice da utilizzare ma, allo stesso tempo, mette a disposizione strumenti perfetti anche per i trader professionisti. Plus500 è completamente gratuito, non applica commissioni di nessun tipo nè costi fissi. Di fatto Plus500 è la soluzione più economica, sicura e efficace per diventare un trader di successo. Per chi vuole sperimentare il trading, è possibile operare con un conto demo, quindi con soldi virtuali. Il conto demo di Plus500 è completamente gratuito, illimitato e senza vincoli.

Clicca qui per iscriverti a Plus500
.

24option

24option è una piattaforma veramente facile da usare, sicura e affidabile. 24option è la soluzione preferita da molti trader principianti: è infatti facilissima da utilizzare ma soprattutto offre un servizio gratuito di notifiche di trading. Che cosa sono le notifiche di trading? Sono indicazioni, estremamente precise, su operazioni da fare sul mercato. Queste indicazioni consentono anche ai principianti più assoluti di cominciare a guadagnare da subito. Inoltre, seguendo le notifiche di trading è possibile capire come ragionano i grandi trader e quindi migliorare la propria preparazione. Il servizio di notifiche di 24option è completamente gratuito per tutti coloro che si iscrivono: puoi richiederlo cliccando qui.

Clicca qui per iscriverti a 24option

Iq Option

Iq Option è la piattaforma di trading in assoluto più semplice. Interfaccia facile ed intuitiva, possibilità di cominciare a operare con soldi veri con appena 10 euro e un conto demo gratuito ne fanno la scelta quasi obbligata per chi vuole diventare trader ma non sa nemmeno da dove cominciare. Iq Option è completamente gratuita, sicura e onesta.

Clicca qui per iscriverti a Iq Option

Markets.com

Markets.com ha fatto la storia del trading online. E’ una delle piattaforme di trading più antiche e prestigiosa. Molti di coloro che adesso sono trader professionisti hanno cominciato anni fa ad operare proprio con Markets.com. Markets.com è una piattaforma completamente gratuita, senza costi e senza commissione. Offre a tutti un conto demo per sperimentare il trading online senza rischi. Uno degli aspetti più interessanti di Markets.com è la possibilità di seguire gratuitamente corsi di trading, anche dal vivo. Tutti gli iscritti possono infatti partecipare ai corsi online che vengono erogati ogni giorno e a quelli dal vivo che si svolgono periodicamente nelle principali città italiane.

Clicca qui per iscriverti a Markets.com

eToro

eToro è una piattaforma di trading davvero particolare. eToro ha inventato il concetto di social trading. Questo significa che i trader meno bravi o meno esperti possono copiare in maniera completamente automatica i trader più esperti. Come si fa a scegliere su eToro il trader da copiare? Molto semplice, per ogni trader è disponibile la storia passata, in modo che è possibile selezionare i trader che nel passato hanno guadagnato di più. Grazie a eToro è possibile iniziare a guadagnare fin da subito, senza nessun tipo di preparazione. Ancora più importante, seguendo i trader più bravi, è possibile apprendere tutti i segreti dei migliori trader. Pochi giorni di operatività sulla piattaforma eToro valgono molto di più di qualunque corso di trading online.

Clicca qui per iscriverti a eToro

Diventare trader

diventare traderChe cosa significa diventare trader? Abbiamo aperto questo articolo parlando dei pregiudizi che circondano la figura del trader. Si pensa di solito ai trader come a persone ricchissime, dotate di talenti straordinari, che vivono nel lusso e negli eccessi. Insomma, il trader sarebbe un genio miliardario che vive in una mega villa, passando la maggior parte del suo tempo ai bordi di una piscina, sorseggiando un cocktail circondato di belle donne. O, per dirla più semplicemente, il trader vivrebbe come Leonardo di Caprio nel film “Il Lupo di Wall Street”.

Nulla di più lontano dalla realtà. Il trader oggi è una persona normalissima. Se si applica e si impegna, probabilmente ha un buon profitto mensile che deriva dal trading online ma tutto dipende dal numero di ore in cui si dedica al trading, all’impegno personale, alla piattaforma scelta. Certo ci sono trader che diventano milionari, anche rapidamente, ma ci sono altri per cui il trading è un semplice hobby che serve ad arrotondare uno stipendio.

I trader non sono dei geni: con la facilità delle piattaforme di trading online disponibili oggi, tutti possono fare trading. Non serve un’intelligenza fuori dal comune, non serve una preparazione specifica. Quello che serve è impegno, determinazione, passione. E soprattutto, è necessaria una piattaforma di trading sicura, affidabile, gratuita e facile da usare.

Come si fa a diventare trader? Non serve buttare soldi con i corsi di trading online a pagamento, purtroppo ci sono molti lestofanti che vendono corsi in cui non si impara niente e che costano tantissimo. Il primo passo da fare è aprire un conto su una piattaforma di trading facile e gratuita. Tra le migliori possiamo sicuramente segnalare Plus500 (clicca qui per il conto gratis), 24option (clicca qui per il conto gratis) e https://iqoption.com/land/start-trading/it/?aff=22161&afftrack=TradingOnlineGuidaBottoneHomeIq Option (clicca qui per il conto gratis).

Una volta aperto il conto, si può operare in modalità demo, cioè con soldi virtuali, in modo da fare le prime esperienze senza nessun tipo di rischi. La maggior parte delle piattaforme di trading, inoltre, mette a disposizione gratuitamente materiale didattico di alta qualità, spesso anche corsi gratis online o dal vivo.

Diventare trader in questo modo è facile, sicuro, efficace: si apprendono i concetti fondamentali per guadagnare sui mercati e nello stesso tempo si possono applicare direttamente, accumulando esperienza.

Quanto guadagna un trader

quanto guadagna un traderUn trader non è per forza un milionario. Ci sono trader che sono anche miliardari (basta pensare al famoso Warren Buffet) ma ci sono anche persone normalissime che fanno i trader. Impiegati, operai, casalinghe, studenti, immigrati, persone normali che magari riescono a guadagnare qualche centinaia di euro al mese o poco più.

Ma che cosa fa la differenza tra un trader che guadagna tanto e uno che guadagna meno? La preparazione iniziale? L’intelligenza? No, in nessun caso. Quello che fa veramente la differenza tra un trader che guadagna e uno che non ci riesce (o che guadagna meno) è la passione, la determinazione, l’impegno. Un trader preparato e svogliato guadagna sicuramente molto meno rispetto ad un trader ignorante ma che ci mette l’anima e il cuore.

Ovviamente ci vuole studio e preparazione: ma si può anche cominciare da zero, aprire un conto di trading su una buona piattaforma e contemporaneamente dedicare tempo e impegno nello studio del trading. Avendo a disposizione un conto di trading è possibile studiare utilizzando il materiale didattico messo a disposizione dalla piattaforma e soprattutto accumulare esperienza da subito.

Trader significato

trader significatoQual è il significato di trader? Cos’è un trader? Se dovessimo basarsi sulla traduzione di trader dovremmo dire che il trader è un commerciante. Ovviamente la traduzione della parola trader ci dà un’ottima indicazione sul significato ma bisogna fare delle precisazioni. Quando parliamo di trader, ovviamente, ci riferiamo ad una persona che scambia asset sui mercati finanziari.

Di solito si pensa al trader come qualcuno che compra o vende contratti finanziari. Con la maggior parte delle piattaforme di trading di qualità, di solito il trader si trova a operare con contratti derivati (come i contratti per differenza). Come mai? I contratti derivati, a differenza di quello che si pensa, sono estremamente più convenienti. Non si pagano imposte di bollo, non si pagano commissioni di intermediazione, sono facilissimi da utilizzare.

Ovviamente la parola trader potrebbe essere tradotto in italiano in modi differenti. Ad esempio, si potrebbe utilizzare la parola speculatore finanziario. Purtroppo però, la parola speculatore ha un’accezione profondamente negativa nella cultura italiana corrente. In fondo uno speculatore non fa nulla di male, semplicemente guadagna dei soldi sfruttando delle oscillazioni di mercato che ci sarebbero state comunque, anche senza il suo intervento.

Alla domanda un trader cos’è? potremmo rispondere dicendo che è uno speculatore finanziario, una persona che guadagna soldi (molto spesso anche in grandi quantità) semplicemente per il fatto che i mercati si stanno muovendo.

Trader lavoro

trader lavoroLa maggior parte delle persone che scelgono di diventare trader lo fanno come hobby, arrotondando quindi il loro reddito da lavoro. Alcuni tra i più intraprendenti, scelgono di fare il trader come lavoro. Lavorare come trader ha in effetti dei benefici piuttosto grandi: si può lavorare direttamente da casa, senza stress e senza problemi. Non si devono rispettare gerarchie, non si devono sopportare le piccole e grandi umiliazione che ogni lavoratore dipendente deve sopportare. E poi, ovviamente, c’è l’aspetto economico: un trader profesionista (una persona che il trader come lavoro) guadagna decisamente di più dell’italiano medio.

Ma come si fa a diventare un trader professionista?
Gli esperti consigliano di non farsi prendere dall’entusiasmo da subito. Chi ha un lavoro dipendente non dovrebbe lasciarlo di punto in bianco per diventare trader. Il consiglio di solito è quello di fare il trader nei ritagli di tempo, fino ad arrivare ad un profitto di trading pari almeno al doppio a quello che si guadagna come dipendente. Solo a questo punto conviene dimettersi e lasciare il posto di lavoro.

Chi non ha un lavoro fisso, ovviamente, può dedicarsi da subito anima e corpo al trading online. Non è una questione di soldi: con Iq Option è possibile cominciare a fare trading con appena 10 euro di capitale. E’ una questioen di tempo e impegno. Per raggiungere obiettivi concreti facendo trading online ci vogliono ore e ore di studio ed esperimenti.

Trader Wikipedia

trader wikipediaHa senso consultare Wikipedia per scoprire cos’è un trader o come diventare trader? Assolutamente no. Chi vuole diventare trader dovrebbe formarsi utilizzando materiale affidabile e di alta qualità. Abbiamo già detto che tutte le migliori piattaforme di trading, come Iq Option o 24option, mettono a disposizione gratuitamente degli iscritti. Ci sono poi i portali, come Mercati.com, che offrono costantemente informazione aggiornata e di qualità sul trading online. Che senso ha frenquentare Wikipedia (o peggio ancora i forum dedicati al trading online) quando si può avere accesso a informazione di alta qualità?

Trader famosi

Un aspetto molto importante per tutti coloro che vogliono diventare trader è l’esempio dato dai trader famosi. Il loro esempio è importante non solo per le strategie che applicano per ottenere i loro risultati, ma soprattutto perché dimostra come grazie al trading online è possibile guadagnare veramente tanti soldi.

George Soros

George Soros è il trader, filantropo e investitore più ricco in assoluto al mondo. Dopo aver iniziato la sua carriera nel 1970 all’interno del mondo degli affari, Soros ha poi fondato il suo primo hedge fund: Soros Fund Management diventandone il presidente.

Soros è diventato molto famoso dopo “aver distrutto” la Banca d’Inghilterra. Questo fu un episodio molto particolare che fece diventare Soros una vera e propria “star” amata me anche odiata da moltissime persone.

Nel 1992 secondo le indiscrezioni di alcuni analisti, la Banca d’Inghilterra non aveva abbastanza fondi per mantenere alto il valore della propria moneta, in quanto non si poteva permettere di aumentare i tassi d’interesse. Soros decide quindi di vendere allo scoperto sterline comprando dollari per 10 miliardi. Questa mossa gli permise di guadagnare 1 miliardo di dollari con una sola trade, guadagnandosi l’appellativo di “Uomo che ha mandato in rovina la Banca d’Inghilterra” e senza dubbio il titolo di trader migliore di sempre.

Arduino Schenato

Arduino Schenato è uno dei più grandi rappresentanti del trading nostrano nel mondo. Arduino Schenato è una vera e propria stella nascente nel mondo del trading online.

Arduino Schenato è un trader autodidatta “che si è fatto da solo” sviluppando la sua strategia basata a tutti gli effetti sulla price action.

Un trader che è disposto anche ad insegnare le sue strategie come quello che è un vero e proprio marchio di fabbrica come la Follow The Winner Strategy (FTW).

Le strategie di Arduino Schenato si basano essenzialmente sulle dinamiche di prezzo su grafico naked (quindi sul semplice grafico di prezzo senza l’utilizzo di indicatori tecnici vari).

Paul Tudor Jones

Paul Tudor Jones è uno dei trader più leggendari in tutto il panorama mondiale. Un trader che ha basato la sua strategia di trading sulla difensiva. Per descrivere la grandezza di Paul Tudor Jones è sufficiente narrare le sue gesta: mentre Wall Street nel lontano 1987 vedeva andare in fumo gran parte dei fondi, Paul Tudor Jones faceva crescere il suo fondo d’investimento di oltre il 60% in un mese.

Paul Tudor Jones è un trader e investitore nato nel 1954. Da giovane ha fondato la Tudor Investment Corporation, la società che racchiude tutte la sua conoscenza sulle tecniche di trading, che gli consentono di performare nel migliore dei modi nella gestione del risparmio e dei fondi privati.

Paul Tudor Jones si è piazzato al 108esima persona più ricca al mondo negli Stati Uniti, grazie al suo patrimonio netto di ben 4,3 miliardi di dollari.

Paul Tudor Jones ha uno stile di trading tutto suo. Preferisce evitare di acquistare nei punti pivot, ma la gestione della posizione è puramente a livello fondamentale.

Gli stop loss sono mentali. Se il prezzo tocca un determinato punto, è bene uscire dalla posizione. Non vengono soltanto utilizzati degli stop loss di prezzo, ma anche di tempo.

Secondo Tudor Jones non bisognerebbe mai fare trading in base al proprio ego, ma bisognerebbe bensì essere sempre umili e non sentirsi mai bravi. Nel momento in cui ci si sente bravi, è proprio quello il momento in cui si è troppo sicuri di sé e quindi anche molto esposti alle perdite.

Paul Tudor Jones, grazie al suo trading, ha oggi un patrimonio stimato di oltre 5 miliardi di dollari.

Timothy Sykes

Timothy Sykes è una leggenda nel trading delle Penny Stock. Non ci sono segreti per lui quando si tratta di fare trading con azioni del valore di pochi “penny”.

Timothy Sykes, grazie al suo modo di mostrare la sua grande ricchezza, è il personaggio più appariscente in tutta l’industria del trading.

Nato nel 1981, ha iniziato subito con le Penny Stock investendo il suo bar mitzvah (nella cultura ebraica l’anno in cui il bambino diventa realmente maturo, ovvero raggiunge l’età di 13 anni) facendolo diventare addirittura 1 milione di dollari.

Sykes, a differenza di molti, preferisce non investire nelle grosse aziende come Google, Apple etc ma predilige invece le cosiddette “Penny Stock” ovvero azioni che hanno un prezzo di qualche centesimo.

Questo suo modo di investire e prevedere le Penny Stock più promettenti, gli ha permesso di costruire un vero e proprio impero. Timothy Sykes mette a disposizione le sue conoscenze grazie ad un servizio di coaching e di notifiche di trading.

Bernard Madoff

Bernard Madoff è stato uno dei protagonisti della finanza, ma in senso negativo. Bernard Madoff è infatti il trader che si è reso protagonista della truffa finanziaria di sempre. Ma andiamo con ordine.

Madoff fondò a Wall Street la Bernard L. Madoff Investment Securities LLC nel 1960 gestendola fino a quando fu “pizzicato” per lo schema ponzi che aveva architettato.

Uno schema ponzi è un’operazione truffaldina, dove il truffatore paga i profitti agli investitori attraverso il nuovo capitale versato dalle nuove vittime appena entrate.

4 Responses to Trader: cosa fa, quanto guadagna e come diventarlo

  1. Marco Liera ha detto:

    Il trader è soprattutto colui che decide che è venuto il momento di gestire in prima persona la sua vita finanziaria, mettendo un punto finale alle truffe di banche e di promotori finanziari di ogni tipo.

  2. Francesco Martelli ha detto:

    Diventare trader fa gola a tutti ma bisogna stare attenti. Attualmente opero con grande successo grazie alle notifiche di trading di 24option ma non sempre è stato così. Quando decisi di diventare trader mi fidai di un guru del trading, uno che pareva un re Mida quanto si vantava di guadagnare. Pagai 1600 per un corso di trading dove non riuscivo a capire assolutamente nulla. Ancora peggio, finito il corso mi fece aprire un conto su Fineco dove in breve tempo bruciai (soprattutto per colpa delle pesanti commissioni sull’eseguito) un bel capitale.

    Pensavo di smettere, poi per fortuna ho trovato 24option e li ho potuto cominciare pian piano a recuperare quanto perso e poi anche a guadagnare. Attualmente mi reputo un trader dilettante ma grazie alle notifiche di trading di 24option porto a casa con il trading più di quanto guadagno con il mio lavoro di quadro.

  3. […] di interpretare come reagiranno i mercati in caso di vittoria di questo o quel partito. Per il trader che segue i mercati tutti i giorni, l’arrivo delle elezioni politiche si tramuta in un periodo […]

  4. […] J. Dennis, è un trader delle materie prime, noto come il “Principe del Pit”, Dennis è nato a Chicago nel […]

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *