Vendita allo scoperto: cos’è e come usarla per guadagnare

vendite allo scoperto

Alcuni dei trader migliori e più ricchi hanno guadagnato moltissimo grazie alla vendita allo scoperto. Si tratta di un tipo di operazione estremamente conveniente, in grado di generare profitti elevati. Molti trader non usano la vendita allo scoperto per ragioni tecniche (non sanno come farlo) e psicologiche. Questo articolo spiega nel dettaglio cos’è la vendita allo scoperto (o short selling) e come usarla al meglio per guadagnare il massimo possibile.


Che cosa significa vendere allo scoperto o fare short selling? Originariamente vendere allo scoperto significava vandere asset finanziari (ad esempio azioni) senza possederli. La vendita allo scoperto originariamente preveda la consegna delle azioni dopo un certo periodo di tempo. Se il prezzo delle azioni fosse sceso, il venditore avrebbe potuto comprare all’ultimo momento le azioni e consegnarle al compratore, ottenenedo un profitto elevato.

Vendita allo scoperto esempio

Per capire meglio il meccanismo originario della vendita allo scoperto (non è necessario capirlo per guadagnare visto che attualmente esistono metodi estremamente più semplici, quindi potresti anche saltare direttamente al prossimo paragrafo) facciamo un esempio concreto.

Supponiamo di avere le azioni dell’azienda X che quotano a 50 euro. Se prevediamo che il loro valore stia per scendere, possiamo venderle allo scoperto per 50 euro, promettendo di consegnare il titolo in 3 giorni all’acquirente.

Se il valore del titolo X scende a 40 euro, possiamo comprare le azioni all’ultimo momento a 40 euro e poi consegnarle al nostro compratore che ci pagherà 50 euro
. In questo modo abbiamo ottenuto un profitto elevato (10 euro per ogni azione) scommettendo sulla discesa del valore di un asset finanziario grazie allo short selling.

Come vendere allo scoperto

La vendita allo scoperto è uno strumento estrememante conveniente e che può generare guadagni elevatissimi. Molti piccoli trader, però, di solito non fanno vendite allo scoperto e quindi perdono la possibilità di ottenere guadagni. Le ragioni sono di due tipi:

  • Psicologiche
  • Tecniche

Per quanto riguarda le ragioni psicologiche, molti trader hanno la tendenza a speculare sul mercato solo e soltanto al rialzo. Questi trader associano l’idea di guadagno sul mercato all’idea di valori che salgono. Come abbiamo visto nel nostro esempio, però, si possono ottenere guadagni elevati anche quando i mercati scendono.

Una difficoltà forse ancora maggiore risiede nel meccanismo stesso della vendita allo scoperto
: nella sua formulazione tradizionale, infatti, è un meccanismo complesso e adatto esclusivamente ad operatori professionali. Chi opera da casa non può utilizzare il meccanismo che abbiamo appena spiegato.

Esiste però un modo molto più semplice e veloce per fare vendite allo scoperto: utilizzare i CFD. CFD è acronimo di Contratto per Differenza. I CFD sono particolari contratti finanziari che hanno come sottostante un asset finanziario. Possiamo avere CFD su azioni, su indici, su materie prime, su coppie di valute, su criptovalute…

Esistono CFD su tutti i principali asset quotati. I CFD sono uno strumento facile da usare, anche per chi non è esperto. Per dire, la maggior parte delle piattaforme di trading CFD è estremamente più semplice da usare rispetto a Fineco.

I CFD sono strumenti particolarmente adatti a guadagnare sui mercati finanziari: garantiscono profitti sia quando il prezzo dell’asset sale sia quando scende. Grazie ai CFD è possibile vendere allo scoperto in modo semplice e veloce, nella maggior parte dei casi basta cliccare su un pulsante.

Con i CFD si ottengono profitti quando si “acquista” e il prezzo sale oppure quando si “vende allo scoperto” e il prezzo scende. Il profitto è proporzionale all’ampiezza del movimento del prezzo ma può essere moltiplicato grazie alla leva finanziaria.


Esempio di CFD sull’oro offerto dalla piattaforma Plus500: per vendere allo scoperto è sufficiente cliccare sul pulsante Vendi.

Migliori piattaforme di trading CFD

Per operare con i CFD è necessario iscriversi ad una piattaforma di trading CFD. Le migliori piattaforme di trading CFD, oltre ad essere affidabili e sicure, sono anche estremamente convenienti perché non applicano commissioni. Non è dovuta nemmeno l’imposta di bollo deposito titoli.

Tra le migliori piattaforme di trading CFD possiamo annoverare Plus500 (sito ufficiale) ed eToro (sito ufficiale).

Plus500 è una piattaforma di trading CFD estremamente apprezzata in tutta Europa: molto sicura e affidabile, è gratuita e non applica commissioni. Plus500 si caratterizza perché mette a disposizione strumenti altamente avanzati, adatti a soddisfare le esigenze dei professionisti ma allo stesso tempo intuitivi e user friendly.

Plus500 può essere utilizzato sia in modalità demo che in modalità reale. La modalità demo consente di imparare il trading finanziario (compreso le vendite allo scoperto) senza nessun tipo di rischio visto che il denaro utilizzato è puramente virtuale.

Puoi aprire un conto grauito con Plus500 cliccando qui.

eToro è una piattaforma di trading CFD davvero smeplice da utilizzare. Non è solo una questione di piattaforma facile da usare, c’è molto di più. eToro infatti ha creato la prima piattaforma di social trading. Questo significa che grazie a eToro è possibile copiare, in modo completamente automatico, quello che fanno gli altri trader. Ovviamente conviene scegliere di copiare i trader davvero bravi.

Per questo motivo i trader meno esperti (e coloro che non hanno mai operato sui mercati finanziari) scelgono eToro. Possono visionare i profitti realizzati dagli altri trader nel passato e quindi copiarli in modo completamente automatico. Questo significa ottenere da subito guadagni alti e allo stesso tempo poter imparare dai trader migliori.

eToro è completamente gratuito, senza commissioni. Può essere utilizzato sia in modalità reale che in modalità demo. La modalità demo di eToro serve anche a capire che il social trading funziona veramente prima di utilizzare soldi veri.

Puoi aprire un conto grauito con eToro cliccando qui
.

Vendite allo scoperto CONSOB

Che cosa ne pensa la CONSOB delle vendite allo scoperto? La vendita allo scoperto è uno strumento finanziario legittimo e quindi è un diritto degli operatori utilizzarlo come e quando ritengono opportuno. Tuttavia, in alcuni casi speciali la CONSOB ha vietato la vendita allo scoperto. Questo è successo soprattutto in concomitanza con gravi crisi finanziarie.

Vietando la vendita allo scoperto la CONSOB ha voluto fermare i ribassi troppo accentuati di alcuni titoli (ad esempio bancari). Notiamo però che questo divieto non si applica assolutamente ai CFD ma solo alle vendite allo scoperto reali.

Inoltre, il divieto da parte della CONSOB dello short selling è stato criticato da più parti: lo short selling, infatti, aiuta il mercato a stabilizzare i prezzi, elimina le bolle finanziarie e aumenta l’efficienza nell’allocazione degli investimenti finanziari. Infine, la maggior parte degli hedge fund riescono ad andare allo scoperto sui titoli azionari italiani anche quando la CONSOB lo vieta, operando dall’estero.

Insomma, quando la CONSOB ha vietato lo short selling lo ha fatto più che altro per motivi propagandistici (moral suasion) piuttosto che per avere un effetto diretto sui mercati finanziari.

Per fortuna viviamo in un’epoca in cui i mercati riescono a funzionare e a produrre profitti persino quando i regolatori commettono errori.

Le migliori vendite allo scoperto della storia

La vendita allo scoperto (o short selling) può generare profitti davvero colossali. Uno degli esempi più famosi è quello del finanziare George Soros che ha venduto allo scoperto la sterlina nel 1992 e ha guadagnato più di un miliardo di dollari e causando un crollo così forte da portare la sterlina fuori dal sistema monetario europeo. Attenzione: Soros ha guadagnato moltissimi soldi grazie alla sua previsione corretta ma non possiamo imputarli assolutamente la colpa del crollo della sterlina: la sterlina è crollata semplicemente perché il Regno Unito stava vivendo al di sopra delle proprie possibilità.

Soros ha semplicemente sfruttato una previsione corretta per guadagnare tantissimi soldi
.

Un altro grande investitore, Michael Burry, ha previsto per tempo la crisi dei mutui subprime del 2007 e ha fatto short selling di alcuni strumenti finanziari correlati ai mutui subprime. Grazie alla sua geniale intuizione, gli investitori che gli avevano affidato il loro denaro hanno potuto moltiplicare per 5 i loro capitali (MOLTIPLICARE PER 5). La vicenda di Michael Burry ha ispirato anche il film La grande scommessa.


Trailer La grande scommessa, film che racconta gli immensi profitti ottenuti da Michael Burry vendendo allo scoperto il mercato immobiliare prima della crisi dei mutui subprime.

E’ veramente curioso notare come attualmente la vendita allo scoperto, strumento finanziario potente e flessibile, sia alla portata veramente di tutti.

Basti pensare che è possibile cominciare a operare con Plus500 con un deposito iniziale di appena 100 euro e con eToro con un deposito di appena 200 euro.

2 Responses to Vendita allo scoperto: cos’è e come usarla per guadagnare

  1. Marco Liera ha detto:

    Dalla mia esperienza di trader di successo posso dire che si guadagna molto di più con la vendita allo scoperto (quindi quando il mercato scende) rispetto a quando il mercato sale. Questo purtroppo molti trader principianti lo ignorano, pensano che si guadagna solo quando il mercato sale.

    Purtroppo il trader italiano medio è piuttosto ignorante, lo si vede dal fatto che ignora completamente la vendita allo scoperto o dal fatto che usa piattaforme con commissioni elevate (come Fineco) piuttosto che scegliere piattaforme come eToro o Plus500 che applicano un costo di trading pari a 0.

    E’ una vita che ripeto che quello che manca agli italiani è l’educazione finanziaria.

  2. Sara Anticoli ha detto:

    Opero da circa 6 mesi come trader su eToro o meglio non essendo ancora capace di operare da sola sto utilizzando di copiare in maniera automatica i trader migliori. Ho notato che molti dei trader più bravi che mi fanno guadagnare di più di solito ottengono i migliori risultati andando short.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *