Trading online opinioni

trading online opinioni

Il trading online consiste nell’accumulare profitti sfruttando a proprio vantaggio le naturali oscillazioni dei mercati finanziari. Possiamo fare trading online di qualunque asset quotato: azioni, obbligazioni, titoli di stato, coppie di valute forex, materie prime. L’aggettivo online si riferisce al fatto che le negoziazioni avvangono per via telematica. Si tratta di un’informazione scontata (ormai nessuno va in banca per comunicare per iscritto i propri ordini di acquisto o vendita) ma ormai è entrata nell’uso comume.

Incominciamo questo articolo dedicato alle opinioni sul trading online con la definizione di trading online proprio per mettere in evidenza come molte delle opinioni più diffuse siano assolutamente false. Purtroppo c’è troppa disinformazione sul trading online, sono troppe ancora le persone convinte che il trading sia un modo facile e sicuro per fare dei soldi oppure che sia una specie di truffa legalizzata.

Migliori piattaforme per fare trading

BrokerCaratteristicheAutorizzatoDeposito min.Inizia
Piattaforma professionale. Demo gratis100 €Apri un conto
Notifiche di trading gratis250 €Apri un conto
Trend dei Traders10 €Apri un conto

La lista qui sopra contiene tutte le migliori piattaforme per fare trading online. Sono piattaforme con opinioni molto positive, tutte molto apprezzate dai trader. Scegliendo una di queste piattaforme si ha garanzia assoluta di affidabilità e sicurezza. Tutte le piattaforme sono inoltre gratuite, senza commissioni e senza costi fissi.

Il trading non è un metodo per fare soldi

Sentiamo troppo spesso parlare di trading come ottimo metodo per fare soldi. Io non so precisamente cosa sia un metodo per fare soldi e non credo che esistano, ma sono sicuro che il trading non è un metodo per fare soldi. Il trading è un modo per investire con successo sui mercati finanziari, ricavando elevati profitti nel brevissimo periodo con un occhio al rischio e al suo controllo. Punto. Il fatto che ci siano tanti, troppi ebook e video corsi che spiegano come diventare ricchi con il trading online in 7 giorni non giustifica il pensare che sia vero.

Il trading è un modo per investire sui mercati finanziari: chi pensa che sia un vago metodo per fare soldi, una specie di lotteria, farebbe molto meglio a non fare trading online. In questo caso, anzi, sarebbe opportuno dedicarsi direttamente ai giochi, alle lotteria, ai casino online o a qualunque altro strumento per giocare d’azzardo online.

A proposito: avete mai fatto caso che sono i forum dedicati alla finanza, al forex e alla Borsa i luoghi virtuali dove si parla più spesso del trading online come metodo per fare soldi?

Il trading online non è una truffa legalizzata

E sempre sui forum si trova spesso scritto che il trading è una truffa legalizzata e che sarebbe meglio starne alla larga. Intendiamoci: le truffe nel mondo del trading online ci sono, è vero, ma è anche vero che evitarle è facilissimo. In fondo, è sufficiente scegliere broker che abbiano l’autorizzazione da parte di CONSOB per mettere il proprio denaro in una botta di ferro. Chi opera con broker come 24option, Plus500 o Markets.com è al sicuro al 100%: non subirà truffe di nessun tipo perché sono broker autorizzati e regolamentati, contrallati dalle autorità che garantiscono tutto il denaro depositato. Chi sceglie un broker non autorizzato è un pazzo e sta buttando il proprio denaro: andare poi a scrivere sui forum che il trading online è una truffa è molto infantile.

Poi ci sono altri casi che dobbiamo analizzare. Il trading online non è per tutti. Si possono guadagnare tanti soldi, è vero, ma se si manca di personalità, di coraggio, di un minimo di intelligenza si può anche perdere. E ci sono persone che perdono per loro colpe e accusano il trading di essere una vera e propria truffa. In effetti queste persone non avrebbero mai dovuto fare trading, meglio è per loro che stiano comode sul divano a guardare la TV. Tanto questi personaggi ricchi non diventeranno mai, nè con il trading online nè con qualunque altro modo.

Infine, analizziamo il caso peggiore tra coloro che scrivono che il trading online è una truffa. Si tratta di esperti di comunicazione che si sono rivenduti come esperti di trading. Tipicamente hanno cominciato a vendere corsi di trading online (sia corsi dal vivo che videocorsi o ebook di trading) e provano a venderli usando internet.

Il primo problema di questi corsi è che sono inutili e dannosi: non insegnano nulla di utile e chi applica le tecniche spiegate in questi fantomatici corsi perde rapidamente tutto il proprio capitale. Ebbene, questi figuri sono soliti diffondere calunnie di ogni tipo per promuovere il loro lucroso business.

Come reagiscono al successo delle piattaforme migliori i venditori di fumo dei forum? Semplice, le accusanono di essere una truffa, in modo da poter continuare a vendere la loro spazzatura. Trading online non è una truffa. Ma i corsi venduti da questi lestofanti potrebbero essere paragonati a truffe perché garantiscono a chi le vende un alto profitto e a chi li compra perdite in denaro. State attenti.

Simulazione trading online

Un’opinione a cui prestare attenzione è relativa alle simulazione del trading online: sono così utili come si dice per accumulare esperienza. Dipende da cosa si intende. Una demo del trading online su una piattaforma come Markets.com può aiutare a capire molti meccanismi di base. Chi non ha mai fatto trading online può cominciare con Markets.com e ottenere un grande vantaggio. Ma la simulazione del trading online non aiuta ad accumulare esperieza: per ottenere esperienza vera bisogna operare con soldi veri.

Per quale motivo? Semplice: il trading non è solo un fatto tecnico, come si potrebbe pensare. Il trading online è soprattutto un fatto psicologico. Colui che vince soldi con il trading è colui che riesce ad andare sempre fino in fondo, colui che non si scoraggia per una piccola perdita. Il trader di successo è colui che è in grado di dominare la paura di perdere soldi.

Ecco perché per accumulare esperienza e diventare un trader di successo bisogna fare trading con soldi veri. Niente paura: Markets.com non solo offre una demo gratuita di alta qualità e aperta a tutti, ma garantisce anche la possibilità di cominciare il trading reale con un deposito iniziale di soli 100 euro.

Per cominciare subito con Markets.com clicca qui: puoi usarlo gratis come demo o cominciare con il trading reale. In questo caso, ti bastano solo 10 euro di deposito.

Trading online come funziona?

Plus500
Concludiamo questa nostra analisi delle opinioni relative al trading online con una domanda: il trading online funziona? Se per funziona si intende genera profitti quando si opera correttamente, allora sì, il trading online funziona. Ovviamente bisogna operare con intelligenza, capacità, scegliendo la giusta piattaforma di trading online e non basta che ci sia l’autorizzazione da parte di CONSOB. Operare con Banco Posta o con Fineco, ad esempio, non è un’idea molto intelligente perché le commissioni applicate sono pesantissime (commissioni sull’eseguito) anche se si tratta di piattaforme autorizzate e regolamentate da CONSOB.

Piattaforme come Markets.com, 24option o Plus500 oltre ad essere autorizzate dalla CONSOB non applicano commissioni di nessun tipo, sono completamente gratis e in più offrono anche bonus omaggio.

3 Responses to Trading online opinioni

  1. Anna Gentile ha detto:

    Purtroppo io ci sono cascata, corso di trading online pagato 1200 euro. Il corso si è tenuto a Milano, quindi tra viaggio e alloggio ho speso altre 200 euro. Posso dire che non ho capito nulla di tutto il corso e che quando mi sono avvicinata per chiedere il rimborso (come da promesse, soddisfatti o rimborsati) sono stata aggredita a parolacce e spintonata.

    Il colmo? Quando poi mi sono messa a fare trading con Markets.com mi sono accorta che non affatto una truffa, come diceva il signorino che ha tenuto il corso, ci sto guadagnando benino anche se mi manca ancora per recuperare tutti i soldi che ho buttato per il corso.

    • maria rosaria valerio ha detto:

      io vorrei sapere come ci si deve comportare con le plusvalenze (eventuali). cosa si dichiara ai fini irpef? grazie a chi mi risponderà

  2. Francesco ha detto:

    Buongiorno a tutti,
    voglio segnalarvi l’attività potenzialmente fraudolenta del broker www brokeryard com e del suo dealer Alessandro Binci (almeno questo è il nome che ha riferito…).
    A fine anno 2016 ho mandato qualche migliaio di € da gestire a questo broker e all’inizio le cose andavano molto bene, così come valutabile dalla piattaforma Metatrader4.
    Le operazioni su materie prime e azioni si chiudevano sempre positivamente e a volte i guadagni erano molto forti, tant’è che nel giro di qualche settimana il capitale investito è raddoppiato.
    La cosa un po’ strana è che anche operazioni inizialmente in perdita, al momento della chiusura improvvisamente andavano in guadagno, grazie a fantomatiche variazioni degli spread.
    Mercoledì 21/06/17 improvvisamente, sempre a causa delle fantomatiche variazioni degli spread e alla crescita mostruosa di swap, il conto veniva chiuso dopo un tentativo di farmi versare altri soldi per coprire le perdite.
    Preciso che gli swap sono arrivati anche a migliaia di € su operazioni, seppur a leva, di poche decine.

    Aggiornamento: al comparire dei primi post, Alessandro Binci mi contattava. Probabilmente, per qualche strano motivo, la pubblicità negativa non gli piace.
    Mi proponeva di operare con un bonus messo a disposizione da BrokerYard, che mi avrebbe consentito di recuperare i soldi.
    Come prevedibile, in due mesi risultati 0.
    Anzi, ho cercato di bonificare a puro titolo di test qualche centinaio di euro di risultato delle operazioni fatte e non me li hanno dati.
    Insomma:
    • Non date soldi a queste realtà
    • Se avete posizioni aperte, provate a recuperare perlomeno il capitale investito
    • Se vi hanno truffato scrivete, e in ogni post abbiate cura di ripetere nomi e brand. In questo modo i risultati saranno più evidenti sui motori di ricerca

    Adesso ho individuato un avvocato a Londra, al quale darò mandato di progettare un’azione civile e penale contro questi elementi.
    Che facilmente non sono neanche a Londra…
    Vi farò sapere.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *