Warren Buffett: la dimostrazione che si può diventare ricchi e di successo senza aiuti

warren_buffet

Warren Buffett, AD di Berkshire Hathawayche oggi ha 84 anni, rappresenta per molte persone un mito, l’esempio di una persona da seguire nella propria vita, perchè si è fatto da solo partendo da 0, cominciando da giovanissimo a rischiare ed a investire su se stesso.

Alcune cose sul mago degli investimenti:

ha iniziato ad investire a soli 11 anni, con i soldi guadagni rivendendo a scuola le bevande comprate nel negozio vicino a dove abitava;

a 13 anni ha presentato la prima dichiarazione dei redditi;

– a 14 anni ha comprato un terreno da adibire a fattoria con i soldi risparmiati vendendo giornali ogni giorno, e quel terreno l’ha subito affittato a dei pastori locali per ricavarne del reddito mensile;

a 25 anni aveva già guadagnato il capitale sufficiente per poter vivere di rendita con le sue capacità d’investimento;

– a poco più di 30 anni, quando si è sposato, ha comprato una casa con tre stanze a Omaha (dove è nato), nel Nebraska. Da allora non ha mai più cambiato abitazione;

– le sue capacità di gestire ed investire i quattrini hanno portato tantissima gente ad affidargli i loro soldi;

è da sempre un fautore degli investimenti a lungo periodo, attraverso l’acquisto di titoli sottovalutati, da tenere e far crescere nel tempo. Gli investimenti rapidi e brevi sono da sempre sconsigliati dall’oracolo di Omaha, come viene affettuosamente indicato Buffett dai suoi ammiratori, in quanto negoziare rapidamente se da un lato può consentire di realizzare ottimi guadagni, dall’altro lato comporta un aumento delle tasse da pagare sulle plusvalenze realizzate e della quantità totale delle commissioni da pagare;

– possiede importanti partecipazioni azionarie in colossi internazionali come la Coca Cola (che ama bere ogni giorno), Gillette, McDonald’s, Kirby Company e Walt Disney;

– pur possedendo la più grossa compagnia aerea privata negli Stati Uniti, non viaggia mai in aereo;

scrive una lettera all’anno ai dirigenti ed ai consigli di amministrazione delle sue 63 Società con le istruzioni da seguire alla lettera per l’anno venturo e poi si fida di loro, evitando conferenze, riunioni o telefonate continue;

– ha guadagnato una fortuna con gli investimenti e gli piace comprare azioni quando tutti vendono e vendere quando tutti comprano;

i suoi figli non erediteranno la maggior parte dei suoi soldi e del suo patrimonio: l’83% di questo infatti è stato donato alla fondazione di beneficenza creata da da Bill Gates;

– gli piace fare offerte su ebay. Nel 2006 ha venduto addirittura la propria automobile su ebay;

– non un ha computer e non ha mai usato una calcolatrice. Non ha mai posseduto un indirizzo email. Solo carta e penna;

ha fatto più beneficenza lui probabilmente (parliamo di tantissimi miliardi di dollari), che tutti gli altri ricchi del Mondo messi insieme;

– nonostante un cancro alla prostata che lo ha colpito da oltre 2 anni, continua a lavorare ogni giorno;

Nel 2007 e 2008 è stato l’uomo più ricco del Mondo, nel 2012 il terzo. Possiede a tutt’oggi un patrimonio immenso (almeno 45 miliardi di dollari). Solo nel 2013 i profitti della sua Buffett Partnership sono aumentati del 31%.

E’ l’esempio dell’uomo (diventato un mago della finanza) che solo grazie al proprio lavoro ed al proprio talento ha ottenuto tutto dalla vita, e preferisce lasciare questa certezza e questo insegnamenti ai figli, destinando a loro solo una piccola parte della sua eredità, per spingerli a guadagnare da soli le loro fortune proprio come ha fatto lui, mentre invece sceglie di donare le sue ricchezze a persone malate, sofferenti o costrette a vivere nella miseria più completa.

 Giancarlo Sali

3 Responses to Warren Buffett: la dimostrazione che si può diventare ricchi e di successo senza aiuti

  1. Conte Zio ha detto:

    Tanto di cappello a Buffett per tutti i soldi che ha guadagnato, non condivido la sua scelta di non lasciare tutto il patrimonio ai figli ma sono soldi suoi, ne fa esattamente quello che vuole, quando vuole, come vuole.

  2. Zed ha detto:

    Un grande Uomo, capace di guadagnare somme immense. Mi inchino di fronte a lui, è migliore di me semplicemente perché riesce a guadagnare più di me. Ma io ho solo 36 anni, ho ancora tempo per raggiungerlo e superarlo. E io in beneficenza non darò niente, al massimo questa CIPPA ma solo a donne di bell’aspetto e ottima igiene personale 😀

  3. NICOLA CASSANO ha detto:

    VORREI SOLTANTO POTERGLI PARLARE E STRINGERGLI LA MANO E POTERLO ABBRACCIARE;
    UN UOMO CHE E’ RIUSCITO A CAPIRE CHE NON SOLTANTO I SOLDI POSSANO DARE LA FELICITA’…
    E’ RIUSCITO A FARE TANTA BENEFICENZA E CONTINUERA’ A FARLA ANCHE DOPO LA SUA MORTE… E’ QUI CHE STA’ LA VERA FELICITA’: DONARE…GRAZIE WARREN BUFFET!
    TE LO DICE UN UOMO DI 50 ANNI CHE IN TUTTA LA SUA VITA E’ RIUSCITO A FARE TANTO, RISCHIANDO TUTTO, MA QUANDO DOVEVA RACCOGLIERE I FRUTTI DEI SUOI SACRIFICI…QUALCOSA ANDAVA MALE E CI RIMETTEVA TUTTO. E QUESTO PER VARIE VOLTE NELLA SUA VITA FINO A RITROVARSI A QUESTA ETA’ CON CIRCA 200.000 EURO DI DEBITI…BLOCCATO PER QUESTA “RIDICOLA” CIFRA…VORREI DAVVERO INCONTRARLA DI PERSONA E STRINGERLA TRA LE MIE BRACCIA SPERANDO CHE MI POSSA “MISCHIARE” LA SUA CAPACITA’ E ANCHE UN PO’ DI FORTUNA…SPERO CHE QUALCUNO VI FACCIA LEGGERE QUESTE POCHE PAROLE…UN ABBRACCIO FORTISSIMO DA NICOLA CASSANO

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *