Trading Sicuro con Bitcoin: usare le criptovalute per rendimenti al 100% sicuri

Trading con Bitcoin Sicuro usare le criptovalute per rendimenti al 100% sicuri

Continuiamo la nostra serie di approndimenti sul Bitcoin analizzando uno degli aspetti più interessanti di questa criptovaluta: il trading Bicoin.

È ormai diverso tempo che abbiamo parlato di che cos’è il Bitcoin e tutte le sue varianti, anche se in realtà non ci siamo mai realmente soffermati sul trading del Bitcoin e su come fare online con il Bitcoin in sicurezza.

Blockchain: la base della sicurezza di Bitcoin

In questo articolo ci soffermeremo sulla sicurezza del Bitcoin affrontando un tema importantissimo per gli investitori: la sicurezza, che è rappresentata nel migliore dei modi dalla Blockchain.

Clicca qua per iniziare oggi con il trading di Bitcoin in sicurezza grazie alla Blockchain!

Che cos’è la Blockchain

La Blockchain è essenzialmente un “libro mastro” distribuito dove all’interno sono presenti svariati blocchi. In questi blocchi sono presenti alcune informazioni estremamente importanti per il funzionamento della rete Bitcoin, come tutte le transazioni effettuate all’interno della rete.

Tutto ciò avviene grazie ad un timestamp, una sorta di “marchio” che rende le operazioni univoche e quindi estremamente sicure ed inattaccabili. La particolarità del Bitcoin è infatti quella di essere un mercato finanziario estremamente sicuro proprio grazie alla caratteristica intrinseca che tutte le operazioni vengono “abbinate” ad una marca temporale che è essenzialmente inattaccabile. Questo significa che non sarà possibile modificare oppure alterare in alcun modo l’operazione, o addirittura annullarla.

Che cos’è la Blockchain

Che cos’è la Blockchain

Il Timestamp fornisce quindi ad una transazione una data ed un’ora ben precisa. Tutte le transazioni vengono tracciate grazie a queste caratteristiche, ma rimangono allo stesso tempo anche estremamente anonime (non è necessario inserire il proprio nome o altri dati personali quando si desidera inviare/ricevere denaro con il Bitcoin).

Il Bitcoin non è regolamentato, ma è comunque sicuro

Potrebbe sembrare un’assurdità, ma nonostante il Bitcoin non sia realmente regolamentato (tranne che in Giappone, dove è diventato di recente una valuta a tutti gli effetti) in gran parte dei paesi non è realmente regolamentato, e viene spesso associato con il mercato nero delle droghe e altre attività criminali.

Lo stesso può però essere affermato per i contanti, che ogni giorno vengono anche utilizzati per attività criminali. Questo tuttavia non rende i contanti pericolosi di per sè, e lo stesso vale per il Bitcoin.

La lista delle aziende e siti internet che accettano il Bitcoin è davvero lunga. Desideriamo comunque citarne alcune di queste aziende: WordPress, Microsoft, Reddit, Virgin Galactic, Dell, Wikipedia, Steam, Zynga, Bloomberg, Etsy, CEX, Lionsgate Film.

Sempre più aziende stanno iniziando ad accettare il Bitcoin, nonostante la grande volatilità di questo asset, che in pochi anni è riuscito persino a superare picchi di 3000 dollari per Bitcoin.

Differenza Bitcoin e Blockchain

Ma qual’è la differenza tra il Bitcoin e Blockchain? È presto detto: il Bitcoin va immaginato come una valuta (Euro, Dollaro ETC) Blockchain invece come una “Lista Movimenti” pubblica, dove ogni transazione ha un determinato timestamp e varie informazioni, il tutto riassunto attraverso una serie di caratteri alfanumerici.

Blockchain è quindi una tecnologia estremamente sofisticata che si pone alla base di tutte le transazioni che avvengono con il Bitcoin (e quindi di gran parte delle altre criptovalute).

All’interno della Blockchain, che è strutturata come una catena di blocchi concatenati, è presente un registro pubblico e condiviso attraverso la rete di computer, dove si muovono tutte le numerose transazioni crittografate e anonime.

Blockchain può essere immaginato anche come una specie di “libro mastro” dove all’interno sono scritte tutte le operazioni che avvengono e sono avvenute nella rete.

Tutte le transazioni nel mondo del Bitcoin avvengono dentro la Blockchain.

Ogni singolo portafoglio virtuale ha all’interno le chiavi che identificano il proprietario dei Bitcoin.

Quando due utenti effettuano una transazione, utilizzano le loro chiavi per inviare e ricevere i Bitcoin, la transazione (Con le relative chiavi) deve essere poi confermata dalla rete Bitcoin, che è composta dai “miners”. La transazione viene quindi poi confermata e disposta in ordine cronologico seguendo alcune “semplici” regole crittografiche.

Ciò che rende il Bitcoin così sicuro è che i Bitcoin non possono venire rubati (a meno che non si perdano le chiavi) in quanto è impossibile cancellare o manipolare un’operazione eseguita precedentemente, proprio perché si trova all’interno della catena.

Blockchain: la sicurezza nel trading online

Grazie al sistema peer-to-peer su cui si basa Bitcoin, le truffe con il Bitcoin sono difficili se non impossibili da fare per il truffatore. Possono tuttavia avvenire truffe con servizi esterni (tra tutti ricordiamo Mt. Gox). Blockchain si basa infatti sulla trasparenza e anonimato di tutte le operazioni che vengono effettuate tramite la valuta Bitcoin.

Inoltre la Blockchain viene già utilizzato da colossi come Azure, IBM, Microsoft e Amazon AWS, che congiuntamente lavorano in un consorzio composto da 40 banche (R3 CEV).

Per capire la grandezza del Bitcoin, basti pensare che secondo una previsione del World Economic Forum, entro il 2025 ci saranno attività che riusciranno a generare ben il 10% del PIL del mondo, queste attività saranno basate sulla blockchain.

Già nel 2015 Visa, Orange, Nasdaq e Citi hanno effettuato investimento sulla tecnologia blockchain. Persino Goldman Sachs ha investito ben 50 milioni di dollari nella tecnologia Blockchain per cercare di ridurre costi e intermediari.

La Blockchain continua tutt’oggi ad essere utilizzata e studiata da centinaia di multinazionali, che stanno consentendo l’evoluzione dell’ecosistema in un qualcosa di sempre più globale.

Fare trading con i Bitcoin in sicurezza

Gran parte delle banche e dei broker di trading online utilizzano o prevedono l’offerta Bitcoin integrata nella piattaforma.

Una volta compreso che il Bitcoin è uno dei mercati più sicuri dove investire, non resta da fare altro che scegliere il miglior broker per commerciare ed investire nel Bitcoin.

Uno dei migliori broker con il quale iniziare a fare trading con il Bitcoin è la piattaforma di eToro: regolata in tutta europa dalla CySEC, consente di aprire un conto “duplice” con una parte demo ed una parte reale. Si tratta di una modalità perfetta sia per chi vuole investire per ottenere dei rendimenti reali, sia per chi vuole semplicemente allenarsi e provare a toccare con mano i rendimenti del Bitcoin nel tempo.

Sia la piattaforma di trading reale che quella demo offrono uno stream dei prezzi in tempo reale assolutamente affidabile.

Con eToro è inoltre possibile investire nel Copy Fund delle Criptovalute, un fondo d’investimenti smart ideale per chi vuole effettuare subito un investimento generoso e diversificato.

Clicca qua per iniziare oggi con eToro ed i Copy Funds >>

eToro fornisce la garanzia sul deposito e tutte le altre sicurezze di una piattaforma regolamentata e autorizzata a livello europeo.

Ricordiamo che è anche possibile fare trading in automatico investendo su veri professionisti grazie al Social Trading ed il CopyTrading.

Clicca qua per saperne di più su eToro >>

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *