Vivere di solo trading nel 2016, è possibile?

vivere di tradingCi sono arrivate nei nostri uffici molte domande riguardanti la possibilità di vivere molto di trading. Molti dei nostri lettori, dopo che hanno capito le possibilità vantaggiose del trading CFD e di opzioni binarie, ci chiedono quindi se è possibile vivere solo di trading, riuscendo a portare a casa un quantitativo stabile di denaro, per poter vivere in maniera indipendente, magari anche in giro per il mondo, e con la sola necessità di avere un iPad e una connessione internet per fare trading sui mercati finanziari.

Fare il Trader Professionista non è il mestiere più facile del mondo, in quanto è prima di tutto necessaria una grande disciplina, fusa con la pazienza. Tantissime persone che si avvicinano al mondo del trading, non hanno questo “mindset”, in quanto preferiscono fare trading per poter fare il più alto numero di profitti nel minor tempo possibile. Questo non è purtroppo il modo di affrontare i mercati finanziari, che puniscono puntualmente questo tipo di approccio. I target, devono essere realistici, non impossibile.


Vuoi provare a fare trading online? Prova subito IqOption, piattaforma facilissima, elevate probabilità di guadagno, solo 10 euro di deposito iniziale.

All’inizio, credo che un ottimo target sia quello di essere comunque profittevoli, anche se si parla di solo 10 euro di profitto a settimana, l’importante è non lasciarsi prendere dalla paura, oppure dall’avarizia.

I soldi contano

I soldi, in questo business, contano molto. In quanto, a meno che tu non abbia una quantità spropositata di fondi con cui iniziare, si è costretti a settare la propria strategia, per fare in modo di raggiungere una “sorta di stipendio mensile”. Questo avviene bene o male per qualsiasi business, dove può capitare che si guadagna pochissimo durante i primi mesi anni, ma poi si cresce, e si inizia a guadagnare seriamente.

Richard Branson non è certamente partito con gli aerei, ma a 16 anni con un magazine, e poi a 20 anni con un business di dischi inviati per posta. Per iniziare, in qualsiasi business, bisogna partire con il primo, importante, passo.

Ecco perché i trader retail falliscono

Ecco perché la percentuale di trader “privati” che entrano oggi nel mondo degli investimenti online, falliscono:

Questi traders, falliscono perché tentano di fare grossi profitti da account con depositi relativamente piccoli, sobbarcandosi di rischi insostenibili. Siamo onesti, se volete iniziare a vivere di trading, portandovi a casa uno stipendio di circa 2000 euro al mese, con un rischio medio/basso, è necessario almeno un conto di 10 mila mila euro. Con conti più piccoli, quello di cui vi potete accontentare, è senza dubbio qualcosa di meno (ad esempio 200-300 euro al mese basso rischio con un conto di 1000-2000 euro), piccoli profitti, ma che fanno sempre piacere. L’importante è iniziare e affinare la tecnica, il resto verrà da sé.

2 Responses to Vivere di solo trading nel 2016, è possibile?

  1. Carlo Angioni ha detto:

    Certo che è possibile, io ne sono un esempio. Ci vuole determinazione, coraggio e capacità di non arrendersi alle prime difficoltà. Ci possono essere delle perdite, vanno accettate con serenità anzi si devono utilizzare per imparare a evitare gli errori. Certo il trading online non è per tutti, è una cosa da coraggiosi. I vigliacchi meglio che stiano alla larga.

    • giovanni ha detto:

      salve solo una domanda ma veramente tu sei riuscito a vivere di traiding perchè io sarei veramente intezionato a intraprendere questo lavoro solamente che avendo un altro attuale lavoro e quindi poco tempo per studiare questa disciplina devo fare veramentei salti mortali per impararla e quello che voglio dirti che non vorrei passare molto tempo a imparare una montagna di roba per poi scoprire che è una fregatura mi incazzerei veramente tanto anche perche sono veramente stanco di tutte le cazzate che si dicono su internet ti chiedere solo una cosa la sincerita e la dimostrazione che con limpegno veramente uno ci possa vivere grazie

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *