Trading

Il trading online è difficile?

Il trading online è difficile? Sono tantissimi coloro che vorrebbero cominciare a fare trading online ma poi rinunciano perché pensano che sia realmente molto difficile. Le cose non stanno così: il trading online non è necessariamente difficile o disponibile solo per gli esperti. Attenzione però: con questo non stiamo dicendo nemmeno che il trading online sia un metodo per fare soldi facili. E’ vero che il trading online non è difficile ma ci vogliono tempo e impegno per ottenere risultati concreti.

Imparare il trading online

Coloro che pensano che il trading online sia difficile perché non lo conoscono hanno una grandissima occasione: imparare il trading online. Oggi come oggi sono disponibili tantissimi corsi sul trading online che spiegano passo a passo come si opera sui mercati finanziari. Anche Mercati24 ha pubblicato, nel corso degli anni, numerose guide sul trading. Giusto per fare un esempio, abbiamo creato una raccolta delle migliori guide per il forex.

Essere ignoranti non è una colpa, essere consapevoli della propria ignoranza è un vantaggio. Pensiamo a coloro che non sanno nulla del trading online e pensano che sia un modo per fare soldi facili. Per queste persone basta aprire un conto su qualunque broker (anche non regolamentato magari) per cominciare a fare soldi facili. Di solito perdono tutto, fino all’ultimi centesimo, perché sono le vittime sacrificali preferite dei broker truffa.

Chi invece pensa che il trading sia difficile ma decide comunque di studiare ha una marcia in più e può ottenere facilmente degli ottimi risultati anche se parte da zero.

Oggi ci sono corsi per il trading online gratuiti, semplicissimi e soprattutto orientati alla pratica. Grazie a questi corsi anche chi parte davvero da zero e pensa che il trading sia difficile può ottenere risultati eccezionali. Il migliore di questi corsi è probabilmente il corso online offerto da 24option gratis a tutti gli iscritti. Puoi partecipare cliccando qui e iscrivendoti gratis.

Questo corso è veramente semplice, anche per chi non ha mai fatto trading online perché ha sempre pensato che sia una cosa difficile. Il corso di 24option rende facile il processo di apprendimento. A differenza di molti corsi di trading a pagamento che sono difficili perché viene utilizzata una terminologia molto tecnica, questo corso riesce a spiegare il trading con parole molto semplici, comprensibili da tutti.

Le difficoltà psicologiche del trading

Quando si pensa al fatto che il trading online è difficile, si pensa soprattutto a tecniche, strategie, metodi complessi. Però non è questa la difficoltà maggiore del trading.

Le tecniche e le strategie, in fondo, si possono imparare facilmente con i corsi (e il corso di 24option è perfetto per questo). La difficoltà maggiore del trading non è tecnica ma è psicologica.

La natura della mente umana è tale che la paura di perdere il proprio denaro può paralizzare ogni azioni o può far perdere occasioni molto importanti di guadagno. Allo stesso tempo, anche l’avidità può giocare brutti scherzi: basti pensare ai tanti ingenui che cadono negli schemi che promettono guadagno facile e assicurato con il trading online (tipo Bitcoin Code per intenderci).

La grande difficoltà del trading online è soprattutto di natura psicologica: i grandi maestri che sanno fare trading veramente bene sono coloro che sanno dominare le emozioni. Non reprimono paura e avidità ma le utilizzano per migliorare la propria operatività.

Abbiamo visto che la paura e l’avidità possono giocare dei brutti scherzi al trader ma, nella realtà, possono anche essere d’aiuto. La paura di perdere, ad esempio, può aiutarci a stare lontani da operazioni sballate. L’avidità, invece, può farci cogliere occasioni ghiotte di guadagno. In un certo senso, è l’avidità che ci spinge a fare trading online. Se non fossimo interessati a guadagnare con il trading il massimo possibile con il minimo del rischio, probabilmente dedicheremmo il nostro tempo a fare altro.

Rendere il trading meno difficile con la demo

Coloro che pensano che il trading online sia difficile e fuori dalla loro portata hanno l’occasione di iniziare a operare in modalità demo. Che cosa significa operare in questa modalità? La demo di una piattaforma trading funziona esattamente come la piattaforma reale, con l’unica differenza che i soldi utilizzati sono virtuali, quindi le eventuali perdite non sono un problema. Fare trading online demo significa fare trading online senza la costante preoccupazione di subire perdite. Ovviamente anche i profitti ottenuti in modalità demo sono puramente virtuali e quindi non possono essere prelevabili.

La modalità demo può essere utilizzata per fare qualche prova di trading ma può anche avere un’applicazione molto più intelligente: una delle tecniche migliori per cominciare a fare trading consiste nello studiare un buon corso di trading (ad esempio quello di 24option) e contemporaneamente mettere in pratica i concetti appresi con una buona piattaforma di trading che offra la modalità demo.

Per chi fosse interessato a provare il trading online in demo, qui sotto publichiamo una tabella con le migliori demo:

Broker Vantaggi Deposito min. Inizia
Social trading 200 € Apri un conto
Notifiche di trading gratis 200 € Apri un conto
Piattaforma sicura e demo gratuita 100 € Apri un conto
Deposito minimo 10 euro 10 € Apri un conto

Tutte queste demo sono offerte da piattaforme gratuite, assolutamente affidabili e sicure.

Diventare trader è difficile?

Insomma, possiamo dire che per chi riesce a diventare trader, il trading online non è difficile, tutt’altro. Ma come si fa a diventare trader? Il primo passo per diventare trader e sapere esattamente cos’è il trading online. Iniziare a fare trading senza sapere assolutamente nulla, pensando che sia una specie di gioco è una pazzia che porta a risultati fallimentari.

Il trading online è un modo di ottenere profitti, quanto più elevati possibili, con il minimo rischio. Non è un gioco, anche se comunemente si dice giocare in Borsa.

Chi parte da questa consapevolezza ha la possibilità di diventare trader seguendo un percorso fatto di:

  • Corsi di trading online
  • Trading online in modalità demo
  • Trading online reale

I primi due punti li abbiamo già illustrati e abbiamo già visto che il miglior modo possibile per diventare trader è studiare e contemporaneamente operare in demo. Una volta acquisiti i concetti fondamentali del trading, però, bisogna provare a passare ad un conto reale, dove si opera con soldi veri.

Non è necessario un grande capitale visto che le migliori piattaforme di trading online ti fanno cominciare con un capitale basso (dai 100 ai 250 euro di solito) ma è importantissimo: abbiamo già visto che la difficoltà del trading è soprattutto psicologica e solo operando con soldi reali si può imparare la psicologia del trader, cioè la capacità di dominare le emozioni.

Insomma, se vuoi diventare un trader di successo (e non è difficile) non passare troppo tempo con le piattaforme demo ma inizia prima possibile a operare con denaro reale.

E’ difficile fare il trader come lavoro?

Abbiamo parlato, fino ad ora, della possibilità di diventare trader, delle migliori demo del trading e dei migliori corsi. Utilizzando questi elementi non è affatto difficile diventare trader, anzi, in molti ci sono riusciti.

E’ altrettanto facile fare del trading online il proprio lavoro? Sappiamo che si tratta di un sogno davvero diffuso: sono tantissimi coloro che sognano di lavorare direttamente da casa, ottenendo elevati profitti e lasciandosi dietro una vita fatta di umiliazioni, sacrifici e difficoltà.

Diciamo la verità: non è facile fare del trading online il proprio lavoro. Il punto fondamentale è che per fare del trading il proprio lavoro bisogna arrivare ad un livello di profitti veramente elevato.

Molti trader esperti consigliano di non abbandonare il proprio lavoro fisso, ad esempio, se non quando si riesce a guadagnare almeno 5 volte lo stipiendo. Possono sembrare molti soldi ma bisogna tener conto che il mestiere di trader non offre alcuna garanzia: un giorno può andare veramente bene, il giorno dopo può andare male. Soprattutto, poi, se c’è una famiglia da mantenere bisogna andare con i piedi di piombo.

Per ottenere un buon profitto, inoltre, bisogna partire con un capitale elevato. Non si può pensare di fare il trader come lavoro con un capitale di 250 euro. Molti dei trader che oggi vivono di trading (e che sono diventati ricchi grazie al trading online) hanno cominciato proprio con 250 euro. Hanno operato per un periodo più o meno lungo nel tempo libero e solo quando hanno accumulato un capitale sufficiente (oltre che a guadagni giornalieri considerevoli) hanno deciso di lasciare il lavoro fisso per diventare trader a tempo pieno.

Ovviamente questi ragionamenti non valgono per chi un lavoro non ce l’ha: in questo caso ci si può dedicare anima e corpo al trading online, ricordando sempre che si tratta di un investimento speculativo e non di un gioco.

Trading online opinioni

Questo punto è particolarmente importante: purtroppo ci sono tante opinioni sul trading completamente sbagliate. C’è chi pensa che il trading online sia una specie di truffa legalizzata e chi pensa che sia un modo per fare soldi facili. Ovviamente si tratta di opionioni sbagliate che danneggiano i potenziali trader: difficile iniziare a fare trading online se si pensa che sia una truffa. Purtroppo le truffe ci sono, pensiamo ad esempio a Bitcoin Profit o Profit Formula, ma è facile individuarle visto che i truffatori di solito promettono soldi facili.

Ancora peggio, è praticamente impossibile guadagnare con il trading se si pensa che si tratta di un modo per fare soldi facili. Di solito chi crede a questa opinione è stato convinto da qualche truffatore e finisce velocemente per perdere tutto.

Trading online automatico

Molti di coloro che si avvicinano al trading online per la prima volta hanno il mito del trading automatico: in pratica, vorrebbero fare trading online senza saper fare trading perché c’è un bot che lo fa per loro. E’ possibile fare trading automatico? Effettivamente sì, è possibile. Ci sono sistemi di trading automatico facili da usare e che funzionano davvero come eToro (clicca qui per il sito ufficiale).

Attenzione però: non tutti i sistemi di trading automatico sono uguali e fanno guadagnare. Ne sanno qualcosa coloro che hanno utilizzato Gekko per il trading automatico di Bitcoin e hanno perso soldi, molti soldi.

1 Commento
  • E non ti ho detto tutto….

    “Saiperché moltissime persone si ostinano in maniera “ossessiva” e “morbosa” a intraprendere queste attività? 🙂 ”

    (Network, trading, videocorsi, Kindle publishing, ecc.) ma (paradossalmente) anche a fondare aziende proprie? ”

    • “NON per fare soldi!”

    Perché chi ha un’azienda, (come tu saprai meglio di me) ha MOLTE più responsabilità di una persona che fa il COLLABORATORE per un’azienda. E sa BENISSIMO che per “ammortizzare” l’investimento ci vogliono diversi anni.

    Quindi si lavorerebbe a “GRATIS” per diversi anni , e si guadagnebbe di più (nell’immediato) come collaboratore dipendenti.

    • “Il problema vero , è che viviamo in una società malata , in cui conta solo una roba:

    “FARSI notare , apparire , AVERE RICONOSCIMENTO da parte delle persone , avere degli apprezzamenti”.

    Siamo disposti a fare cose per cui non siamo nemmeno portati , PUR di farci notare.

    • E purtroppo molte persone , sono “sensibili” al giudizio altrui.

    Ci fai caso che se per caso si dice alle persone , che si è “alle dipendenze” di qualcuno

    -> (specie se uno fa l’operaio, cameriere, lattoniere) quasi ci schifano. E’ vero o no? 🙂

    Perché (ingenuamente) sono lavoro “percepiti” come “lavori di “cacca” , soprattutto dalle donne “molto carine”.

    Quindi si tende a stare male (soprattutto noi uomini) che abbiamo il problema del “membro piccolo” 🙂 ! È tutto li il problema. Questione di AUTOSTIMA!

    Perché io ci scommetto le “parti basse”, che se da domani alle persone dicessero (Esempio):

    “Ma veramente lavorate (esempio) alla Fiat come carrozziere? Cavoli anche a me piacerebbe lavorarci un giorno” sei ben visto, sei pieno di complimenti , hai ragazze ai tuoi piedi”

    Vedi che alle persone normali, di fare gli imprenditori, networker , trader ecc.. Non gliene frega più una mazza. Te lo dico io! 🙂

    Siamo in una società dove se si dice alle persone (amici o ragazze che siano) che:

    • ” se lavori in banca”
    • “o sei un imprenditore”
    • “o sei è dietro ad una scrivania, in giacca e cravatta”
    • “Dentista”
    • “Avvocato”

    Si appecorano molto volentieri a queste (autorità) e CAMBIANO immediatamente atteggiamento ;).

    Molti dicono:

    “Voglio andarmene via dal mio attuale lavoro, perché c’è il capo che mi rompe i coglioni , i colleghi che mi trattano male”

    Quindi stanno dicendo:

    “Che se le persone li “trattassero” con i guanti bianchi , rimarrerrebbero in quell’azienda, facendo anche quel lavoro (percepito) come di m?”:)

    Allora NON è un problema di soldi,o di lavoro. Ma è un problema di “atteggiamento”.

    È lo stesso identico “meccanismo mentale” che spinge dipendenti o imprenditori ad “acquisire” , automobili che NON possono permettersi.

    Perché? Perché è una “gara continua a chi ce l’ha più lungo”.

    “l’ego” e “l’invidia” sono le 2 Leve che muovono il commercio.

    Quante volte ci sono i guru (anche del trading oltre che del marketing) che dicono:
    “Ma voi siete dei poveri di m…a invidiosi che non vi potete permettere il mio corso?”

    Questa è una strategia fatta apposta, per applicare il senso di “inadeguatezza” affinché le persone si indebitano per comprare i loro corsi pur di zittirli.

    Idem con IPhone, Auto, Viaggi ecc.

    Quanti imprenditori ,appena fanno due soldi (se mai li fanno), si scannano giù il leasing per comprare il Mercedes, per non pagare le tasse e SBUDELLARSI I GUADAGNI DELL’AZIENDA?

    E che belli convinti vi dicono:

    “Eh ma io ho il macchinone di 90000€”

    No tu non hai comprato 90000€ di macchinone, tu ha 90k in meno in conto che l’hai dovuto fare, perché se no ti tassavano.

    Adesso hai una macchina che beve come una roba e devi usare la carta aziendale come banca per giustificare gli acquisti.

    E la gente (convinta) che siano tutti multimilionari? Evidentemente no 🙂

    E chi fa impresa , lo fa perché (giustamente) e lo capisco (a livello umano) sentirsi dire dalla società:

    “Sei un Figo amico, cazzo sei un grande”.

    Ecco perchè fanno i leasing di auto che non possono permettersi! Ma come dipendenti che fanno debiti di cose ben al di sopra delle loro possibilità!

    È il sentirsi “parte di un’élite” che spinge la maggior parte delle persone a fare questo.

    Per esempio: “come vengono chiamati le persone che lavorano in un’azienda? Dipendenti? Perché in molte aziende li chiamano ancora così.”

    Le aziende serie li chiamano COLLABORATORI. 🙂
    Certo la realtà non cambia , cambia un po’ la percezione!

    Un conto è sentirsi chiamare dipendente CIOÈ colui che DIPENDE, un conto è sentirsi chiamare collaboratore.

    Invece c’è questo comunicare da ego e questo “malcelato” senso di superiorità della serie:

    • ” io Padrone, e tu schiavo”
    • “Io cliente , e tu servirmi subito”

    Ecco questo atteggiamento DEVE FINIRE. Solo cosi si lavorerà in maniera coerente e felice. Qualunque mansione essa sia 🙂

    P.S spero pubblicherai i miei 2 messaggi, è giusto che la gente capisca come stanno realmente le cose

Lascia un commento