Trading online: quali sono gli strumenti migliori?

piattaforme opzioni binarieIl trading online è un’arte e il guadagno dipende da una serie piuttosto grande di fattori. Dire trading online può voler dire tutto e niente perché le tipologie di trading oggi disponibili sono praticamente infinite. Su Mercati24 ci rivolgiamo, di solito, a trader professionisti o principianti che operano per proprio conto. In questo caso ci sono solo due strumenti che possono dare risultati positivi: le opzioni binarie e i contratti per differenza.

Per un trader è meglio utilizzare le opzioni binarie oppure i contratti per differenza?

La risposta è dipende. E’ ovvio che qualunque sia la scelta, deve utilizzare le migliori piattaforme per opzioni binarie se opta per le opzioni binarie e i migliori forex broker se opta per i contratti per differenza. Ci sia perdonato, in questa sede, il vezzo di chiamare forex broker quelli che in realtà dovremmo chiamare broker di contratti per differenza.


24option è la migliore piattaforma di trading per opzioni binarie presente sul mercato, con bonus del 100% su tutti i depositi. Clicca qui e apri gratis il tuo conto di trading

E’ una premessa indispensabile: non si può avere successo nel trading online se non utilizzando, in maniera accurata e corretta gli strumenti giusti. La piattaforma di trading è importantissima ma è anche molto importante scegliere bene lo strumento che si vuole utilizzare per guadagnare il massimo. E dunque torniamo alla domanda: meglio opzioni binarie o contratti per differenza?

Tutto dipende dalle caratteritiche del trader ma anche dalle sue preferenze personali. Le opzioni binarie sono veramente facili da usare, tutti possono utilizzarle anche senza esperienze di trading. Questo le rende lo strumento ideale che hanno i principianti per investire online. Tuttavia il fatto che siano estremamente semplici da usare le rende interessanti anche per alcuni professionisti che vogliono dedicare più tempo ad analizzare i mercati piuttosto che a inserire parametri in un forex broker.

E’ innegabile però che le opzioni binarie abbiano un pubblico costituito, in gran parte, da trader meno esperti. I professionisti di solito usano i contratti per differenza perché c’è maggiore flessibilità. Alcuni dei migliori trader professionisti, inoltre, amano combinare in maniera intelligente opzioni binarie e contratti per differenza in modo da operare con strategie complesse, capaci di gestire in maniera egregia il naturale rischio di trading.

Uno dei vantaggi forse più apprezzati delle opzioni binarie sta nel fatto che è possibile operare a 30 o 60 secondi in modo rapido e sicuro. Da notare che anche con i contratti per differenza è possibile operare su scadenze molto piccole. Questa pratica è detta scalping e non è permessa da tutti i broker. Uno dei migliori broker per CFD in assoluto, Plus500, non consente ai propri iscritti di fare scalping. Questo significa che chi vuole operare su scadenze molto piccole dovrebbe scegliere in maniera preferenziale le opzioni binarie.

Il ruolo del bonus e delle commissioni

Non basta scegliere lo strumento giusto, bisogna anche operare con le condizioni più convenienti possibili. Operare con il bonus è una mossa intelligente che può avere conseguenze molto positive: grazie al bonus è possibile aumentare il capitale a disposizione ed è anche possibile ridurre il rischio di trading. Inoltre si ha un innegabile vantaggio psicologico: operare con denaro non proprio (la cui perdita non avrebbe conseguenze) porta a cogliere occasioni di mercati molto convenienti senza timore. Sia che si scelga di operare con le opzioni binarie, sia che si scelga di operare con i contratti per differenza, è sempre auspicabile operare con il massimo bonus possibile.

Anche le commissioni vanno tenute d’occhio quando si fa trading online: nessuna piattaforma di opzioni binarie e nessun broker di contratti per differenza applica commissioni di trading e questa è senz’altro una grande notizia per i trader che vogliono guadagnare il massimo senza essere spellati vivi dalle commissioni sull’eseguito. Purtroppo esistono piattaforme di trading (diverse da opzioni binarie e contratti per differenza) che purtroppo applicano commissioni di trading molto salate. Occhio: se vuoi guadagnare con il trading devi evitarle come la peste.

2 Responses to Trading online: quali sono gli strumenti migliori?

  1. Marianna Altini ha detto:

    Premesso che sono particolarmente inesperta, dico che mi sono trovata benissimo usando le opzioni binarie di 24option, meno usando i cfd ma in questo caso ho usato FXCM

    • Tanya Perri ha detto:

      Secondo me però dipende anche dal fatto che hai usato fxcm, considerato uno dei peggiori broker (penso stia anche fallendo). Prova ad usare plus500 o markets e vedrai che farai meglio. Poi se ti trovi bene con le opzioni binarie puoi continuare con le opzioni, l’importante è fare soldi 😀

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *