Traders concentrati sul report dell’American Petroleum Institute

american petroleum instituteI Futures sul greggio di Aprile sono stati scambiati a prezzi leggermente inferiori a causa del report sugli inventari da parte dell’American Petroleum Institute.

I dati API hanno mostrato che le scorte Usa di greggio sono aumentate di 14,3 milioni di barili la scorsa settimana. Solo poco tempo fa, la US Energy Information Administration ha dichiarato che le scorte di petrolio greggio sono aumentate di 7,7 milioni di barili. Le prime stime erano per un calo di 1,8 milioni di barili.

I prezzi del greggio hanno quindi recuperato un pò dopo il rilascio dei dati EIA. La mossa short dei traders dopo il rilascio del verbale dell’inventario è stato alimentato dal fatto che i dati EIA hanno mostrato un aumento molto più piccolo rispetto ai dati API. Per la maggior parte, la stima originale è stata ignorata.

Per quanto riguarda i Futures di Gold (Globex) (COMEX) di Aprile, il metallo non è riuscito a stare sopra ai guadagni precedenti dopo che il dollaro statunitense ha cominciato a radunarsi. Un Sell-off massiccio da parte del dollaro australiano, la sterlina britannica e del dollaro neozelandese e Euro hanno contribuito a sostenere i suoi guadagni. La forza iniziale dell’oro è stata una reazione alla possibilità che la Federal Reserve avrebbe ritardato l’innalzamento dei tassi di interesse dopo che il rilascio di Mercoledì delle minutes di gennaio ha svelato il fatto che molte cariche nella Banca Centrale stanno in realtà aspettando l’evolversi delle situazioni economiche negli Stati Uniti.

La coppia EUR / USD era sotto pressione dopo le notizie emerse circa il fatto che la Germania aveva respinto la richiesta della Grecia per una estensione del programma di salvataggio. Il ragionamento dietro il rifiuto si pensa che sia dovuto alla Grecia, che stava cercando un prestito ponte senza però soddisfare le condizioni del prestito attuale.

Il GBP / USD si è indebolito giovedi, dopo essersi trovato al suo livello più alto per l’anno giusto un giorno prima. La vendita è stata dovuta ad una brusca reazione alla relazione di ieri che ha mostrato che la Banca del comitato di politica monetaria d’Inghilterra ha votato all’unanimità per lasciare i tassi di interesse e livelli di stimolo attuali invariati. Il voto unanime, probabilmente segnala che la BOE ha iniziato a prendere in considerazione la possibilità di un rialzo dei tassi di interesse già in questo 2015, ma non sappiamo ancora quando.

Parlando d’altro, le richieste settimanali dei sussidi di disoccupazione negli Stati Uniti sono stati 283.000 contro una stima pre-report di 293.000. Il Philly Fed Manufacturing Index è in flessione, molto inferiore alla stima di 8.8, in quanto questa volta è stato registrato a 5.2. I traders hanno sostanzialmente ignorato i dati macroeconomici per concentrarsi sui dati degli inventari del greggio.

2 Responses to Traders concentrati sul report dell’American Petroleum Institute

  1. Francy ha detto:

    Secondo me il petrolio scende e scende di brutto ancora per un po’, si possono fare tanti bei soldini a mio avviso

  2. Conte Zio ha detto:

    Come scrissi anche ieri, ci sono infinite opportunità di guadagnare soldi in questo momento, forza ragazzi che fate trading, abbuffatevi di soldi!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *